Roma, sgombero Baobab: decreto espulsione per 24 migranti

Lazio
8baobab-sgombero-roma-ansa

Al termine dei controlli all'Ufficio Immigrazione sono stati muniti di decreto di espulsione perché è “stata accertata l'irregolarità sul territorio nazionale” 

Sgomberati 24 migranti del presidio umanitario di Baobab Experience, alle spalle della stazione Tiburtina a Roma, durante l'operazione del 13 novembre. Al termine dei controlli all'Ufficio Immigrazione sono stati muniti di decreto di espulsione perché è “stata accertata l'irregolarità sul territorio nazionale”. Lo rende noto la Questura. Per quattro di questi, che sarebbero già colpiti da decreto di espulsione, è stato disposto l'accompagnamento nei Centri di Permanenza e Rimpatrio di Trapani e Potenza.

108 migranti rilasciati perché regolari

Complessivamente sono 132 i migranti, tutti uomini, portati il 13 novembre all’Ufficio Immigrazione della Questura per verificare la posizione sul territorio nazionale. Di questi 108, al termine degli accertamenti, sono stati rilasciati perché regolari. Al termine delle operazioni, l’area alle spalle della stazione è stata riconsegnata alla Rete Ferroviaria Italiana - RFI per la successiva bonifica - aggiunge la Questura.

Cos'è Baobab Experience

Si tratta di un gruppo di privati cittadini che dal 2015 offre sostegno, assistenza e cure ai migranti in transito da Roma. Inizialmente gli ospiti erano accolti all'interno del centro sociale Baobab di via Cupa, a Roma. Sgomberata quella sede, nel 2015, il gruppo si è costituito in associazione e ha continuato a offrire "prima accoglienza in strada, supportati da associazioni mediche e legali". "Sono quasi 80mila i migranti in transito a Roma che abbiamo accolto in questi anni al presidio umanitario di piazzale Maslax", nei pressi di Tiburtina, fa sapere Andrea Costa, coordinatore di Baobab Experience. 

Roma: I più letti