Droga, arrestata per spaccio a Roma: prendeva reddito di cittadinanza

Lazio
Immagini di archivio (Agenzia Fotogramma)

Una 46enne è stata processata con rito direttissimo per traffico di cocaina: sequestrati 38 grammi di sostanza stupefacente, scatole di amminoacidi per il taglio, un bilancino di precisione, un tirapugni, un cellulare e denaro proveniente dall'attività illegale 

La guardia di finanza del comando provinciale di Roma ha arrestato una 46enne residente nella Capitale con l’accusa di traffico di sostanze stupefacenti, processata, poi, con rito direttissimo. La donna aveva trasformato un circolo ricreativo che aveva in gestione (attrezzato con un sofisticato sistema di videosorveglianza per monitorare costantemente l’ambiente esterno e fronteggiare eventuali irruzioni delle forze dell’ordine) in una centrale di spaccio di cocaina.

La perquisizione nel circolo ricreativo

I militari del Terzo Nucleo Operativo Metropolitano di Roma si sono incuriositi per un via vai di avventori all'interno del circolo ricreativo, ed è così scattata la perquisizione all'interno. Sono stati trovati e sequestrati 38 grammi di cocaina (per un complessivo di 155 dosi confezionate e già pronte per da vendere), un tirapugni, un bilancino di precisione, un telefono cellulare, varie scatole di amminoacidi per il taglio della sostanza stupefacente e, infine, denaro contante che molto probabilmente è stato ottenuto grazie all'attività illecita della donna. L’autorità giudiziaria ha anche denunciato un collaboratore della 46enne che la aiutava nella cessione delle dosi ai clienti. Alla donna, infine, è stato sospeso il reddito di cittadinanza.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24