Roma, 76enne ucciso a martellate in azienda: figlio confessa omicidio

Lazio

A scoprire il corpo è stata la figlia della vittima, che da questa mattina che non aveva notizie del padre. Indaga la polizia 

Un uomo di 76 anni è stato trovato senza vita nella propia azienda in via Soriso a Roma, in zona Aurelio. Stando alle prime informazioni l'imprenditore sarebbe stato ucciso con dei colpi di martello alla testa. Secondo fonti di polizia, il figlio, un 38enne con precedenti, avrebbe confessato di essere il responsabile dell'omicidio. Alla base dell'omicidio potrebbero esserci attriti familiari e questioni economiche. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Aurelio e della Squadra Mobile, che indagano sull'accaduto. L'uomo è stato ritrovato a terra, all'interno della ditta che produce infissi, in un lago di sangue. A trovare il corpo è stata la figlia della vittima, che da questa mattina che non aveva notizie del padre.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24