Roma, sequestro beni ai Casamonica: anche una cappella in un cimitero

Lazio

Inoltre, i militari hanno arrestato due persone per intestazione fittizia di beni e in un caso con l'aggravante del metodo mafioso. Raggi: "Con questa operazione altro duro colpo al clan"

Maxi sequestro di beni da oltre un milione e mezzo di euro a componenti della famiglia Casamonica. Il sequestro, eseguito dai carabinieri, ha riguardato vari conti correnti, un'auto, contanti, gioielli, molti dei quali rinvenuti nella disponibilità degli indagati durante le perquisizioni eseguite lo scorso 15 aprile nell'ambito dell'operazione "Gramigna bis". Fra i beni sequestrati anche una cappella funeraria gentilizia costruita nel cimitero di Ciampino e riconducibile ad alcuni appartenenti della famiglia.

Gli arresti

Inoltre, i militari hanno arrestato due persone per intestazione fittizia di beni e in un caso con l'aggravante del metodo mafioso. I nuovi arresti si inquadrano nel contesto delle indagini che hanno portato lo scorso 15 aprile alla notifica di un'ordinanza che disponeva misure cautelari per 23 persone.  

Il tweet della sindaca Raggi

"Sequestrati ai Casamonica beni per oltre 1,5 milioni di euro e addirittura una cappella gentilizia nel cimitero di Ciampino. Ringrazio i carabinieri e la DDA di Roma per questa operazione con cui si dà un ulteriore duro colpo al clan #NonAbbassiamoLoSguardo #FuoriLaMafiaDaRoma". Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Roma: I più letti