Aeroporto di Fiumicino, sequestrati 2,8 milioni di euro a 3 passeggeri

Lazio

I tre stavano per partire per Hong Kong con l'ingente somma di denaro contante nascosta nelle valigie. Le banconote, di vario taglio, erano avvolte in carta da giornale 

Tre uomini di origine cinese, in procinto di lasciare l'Italia alla volta di Hong Kong senza aver dichiarato il denaro contante in loro possesso pari a circa 2,8 milioni di euro, sono stati intercettati dai finanzieri del Comando provinciale di Roma con la collaborazione di personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli all'Aeroporto "Leonardo da Vinci" di Fiumicino. Il denaro è stato sequestrato e la loro posizione è ora al vaglio dell'autorità giudiziaria.

Il sequestro

Agli occhi dei militari del Gruppo di Fiumicino e dei funzionari doganali intenti a monitorare le liste dei passeggeri in partenza e in arrivo in Italia non sono sfuggiti i frequenti viaggi, a distanza ravvicinata, di tre passeggeri orientali i quali, una volta raggiunti al gate d'imbarco, non hanno saputo fornire risposte convincenti. A quel punto sono scattati controlli più approfonditi, sfociati nell'ispezione dei bagagli già imbarcati, durante i quali sono stati rinvenuti i contanti, avvolti con della carta di giornale e da pacchi, in banconote di vario taglio in blocchi del valore di 940.000, 760.000 e 1.010.000 euro.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24