Aggredisce agenti armato di coltello: arrestato 28enne a Civitavecchia

Lazio
Immagine di archivio (ANSA)

L’uomo si aggirava per le strade nella notte con una lama di 45 centimetri in mano. Alla vista delle forze dell’ordine ha tentato la fuga ma è stato fermato dai poliziotti, rimasti feriti nella colluttazione. Si è reso necessario anche l’intervento dei carabinieri 

Un 28enne tunisino, irregolare sul territorio italiano e con precedenti, è stato arrestato dopo aver aggredito due poliziotti a Civitavecchia, in provincia di Roma.
Gli agenti erano intervenuti per fermare il giovane in seguito a una segnalazione giunta alle 3:30 della notte di oggi, sabato 7 settembre, che informava della presenza di un uomo che si aggirava per le strade con un coltello di 45 centimetri in mano.

I due poliziotti sono rimasti feriti nella colluttazione

Il tunisino è stato rintracciato dalla volante della polizia in via Don Milani. Alla vista delle forze dell’ordine il 28enne ha cercato di fuggire e, una volta raggiunto, ha tentato di accoltellare gli agenti. Nella colluttazione un poliziotto è rimasto ferito, oltre che dalla lama, anche da un morso del tunisino. La collega, scaraventata a terra, ha riportato l'infrazione di una vertebra con una prognosi di 30 giorni.

Il 28enne è stato disarmato e arrestato

I due agenti, seppur feriti, sono comunque riusciti a disarmare lo straniero. Immediatamente dopo è giunta in ausilio una pattuglia della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia grazie alla quale il ragazzo è stato definitivamente fermato e posto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Il coltello, di quelli solitamente usati nelle macellerie, è stato sequestrato insieme con uno smartphone, che il 28enne aveva buttato durante il tentativo di fuga.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24