Palestrina, disinnescato ordigno della seconda guerra mondiale

Lazio
Foto di archivio (ANSA)

L’operazione è stata portata a termine con successo questa mattina dagli specialisti del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma. A loro ha rivolto il suo ringraziamento il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo 

È stato disinnescato questa mattina, nel comune di Palestrina (Roma), un ordigno bellico di 250 libbre risalente alla seconda guerra mondiale. L’operazione di bonifica è stata portata a termine con successo dagli artificieri dell’Esercito italiano, ai quali il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, ha voluto rivolgere i suoi ringraziamenti.

La nota del sottosegretario

"Grazie agli artificieri dell’Esercito intervenuti questa mattina nel comune di Palestrina", si legge nella nota. "Un’operazione delicata - continua -, la rimozione delle due spolette, eseguita dagli specialisti del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma. I nostri ragazzi sono addestrati a farlo e hanno più volte eseguito simili interventi in Italia e all'estero. Un grande lavoro di squadra tra Esercito, Prefettura e Questura". Tofalo ha poi sottolineato le grandi capacità di questi assetti "unici per le competenze e la professionalità che - conclude - consentono di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza, in caso di pubbliche calamità e per la bonifica dei residuati bellici".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24