Roma, arrestati i responsabili di rapine a farmacie e uffici postali

Lazio
carabinieri_volante_ansa

I carabinieri avevano già fermato un uomo, poi ritenuto coinvolto in altre rapine. Grazie al suo cellulare i militari hanno incastrato anche il complice, agli arresti domiciliari a Nola 

Sono stati arrestati dai carabinieri della stazione Roma Villa Bonelli due romani ritenuti responsabili di avere commesso, tra gennaio e febbraio, diverse rapine ai danni di esercizi commerciali, tra cui farmacie del quartiere Magliana e Portuense e un ufficio postale della Garbatella. Il provvedimento cautelare è stato emesso in seguito a indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, gruppo reati criminalità comune e reati gravi contro il patrimonio.

Le indagini dei carabinieri

Le indagini hanno origine a partire dal fermo di uno dei due rapinatori, eseguito dai carabinieri l'1 febbraio scorso. Erano stati trovati elementi probanti atti a dimostrare il suo coinvolgimento in un'altra rapina. Nella sua abitazione, in zona Magliana, erano stati trovati una pistola a salve, un casco e alcuni indumenti riconducibili ai reati contestati. Dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza di un altro esercizio commerciale rapinato si è riusciti ad attribuire al fermato la responsabilità della rapina.

L'arresto del complice

Il complice è stato successivamente individuato attraverso l'analisi del cellulare del primo indagato: i militari hanno riscontrato la presenza nella capitale del secondo uomo durante i giorni delle rapine. Il complice, infatti, sottoposto al regime di arresti domiciliari a Nola, e approfittando del beneficio di un permesso di quattro giorni ogni due settimane per recarsi nella casa familiare di Roma, in quelle occasioni commetteva le rapine.

Roma: I più letti