'Ndrangheta a Roma, maxi sequestro da 120 milioni di euro

Lazio
Foto di Archivio (ANSA)

Tra i nomi degli ndranghetisti colpiti dal provvedimento emergerebbero Scriva, Morabito, Mollica, Velonà e Ligato. Sono state accertate "pesanti infiltrazioni" in molti settori produttivi

Maxi sequestro a Roma da parte della polizia per un valore complessivo di oltre 120 milioni di euro, nei confronti di esponenti di spicco della criminalità organizzata calabrese radicata nella Capitale e provincia già dagli anni '80. Tra i beni sequestrati 173 immobili tra Roma, Rignano Flaminio, Morlupo, Campagnano Romano, Grottaferrata e altre province italiane.

Il sequestro

Si tratta di oltre 170 immobili, tra cui ville con piscina, 40 aziende, sette supermercati di una grossa catena di distribuzione, di cui uno nel quartiere Trieste, ma anche 4 allevamenti di bestiame, una gioielleria in zona Prati, una Ferrari, un contratto di una rete di imprese costituita tra 50 aziende, e un fondo patrimoniale da 100mila euro finanziato dalla Regione Lazio che si era recentemente aggiudicata. Secondo gli inquirenti sono riconducibili a cinque esponenti di vertice del gruppo laziale della 'ndrina Morabito-Mollica-Palamara-Scriva, tre dei quali condannati in via definitiva per associazione di tipo mafioso. Secondo l'accusa, avrebbero replicato il modello della 'Ndrangheta a nord di Roma, impossessandosi di pezzi di economia quando imprenditori in difficoltà economiche si rivolgevano a loro per avere liquidità. Sono state accertate "pesanti infiltrazioni" in molti settori produttivi tramite prestanomi tra cui un nipote di Enrico Nicoletti, ritenuto il cassiere della "Banda della Magliana". Inoltre, è stato sequestrato anche un contratto di rete di imprese, costituito tra 50 aziende, e un fondo patrimoniale da 100mila euro finanziato dalla Regione Lazio.

Chi sono gli ndranghetisti

Tra i nomi degli ndranghetisti colpiti dal provvedimento emergerebbero Scriva, Morabito, Mollica, Velonà e Ligato. All'operazione stanno partecipando oltre 250 agenti della polizia. Oltre alla questura di Roma sono coinvolte altre 10 questure.

Le dichiarazioni di Matteo Salvini

"Grazie alle forze dell'ordine e agli inquirenti. Ieri ero stato in Calabria per promettere tolleranza zero contro i clan: arresti e sequestri sono la risposta migliore a chi ci chiede pulizia e legalità", le parole del vicepremier e ministro degli Interni, Matteo Salvini.

Le parole di Nicola Morra

"Centosettantatrè immobili sequestrati per un valore di 120 milioni di euro ai danni della 'ndrangheta a Roma. Eppure c'era chi sosteneva che a Roma non ci fosse la mafia. Quando lo Stato c'è non ce nè per nessuno. Neppure per la mafia". Lo ha scritto su Twitter il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra. 

Parla il questore

"Oggi è la più grande operazione in tema patrimoniale mai eseguita dalla polizia di Stato". Lo ha detto il Questore di Roma, Carmine Esposito, nel corso della conferenza stampa. "Questa è una giornata importante. Con le nostre attività vogliamo essere al servizio del nostro Paese e della nostra gente", ha aggiunto.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24