Fiumicino, rimosso il relitto di un'imbarcazione affondata nel Tevere

Lazio

È il secondo intervento nel giro di una settimana. Rientra in un programma che punta a ripulire il fiume dagli ostacoli che rappresentano un pericolo per la navigazione, oltre che una minaccia per l'ambiente

Proseguono i lavori di ripulitura delle acque del Tevere. A Fiumicino è stato rimosso un altro relitto semiaffondato, che giaceva pericolosamente nel tratto di fiume compreso tra Capo Due Rami e l'abitato. L'operazione, coordinata dalla Capitaneria di Porto, sotto la direzione del Comandante Filippo Marini, con la collaborazione del Comune di Fiumicino, è servita per rimuovere un'imbarcazione di circa 18 metri e ben 10 tonnellate di peso.

Acque più navigabili e sicure

Si tratta del secondo intervento nel giro di una settimana e rientra in un programma che punta a ripulire il fiume dalle imbarcazioni abbandonate o affondate, che rappresentano un pericolo per la navigazione, oltre che una minaccia per l'ambiente.
Le operazioni, con oneri a totale carico della proprietà dello scafo, sono state condotte da una ditta specializzata, secondo un piano di recupero preventivamente autorizzato dalla Capitaneria, al fine di garantire il mantenimento dei massimi standard di salvaguardia ambientale e di tutela della navigazione.

Roma: I più letti