Roma, Casamonica: chiesto rinvio a giudizio per 63 persone legate al clan

Lazio
casamonica-ansa

Tra i reati contestati anche l'associazione mafiosa dedita al traffico e allo spaccio di droga, all'estorsione, l'usura e la detenzione illegale di armi

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per 63 persone, tutte legate al clan Casamonica, attivo nell'area est della Capitale. Tra le accuse avanzate dal pm, Giovanni Musarò, nei confronti degli indagati, a vario titolo, anche l'associazione mafiosa dedita al traffico e allo spaccio di droga, all'estorsione, all'usura e alla detenzione illegale di armi. Nelle prossime settimane sarà fissata l'udienza preliminare per il procedimento, in cui confluiscono le indagini, e i conseguenti arresti e sequestri, svolte negli ultimi quattro anni.

Roma: I più letti