Fiumicino, arrestato uno dei soci di El Chapo

Lazio
El Chapo

Ramon Cristobal Santoyo, 43 anni, è stato subito trasferito in carcere a Regina Coeli. Le autorità americane hanno ora richiesto a quelle italiane la sua estradizione, che dovrebbe avvenire a breve

All'aeroporto di Fiumicino il 20 agosto è stato arrestato il narcotrafficante Ramon Cristobal Santoyo, socio di El Chapo, considerato uno dei più importanti trafficanti di cocaina tra il Messico e gli Stati Uniti per conto del noto cartello messicano di Sinaloa. La notizia è stata riportata questa mattina anche su Il Messaggero.

Chi è Ramon Cristobal Santoyo

L'uomo, 43 anni, conosciuto anche con lo pseudonimo di dottor Wagner, quando lo hanno arrestato si stava imbarcando dallo scalo romano su un aereo di linea dell'Air Mexico diretto a Parigi, per poi proseguire verso Città del Messico. Ramon Cristobal Santoyo si sarebbe imbarcato come un qualsiasi viaggiatore diretto verso un Paese Schengen: quindi, non sottoposto a controlli documentali. Motivo per il quale gli agenti lo hanno aspettato all'imbarco, sotto bordo dell'aereo, controllando cosi ogni singolo passeggero che saliva a bordo. A quanto si è appreso da fonti investigative, il narcotrafficante dopo l'arresto è stato subito trasferito in carcere a Regina Coeli, a Roma. Le autorità americane hanno ora richiesto a quelle italiane la sua estradizione, che dovrebbe avvenire a breve.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24