Roma, blocco di tufo si stacca da acquedotto a Porta San Giovanni

Lazio
Foto di archivio (Fotogramma)

La porzione crollata misura circa 50 centimetri. Il distacco si è verificato sulla sommità della struttura. Caduti anche pezzi di marmo e mattoni romani. La strada è stata transennata dai vigili del fuoco intervenuti sul posto

Paura questa mattina a Roma, quando un blocco di tufo di circa 50 centimetri si è staccato dalle mura dell'acquedotto romano, all'altezza degli archi di piazza di Porta San Giovanni, nel centro della Capitale. Dalle primissime informazioni, pare che il distacco sia avvenuto sulla sommità dell'antica struttura. A cadere anche porzioni di marmo e mattoni romani. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ,i tecnici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e agenti di polizia di Roma Capitale, che hanno effettuato alcune verifiche a scopo precauzionale. È stato disposto un transennamento di circa 30 metri. Interdetto il transito sia veicolare che pedonale delle tre arcate.

Cedimento forse dovuto al maltempo

Il distacco, fa sapere la sovrintendenza in una nota, ha interessato "un pezzo di circa 50 cm della cornice in travertino del rivestimento del fornice laterale sinistro lato Piazza San Giovanni. Dai primi accertamenti, sembra che il cedimento sia dovuto ai gravi fenomeni atmosferici di questi ultimi giorni". "Per ragioni di sicurezza - si legge - oltre all'interdizione del fornice principale della porta si è proceduto all'interdizione anche di quelli laterali. A breve, sarà realizzato da parte della Sovrintendenza Capitolina, in collaborazione con le Direzioni tecniche dei Municipi I e VII, un intervento di messa in sicurezza per provvedere alla riapertura dei varchi e alle conseguenti opere di consolidamento dei fornici".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24