Mostre a Roma: cosa fare nel weekend del 2-3 novembre

Lazio

La mostra "Valadier. Splendore nella Roma del Settecento" è allestita alla Galleria Borghese ed è visitabile fino al 2 febbraio 2020 

L’esposizione "Sicilians. Fotografi siciliani sparsi nel mondo", del fotoreporter calatino Roberto Strano, è composta da 60 fotografie che ritraggono grandi nomi della fotografia siciliana: da Letizia Battaglia a Enzo Sellerio, da Ferdinando Scianna e Giuseppe Tornatore.

Mostre ed eventi che inaugurano a Roma questa settimana

"Valadier. Splendore nella Roma del Settecento"

Inaugurata mercoledì 30 ottobre, la mostra "Valadier. Splendore nella Roma del Settecento", allestita alla Galleria Borghese, è visitabile fino al 2 febbraio 2020. Un percorso tra luminosità e sfarzo che documenta, attraverso 87 opere del grande artista orafo, argentiere e bronzista, la sua vasta ed eterogenea produzione ma anche la nascita e l’affermarsi del nuovo stile neoclassico.

"Corrispondenze"

Chiuderà l’8 novembre la collettiva "Corrispondenze" nelle sale del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Nel percorso espositivo 16 artisti italiani - da Justin Bradshaw a Ciro Palumbo, da Alessandra Rovelli a Massimo Lagrotteria - ricercano rimandi e affinità con la grande tradizione figurativa etrusca utilizzando linguaggi e tecniche differenti.

"Sicilians. Fotografi siciliani sparsi nel mondo"

Fino all’11 novembre a Palazzo Merulana si potrà visitare la mostra "Sicilians. Fotografi siciliani sparsi nel mondo" del fotoreporter calatino Roberto Strano. La mostra presenta 60 fotografie che ritraggono grandi nomi della fotografia siciliana, da Letizia Battaglia a Enzo Sellerio, da Ferdinando Scianna e Giuseppe Tornatore.

Mostre ed eventi in corso a Roma a ottobre 2019

"Mary Poppins" il musical

Fino al 6 gennaio 2020 al Teatro Sistina si potrà assistere al musical "Mary Poppins". Una produzione firmata da due giganti del genere come Cameron Mackintosh e Thomas Schumacher per Disney Theatrical Productions, su libretto del Premio Oscar Julian Fellowes e presentata in Italia da WEC - World Entertainment Company con la regia di Federico Bellone, che arriva nella Capitale dopo i 200mila spettatori di Milano (dove tornerà dal 30 gennaio 2020). Cuore dello show, anzi, come dice la scenografa, “protagonista quanto Mary e Bert” è poi la grande casa della famiglia Banks, che vedremo girare su stessa, indietreggiare, muoversi e svelarsi in ogni angolo. Orari: dal giovedì al sabato ore 20:30; sabato e domenica ore 16.

"Il corpo umano tra arte, scienza e cinema", tre mostre al Palazzo delle Esposizioni

Il meraviglioso funzionamento del corpo e dei suoi ingranaggi, l’illusione di conoscerne ogni segreto, il confine sottile tra arte e scienza nel desiderio di ricrearne la perfezione, il movimento e l’espressività: ruotano attorno al fascino misterioso dell’organismo umano e alle sue trasformazioni le tre mostre inaugurate il 22 ottobre al Palazzo delle Esposizioni, intitolate "Sublimi anatomie" (fino al 6 gennaio 2020), "La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium" (fino al 6 gennaio 2020) e "Katy Couprie. Dizionario folle del corpo" (fino al 16 febbraio 2020).

Al Maxxi l’uomo tra sacro e inquietudine

Al Maxxi fino all’8 marzo 2020 è allestita la collettiva "della materia spirituale dell’arte", a cura di Bartolomeo Pietromarchi, che riunisce le opere di 19 artisti contemporanei relazionandole con 17 reperti archeologici etruschi, romani e di produzione laziale. In una sorta di continuità si pone il focus su Enzo Cucchi, allestito fino al 19 gennaio 2020 e a cura di Eleonora Farina, in cui l’artista è protagonista con un’unica scultura in marmo, che ritrae un putto, al cui alluce è aggrappato uno scorpione. La stessa tensione verso la dimensione spirituale si ritrova, come a chiudere un cerchio, anche nel nuovo allestimento della Galleria 1.

"Canova. Eterna bellezza" a Palazzo Braschi

Fino al 15 marzo 2020 a Palazzo Braschi è possibile visitare "Canova. Eterna bellezza". A cura di Giuseppe Pavanello, l’esposizione indaga il rapporto che tra ‘700 e ‘800 legò lo scultore veneto alla città di Roma attraverso ben 170 opere - tra sculture, disegni, gessi, modellini, bozzetti, del maestro e di artisti a lui contemporanei - distribuite in 13 sezioni. Del resto, quella tra l’artista e la città fu davvero una storia d’amore che il percorso può raccontare anche grazie a importanti prestiti, come quelli provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo.

"Arte Virtuale – Van Gogh + Monet Experience"

Fino al 6 gennaio 2020, a Videocittà a Roma, si potrà visitare "Arte Virtuale – Van Gogh + Monet Experience". Si tratta di un viaggio nel tempo alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato i due giganti della pittura. Grazie alla tecnologia VR il visitatore sarà immerso a 360 gradi nei paesaggi, nei colori, nelle atmosfere, ai tempi di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all'interno del quadro. L’esperienza, per la prima volta a Roma, è totalizzante: il visitatore viene preso per mano e guidato in un percorso culturale tra reale e virtuale alla ricerca di emozioni nuove e delicate, aprendo la mente verso sensazioni mai provate prima: colori, impressioni, sentimenti. La mostra, prodotta e distribuita a livello internazionale da Next Exhibition, è composta da quattro momenti.

Mostre da non perdere nel resto del Lazio

"La Castagnata" a Paganico Sabino

A Paganico Sabino, in provincia di Rieti, è in programma per domenica 3 novembre la tradizionale “Castagnata”, uno degli eventi più attesi dell’anno. Una manifestazione dedicata a un frutto della natura e rispettosa della natura stessa, totalmente plastic free per minimizzare il suo impatto sull’ecosistema. A partire dalle 12:30 saranno servite in tavola le castagne rigorosamente locali da gustare nel classico cartoccio insieme alla pasta fatta in casa, alle salsicce, alle bruschette e a un buon bicchiere di vino rosso.

Eventi per bambini a Roma

"Living dinosaurs"

Fino al 6 gennaio 2020 i bambini, accompagnati dalle loro famiglie, potranno visitare a Videocittà "Living dinosaurs" e intraprendere un viaggio nel passato. Ogni dinosauro presenta movimenti, colori e suoni realistici, offrendo incontri di "vita quotidiana" con queste enormi creature. Il team di esperti ha lavorato alla creazione di ogni singolo dinosauro considerando i minimi dettagli. Display illustrati e pannelli informativi spiegano la storia dei dominatori della terra di milioni di anni fa con un linguaggio semplice, di facile comprensione e apprendimento per tutti. La mostra osserva le caratteristiche di un bioparco, per una passeggiata tra i diversi habitat di ogni dinosauro, proprio come nel celebre film "Jurassic Park".

"Dinosauri in carne e ossa" nell’Oasi WWF di Fregene

Fino al 10 novembre (dalle 10 alle 19) si potrà vivere un’esperienza suggestiva per riflettere sulla caduta dell’asteroide che ha provocato la scomparsa dei dinosauri mesozoici e sull’impatto spesso negativo che l’uomo ha sulla natura. Una mostra aperta a famiglie con bambini e non solo, per capire i meccanismi che hanno causato l’adattamento o l’estinzione di alcune specie come quella dei dinosauri mesozoici.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24