Mostre d’arte a Roma: le 17 da non perdere a dicembre 2019

Lazio

Chiude a fine anno, il 31 dicembre 2019, lo spettacolo interattivo "Welcome To Rome" dedicato alla Capitale e alla sua storia millenari

Fino al 6 gennaio 2020 al Teatro Sistina si potrà assistere al musical "Mary Poppins". Una produzione firmata da due giganti del genere come Cameron Mackintosh e Thomas Schumacher per Disney Theatrical Productions, su libretto del Premio Oscar Julian Fellowes e presentata in Italia da WEC - World Entertainment Company con la regia di Federico Bellone, che arriva nella Capitale dopo i 200mila spettatori di Milano (dove tornerà dal 30 gennaio 2020).

La mostra che chiude a dicembre

"Welcome to Rome"

In corso Vittorio Emanuele II 203, il fisico e divulgatore scientifico, Paco Lanciano, ha ideato e realizzato “Welcome To Rome”, il più affascinante e sorprendente spettacolo interattivo dedicato a Roma e alla sua storia millenaria. Fino al 31 dicembre 2019 i visitatori potranno immergersi nella storia della Capitale e compiere un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio. Orari: da lunedì a giovedì dalle 9 alle 19; da venerdì a domenica dalle 10 alle 21.

Le mostre del 2020

"Arte Virtuale – Van Gogh + Monet Experience"

Fino al 6 gennaio 2020, a Videocittà a Roma, si potrà visitare "Arte Virtuale – Van Gogh + Monet Experience". Si tratta di un viaggio nel tempo alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato i due giganti della pittura. Grazie alla tecnologia VR il visitatore sarà immerso a 360 gradi nei paesaggi, nei colori, nelle atmosfere, ai tempi di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all’interno del quadro.

"Il corpo umano tra arte, scienza e cinema", tre mostre al Palazzo delle Esposizioni

Il meraviglioso funzionamento del corpo e dei suoi ingranaggi, l’illusione di conoscerne ogni segreto, il confine sottile tra arte e scienza nel desiderio di ricrearne la perfezione, il movimento e l’espressività: ruotano attorno al fascino misterioso dell’organismo umano e alle sue trasformazioni le tre mostre inaugurate il 22 ottobre al Palazzo delle Esposizioni, intitolate "Sublimi anatomie" (fino al 6 gennaio 2020), “La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium” (fino al 6 gennaio 2020) e “Katy Couprie. Dizionario folle del corpo” (fino al 16 febbraio 2020).

"Maria Lai. Tenendo per mano il sole"

In occasione del centenario della nascita, il Maxxi dedica una grande mostra a Maria Lai (1919-2013), tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, i cui lavori sono stati recentemente esposti a Documenta 14 e alla Biennale di Venezia 2017. Visitabile fino al 12 gennaio 2020. Orari: da martedì alla domenica dalle 11 alle 19. La prima domenica del mese fino alle ore 22.

"Mary Poppins" il musical

Fino al 6 gennaio 2020 al Teatro Sistina si potrà assistere al musical “Mary Poppins”. Una produzione firmata da due giganti del genere come Cameron Mackintosh e Thomas Schumacher per Disney Theatrical Productions, su libretto del Premio Oscar Julian Fellowes e presentata in Italia da WEC - World Entertainment Company con la regia di Federico Bellone, che arriva nella Capitale dopo i 200mila spettatori di Milano (dove tornerà dal 30 gennaio 2020). Orari: dal giovedì al sabato ore 20:30; sabato e domenica ore 16.

"Corrado Cagli. Folgorazioni eMutazioni"

La mostra “Corrado Cagli. Folgorazioni e Mutazioni” è allestita a Palazzo Cipolla fino al 6 gennaio 2020 e presenta un nucleo di dipinti di Cagli accanto a un cospicuo corpus di disegni, sculture, bozzetti e costumi teatrali, arazzi e grafiche, per un totale di circa 200 opere provenienti da importanti istituzioni e prestigiose collezioni private.

"La Fabbrica Degli Elfi", la fiera natalizia di Roma

Da oggi fino al 6 gennaio 2020 è in programma la fiera natalizia presso lo spazio “Ragusa Off” in via Tuscolana 179. Molte le attrazioni: dalla Casa di Babbo Natale alla pista di pattinaggio sul ghiaccio indoor più grande di Roma, oltre ai cento e più spazi espositivi, dallo street food ai prodotti tipici e artigianali. Inoltre, ci saranno tanti giochi creativi per bambini.

"Living dinosaurs"

Fino al 6 gennaio 2020 i bambini, accompagnati dalle loro famiglie, potranno visitare a Videocittà “Living dinosaurs” e intraprendere un viaggio nel passato. Ogni dinosauro presenta movimenti, colori e suoni realistici, offrendo incontri di “vita quotidiana” con queste enormi creature.

"Inge Morath La vita. La fotografia" al Museo di Roma in Trastevere

Fino al 19 gennaio 2020 il Museo di Roma in Trastevere ospita la prima retrospettiva italiana di Inge Morath (1923-2002), la prima fotoreporter donna entrata a far parte della famosa agenzia fotografica Magnum Photos. Le circa 140 fotografie ripercorrono le tappe dei suoi principali reportage geo-etnografici, includendo anche la nota serie di curiosi ritratti con le maschere del disegnatore Saul Steinberg.

"Giovanni Anselmo, Entrare nell’opera"

All’Accademia di San Luca a Roma “Giovanni Anselmo, Entrare nell’opera”, mostra realizzata in occasione del Premio Presidente della Repubblica 2016, è in programma fino al 31 gennaio 2020. La retrospettiva, che ripercorre gli oltre 50 anni dell’attività artistica di Anselmo, presenta 27 opere da lui appositamente selezionate, per lo più di grandi dimensioni.

"Colore degli Etruschi"

Fino al 2 febbraio 2020 alla Centrale Montemartini arriva la mostra “Colori degli Etruschi”. Una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere) e in parte inedite. Orari da martedì alla domenica dalle 9 alle 19.

"Valadier. Splendore nella Roma del Settecento"

La mostra “Valadier. Splendore nella Roma del Settecento”, allestita alla Galleria Borghese, è visitabile fino al 2 febbraio 2020. Un percorso tra luminosità e sfarzo che documenta, attraverso 87 opere del grande artista orafo, argentiere e bronzista, la sua vasta ed eterogenea produzione ma anche la nascita e l’affermarsi del nuovo stile neoclassico.

"Roads of Arabia" al Museo Nazionale Romano

La mostra “Roads of Arabia” è visitabile fino all’1 marzo 2020 al Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano. Gli oggetti esposti comprendono capolavori archeologici e opere d’arte iconiche, che abbracciano secoli di storia araba. La mostra racconta la storia dello sviluppo della penisola araba nel corso dei millenni ed esplora come gli elementi culturali siano un fusione di tradizione e modernità.

Al Maxxi l’uomo tra sacro e inquietudine

Al Maxxi fino all’8 marzo 2020 è allestita la collettiva “della materia spirituale dell’arte”, a cura di Bartolomeo Pietromarchi, che riunisce le opere di 19 artisti contemporanei relazionandole con 17 reperti archeologici etruschi, romani e di produzione laziale. In una sorta di continuità si pone il focus su Enzo Cucchi, allestito fino al 19 gennaio 2020 e a cura di Eleonora Farina, in cui l’artista è protagonista con un’unica scultura in marmo, che ritrae un putto, al cui alluce è aggrappato uno scorpione.

"Canova. Eterna bellezza" a Palazzo Braschi

Fino al 15 marzo 2020 a Palazzo Braschi è possibile visitare “Canova. Eterna bellezza”. A cura di Giuseppe Pavanello, l’esposizione indaga il rapporto che tra ‘700 e ‘800 legò lo scultore veneto alla città di Roma attraverso ben 170 opere - tra sculture, disegni, gessi, modellini, bozzetti, del maestro e di artisti a lui contemporanei - distribuite in 13 sezioni.

At Home. Progetti per l’abitare contemporaneo

Tema centrale del nuovo allestimento delle collezioni di architettura è l’evoluzione del concetto di abitare dal dopoguerra a oggi, analizzato attraverso le opere dei grandi maestri del Novecento e delle nuove figure emergenti nel panorama dell’architettura internazionale. L’allestimento della mostra si basa sull’intersezione di più percorsi, intrecciando le varie scale dell’abitare, dall’individuale al collettivo, con particolare attenzione alle esperienze più articolate e ibride che testimoniano i nuovi rapporti tra individuo e comunità. Visitabile fino al 22 marzo 2020. Orari: dalle 11 alle 19, ma solo il sabato dalle 11 alle 22. Chiuso il lunedì.

"Gio Ponti. Amare l’architettura"

Si potrà vistare fino al 26 aprile 2020 la mostra al Maxxi “Gio Ponti. Amare l’architettura”. A 40 anni dalla scomparsa, si tratta del racconto dell’attività poliedrica di un architetto che fu anche designer, art director, scrittore, poeta, critico, artista integrale a 360 gradi. Con materiali archivistici, modelli, fotografie, libri, riviste e oggetti, si ricostruisce il percorso di questo grande protagonista del ‘900.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24