Roma, violenza in famiglia: aggredisce la moglie e tenta di uccidere la figlia, arrestato

Lazio

Tragedia sfiorata nella periferia della Capitale, dove un uomo di 32 anni è stato bloccato dalla Polizia per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia 

A Roma, un uomo di 32 anni è stato arrestato dalla Polizia per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia.
La tragedia è stata sfiorata nella serata di lunedì 1° luglio a Largo Ferruccio Mengaroni, zona periferica della Capitale. Secondo quanto ricostruito dalle autorità, l’uomo è arrivato presso l’abitazione dell’ex moglie, in cui vive anche la figlia, suonando insistentemente al citofono mentre chiedeva denaro e insultava l’ex coniuge.
A un certo punto, la ragazza, 14enne, ha rimproverato il padre, che, infuriato, ha raggiunto l’interno dell’appartamento, scagliandosi prima contro la figlia, tentando di buttarla giù dalla finestra, e poi contro l’ex moglie, afferrandola per il collo.

La fuga e l’arresto

Dopo le violenze perpetrate nei confronti dell’ex moglie e della figlia, il 32enne si è dato alla fuga. Sul posto è intervenuta la Polizia. L’uomo è stato intercettato e subito bloccato all’ingresso del condominio. Accompagnato negli uffici del Commissariato Casilino, l’uomo è stato arrestato per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia e poi trasportato a Regina Coeli. Madre e figlia, portate subito in ospedale, sono state dimesse poco dopo: la prima, con cinque giorni di prognosi a causa di un trauma contusivo alla base del collo, la seconda con un giorno per trauma da aggressione.

Roma: I più letti