Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Roma, metro Barberini chiusa per scala mobile guasta

3' di lettura

È successo in mattinata. I treni transitano senza fermare. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione all'incidente

La fermata Barberini della metropolitana di Roma è stata chiusa stamani, giovedì 21 marzo, per il cedimento del gradino di una scala mobile interna alla stazione. I treni transitano senza fermare. Da ottobre è ancora chiusa un'altra stazione situata nel centro della Capitale, Repubblica, per un incidente sulla scala mobile nella quale rimasero feriti dei tifosi del Cska di Mosca. Secondo quanto si è appreso non ci sarebbero feriti ma la rottura del gradino, che si è accartocciato creando uno spazio vuoto, ha causato spavento fra i passeggeri: molti di loro, secondo i racconti di chi si trovava sulla scala mobile, sono stati costretti a saltare il gradino mancante per evitare di rimanere incastrati. (LE FOTO)

Il guasto

Il meccanismo che aziona il movimento si è subito bloccato per evitare conseguenze ai passeggeri. Il guasto si è verificato sulla scala mobile in uscita o risalita dalla stazione. L'incidente di ottobre, a Repubblica, si era verificato invece sulla scala in discesa. Oggi a Barberini nessuno, secondo quanto si apprende, si trovava sul gradino che si è rotto e coloro che stavano sulla scala, dopo il blocco, sono stati invitati a scendere.

Il sopralluogo dell'assessore Meleo

"C'è stata la rottura di un gradino delle scale mobili. Abbiamo visionato, sia con Metro Roma, che è l'azienda che si occupa della manutenzione effettiva di queste scale mobili, sia con Atac, tutta la situazione delle scale mobili della stazione - spiega l'assessore alla Mobilità di Roma, Linda Meleo, dopo il sopralluogo alla metro Barberini -. Vogliamo andare a fondo a questa vicenda e monitoreremo passo dopo passo tutte le attività poste in essere dall'azienda Metro Roma e da Atac. Il nostro obiettivo è ridare il servizio ai cittadini nel più breve tempo possibile".

La Procura di Roma ha aperto un'indagine

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione all'incidente. L'indagine, per ora senza ipotesi di reato, è stata affidata al procuratore aggiunto Nunzia D'Elia e al sostituto Francesco Dall'Olio, già titolari del procedimento sull'incidente avvenuto il 23 ottobre nella stazione Repubblica. Per quest'ultima inchiesta i magistrati di piazzale Clodio sono in attesa dei risultati di una consulenza tecnica che è stata affidata a una società specializzata, la quale ha proceduto alla rimozione della scala per verificare cosa sia avvenuto al di sotto della struttura.

Raggi: "Tempi di attesa inaccettabili, valuto revoca manutenzione"

"Sono inaccettabili i tempi di attesa per i pezzi di ricambio e le anomalie che si sono verificate in questi mesi sulle scale mobili. Andrebbe valutata la revoca del contratto che MetroRoma ha con l'azienda che si occupa della manutenzione delle scale mobili". Con queste parole la sindaca di Roma, a quanto si apprende, ha commentato con i suoi collaboratori la vicenda. I pezzi di ricambio per al scala mobile della fermata Repubblica sono attesi da mesi. Dopo la rottura della scala mobile, la sindaca ha anche convocato l'assessore alla Mobilità Linda Meleo e il presidente di Atac, Paolo Simioni.

Data ultima modifica 21 marzo 2019 ore 12:40

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"