Nettuno, cade nello stagno del giardino di casa: muore bimbo di 2 anni

Lazio

È successo nella mattinata di sabato 8 giugno nel comune sul litorale romano. A trovare il piccolo, per il quale i soccorsi si sono rivelati inutili, è stato il padre. Ancora da accertare la dinamica dell’accaduto

Un bambino di due anni è morto annegato nella mattinata di sabato 8 giugno a Nettuno, sul litorale a sud di Roma, dopo essere caduto in un piccolo stagno nel giardino della villa in cui viveva. A trovarlo è stato il padre, che ha visto il piccolo a testa in giù nello stagnetto, grande circa tre metri.

La ricostruzione

L'allarme è scattato poco prima delle 9. Secondo una prima ricostruzione, il bambino sarebbe riuscito a spostare le sedie posizionate davanti al cancelletto della veranda proprio per evitare che il piccolo andasse in giardino da solo. Con in mano il retino, il bimbo è arrivato nei pressi dello stagno. Probabilmente si è sporto verso l'acqua per prendere i pesciolini, ma ha perso l'equilibrio, morendo annegato. 

Disposta l'autopsia

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il personale del 118 e la polizia. I soccorsi si sono però rivelati inutili. La salma è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria, ed è stata trasportata all'istituto di medicina legale di Tor Vergata per l'autopsia. Sulla vicenda sono in corso indagini dei poliziotti del commissariato di Anzio, che stanno accertando con esattezza quello che è accaduto nella villa per stabilire eventuali responsabilità. "Non ci siamo accorti che era uscito in giardino", avrebbe rivelato in lacrime agli agenti la madre, sconvolta.

Roma: I più letti