Roma, 21enne denuncia di essere stata stuprata da tre persone in uno sgabuzzino

Lazio

Sarebbe successo nella notte tra sabato e domenica, nei pressi di un locale vicino allo Stadio Olimpico. La Procura indaga per violenza sessuale di gruppo  

Una ragazza di origini etiopi di 21 anni ha denunciato di essere stata violentata da tre persone in uno sgabuzzino a pochi metri dalla discoteca Factory, situata a piazzale dello Stadio Olimpico a Roma, nella notte tra sabato 18 e domenica 19 maggio, intorno alle 4. La Procura di Roma indaga per violenza sessuale di gruppo. Il procedimento è coordinato dal procuratore aggiunto Maria Monteleone. La ragazza si è presentata in lacrime alla direzione del locale, dicendo di essere stata aggredita e abusata da tre persone. Sul luogo è intervenuta un'ambulanza del 118, che ha trasportato la giovane in ospedale dove i medici del pronto soccorso avrebbero riscontrato ferite compatibili con una violenza sessuale. Sulla vicenda indagano i poliziotti della Squadra Mobile di Roma.

La ricostruzione della serata

La studentessa, che vive in Italia da 15 anni, secondo quanto ricostruito finora dagli investigatori, avrebbe conosciuto in discoteca, dove era andata con alcuni amici, uno degli aggressori. L'uomo l'avrebbe invitata a ballare e i due sarebbero poi usciti insieme all'esterno del locale. A quel punto l'uomo sarebbe stato raggiunto da due amici: i tre avrebbero portato la ragazza in una stanza, una sorta di sgabuzzino attiguo alla discoteca e lì l'avrebbero violentata. Alla luce delle ferite riscontrate non è possibile stabilire se la giovane sia stata anche picchiata. Nel luogo dove è avvenuta la violenza non sono presenti telecamere, tuttavia sono al vaglio i circuiti di videosorveglianza ad ampio raggio. Gli investigatori inoltre stanno ascoltando gli amici della giovane.

Roma: I più letti