Roma, Raggi: “Faremo la cerimonia d'addio per la neonata morta”

Lazio

La proposta è stata fatta dall’associazione Salvamamme, che, spiega la presidente Grazia Passeri, “da oltre vent’anni si occupa di infanticidio e parto anonimo” 

Dedicare una cerimonia di commiato alla neonata trovata morta ieri, sabato 6 luglio, nel Tevere a Roma: è questa la proposta fatta alla sindaca Virginia Raggi, che ha accettato, dall’associazione Salvamamme, che, spiega la presidente Grazia Passeri, “da oltre vent’anni si occupa di infanticidio e parto anonimo invitando alla collocazione di adesivi plurilingue sui cassonetti, che, insieme agli autobus, sono i luoghi più adatti per dare informazioni sulla possibilità di partorire in anonimato”.

L'appello alla sindaca Virginia Raggi

"Sindaca Raggi, Salvamamme le chiede un atto di amore per questa piccola, perché un bimbo di nessuno è un bimbo di tutti. Diamole un abbraccio, facciamo sì che idealmente sia il cuore di Roma a riscaldarla, a rivestirla, e a restituirle dignità - è l'appello alla sindaca della presidente di Salvamamme -. L'Associazione chiede che ai neonati che sono passati dalla vita alla morte come un rifiuto e senza un abbraccio venga dedicata una cerimonia di commiato, così che la città possa piangere e cullare idealmente queste creature. Per l'occasione - conclude Passeri - le nostre nonne faranno una copertina a maglia tutta per loro".

La risposta della sindaca

"Accolgo la richiesta del presidente di Salvamamme sul dedicare la cerimonia di addio alla piccola neonata abbandonata nel Tevere. Una tragedia che ha sconvolto tutti. Importante informare sulla possibilità di partorire in anonimato. Roma abbraccia il piccolo angelo e non lo dimenticherà", ha scritto Raggi sui social.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24