Fiumicino, sequestrati 1500 ricci di mare prelevati illegalmente

Lazio

Alcune squadre della Capitaneria di Porto di Roma hanno colto in flagrante dei pescatori di frodo che stavano catturando gli animali 

Nella notte di venerdì 18 luglio, alcune squadre della Capitaneria di Porto di Roma hanno sorpreso dei pescatori di frodo che, muniti di bombole per l'ossigeno, stavano prelevando abusivamente ricci di mare a Fiumicino. Gli animali, circa 1500, ancora vivi al momento dell'intervento delle autorità, sono stati sequestrati e immediatamente ributtati in mare.

Il commento del sindaco di Fiumicino

A dare notizia del sequestro è stato il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. “Ringrazio il Comandante Filippo Marini e i suoi uomini che quotidianamente monitorano e controllano di giorno e di notte le nostre spiagge e il nostro mare per contrastare abusi e reati di vario tipo - ha dichiarato Montino -. È inammissibile - ha proseguito il primo cittadino - che alcune persone, provenienti persino da altre regioni, decidano di venire nel Comune di Fiumicino a depauperare il nostro habitat marino”.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24