Roma, rapina ed estorsione: presi tre membri di una baby gang

Lazio

Sono stati identificati i componenti della baby gang che nei mesi giugno e luglio avevano messo a segno una serie di rapine nel quartiere romano Appio Claudio 

Sono stati identificati i componenti della baby gang che nei mesi giugno e luglio ha messo a segno una serie di rapine nel quartiere romano Appio Claudio, prendendo di mira coetanei e minorenni. A terrorizzare i ragazzini, costretti con le minacce a consegnare biciclette o contanti, erano un ragazzo appena diciottenne, un 16enne e un giovane di etnia rom di soli 13 anni, considerato il capo del gruppo.

Le indagini

Gli agenti del Commissariato di polizia Tuscolano sono riusciti a individuare i tre giovani grazie alla denuncia di due vittime, che hanno fornito elementi utili all'identificazione dei componenti della baby-gang. I tre riuscivano con le intimidazioni a convincere le vittime a non raccontare nulla ai genitori e alle forze dell'ordine, tuttavia due di loro hanno avuto il coraggio di denunciare.

I provvedimenti

Al 18enne è stato notificato un ordine di custodia cautelare in carcere, su disposizione della Procura di Roma, per i reati di rapina aggravata e tentata estorsione. Nei confronti del 16enne la Procura di Roma presso il Tribunale per i minorenni ha disposto l'obbligo della permanenza in casa con le stesse accuse, mentre il 13enne ritenuto a capo della baby gang, non essendo imputabile per via dell’età, è stato segnalato all'Autorità Giudiziaria competente.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24