Roma, 30enne ai domiciliari aveva 300 fuochi d’artificio: denunciato

Lazio
La merce sequestrata (ANSA)

I carabinieri, notando un costante viavai presso la sua abitazione, hanno deciso di effettuare una perquisizione, trovando così materiale esplodente per un peso complessivo di 112 chili. La merce è stata sequestrata 

Durante i controlli straordinari in occasione delle festività, i carabinieri della stazione Roma Tor Bella Monaca hanno denunciato a piede libero un 30enne romano, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati di droga, con le accuse di fabbricazione, detenzione e vendita di materiale esplodente. Nella sua abitazione l’uomo possedeva oltre 300 fuochi d’artificio, per un peso complessivo di 112 chili.

La perquisizione

I militari dell’Arma, notando un costante viavai di gente nei pressi della casa del 30enne, hanno iniziato a sospettare che l’uomo potesse nascondere qualcosa. Con il pretesto di una normale verifica per accertarne la presenza in casa, come da obblighi imposti, hanno deciso quindi di eseguire una perquisizione all’interno dell’abitazione, trovando così 66 batterie di fuochi d'artificio, 6 confezioni di razzi pirotecnici e 53 confezioni di artifizi esplodenti artigianali privi di etichetta. Sul posto è poi intervenuta una squadra di artificieri che hanno distrutto i prodotti senza etichetta mentre tutto il restante materiale è stato sequestrato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24