Capodanno a Roma: vietati botti e fuochi d'artificio

Lazio

L'inosservanza dell'ordinanza comporta multe fino a 500 euro oltre al sequestro amministrativo del materiale esplodente. Sono escluse dal divieto bengala, fontane per torte, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose

Per il Capodanno a Roma ci sarà il divieto assoluto di usare fuochi d'artificio, botti, petardi, razzi e altri materiali esplodenti dalle 00:01 del 31 dicembre alla mezzanotte del 6 gennaio. La Sindaca Virginia Raggi ha firmato l'ordinanza che sarà in vigore in tutto il territorio di Roma Capitale.

Possibili sanzioni

L'inosservanza dell'ordinanza comporta multe fino a 500 euro oltre al sequestro amministrativo del materiale esplodente. Sono escluse dal divieto bengala, fontane per torte, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose.

Il provvedimento

Nel provvedimento, secondo quanto spiega il Campidoglio, si evidenzia anche che l'accensione dei fuochi pirotecnici aggrava e incrementa l'emissione di inquinanti nell'ambiente in contrasto con i provvedimenti adottati da Roma Capitale di riduzione delle emissioni di polveri sottili PM10 e biossido di azoto. "L'incolumità dei cittadini e la loro sicurezza viene prima di tutto. Soprattutto quella dei minori. Inoltre i botti e le esplosioni rischiano di provocare incendi incontrollati, danni al patrimonio storico ed archeologico di Roma Capitale ed hanno anche effetti negativi sugli animali domestici. Auguro a tutti di festeggiare l'arrivo del nuovo anno in serenità e all'insegna del divertimento", dichiara la Raggi.

Roma: I più letti