Roma, famiglia capo baby gang minaccia altri 2 membri e loro parenti

Lazio

Gli indagati terrorizzavano, anche con pestaggi e rapine, i membri delle famiglie di due complici del loro figlio: volevano che ritrattassero alcune dichiarazioni sulle responsabilità del minorenne, arrestato nel 2017

La polizia del commissariato Primavalle, a Roma, ha eseguito ieri, mercoledì 12 giugno, quattro misure nei confronti di altrettanti membri di una famiglia, il cui figlio era a capo di una baby gang. Gli indagati terrorizzavano con minacce e violenze altri due membri della baby gang, le loro rispettive madri e altri parenti, per costringerli a ritrattare le loro dichiarazioni sulle responsabilità del figlio leader, arrestato nel 2017.

La denuncia

Le vittime si sono decise a denunciare quando gli atteggiamenti persecutori sono sfociati in pestaggi e rapine. Gli investigatori del commissariato Primavalle, diretto da Tiziana Lorenzo, dopo aver raccolto testimonianze e referti medici, li hanno inviati all'autorità giudiziaria, che ha emesso tre ordinanze di custodia cautelare in carcere e un divieto di avvicinamento alle parti offese. 

Roma: I più letti