Roma, scoperti in casa grazie a una lite arsenale e oltre 100 reperti

Lazio
carabinieri_scuolabus_ansa

I Carabinieri sono intervenuti nell’abitazione di un 82enne per una lite in famiglia, scoprendo un arsenale e una collezione di reperti archeologici 

I Carabinieri della stazione di Torrimpietra, frazione di Fiumicino, sono intervenuti nell’abitazione di un 82enne, incensurato, dopo che il figlio dell’uomo aveva richiesto la loro assistenza dichiarando che il padre lo aveva minacciato con un’arma durante una lite. Una volta in casa, un appartamento alla periferia di Roma, i militari hanno scoperto un arsenale detenuto illegalmente e una collezione di reperti archeologici. L’anziano era in possesso di due pistole, un fucile e circa 50 munizioni, oltre ad altre armi, e di più di cento pezzi antichi, verosimilmente risalenti all’epoca romana. L’uomo deteneva inoltre un metal detector.

Le accuse

I militari hanno sequestrato armi, munizioni e reperti. Questi ultimi saranno visionati dai Carabinieri del Comando Tutela del Patrimonio Culturale in modo da valutarne l’autenticità e la rilevanza storica. L’anziano è stato denunciato alla Procura per minacce, ricettazione, detenzione abusiva di armi e impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

Roma: I più letti