Raid in bar, ascoltata la disabile che era stata picchiata

Lazio
casamonica_aggressione_ansa

Iniziata l’udienza nei confronti di Antonio Casamonica, uno dei 4 imputati per il raid al Roxy Bar, in un quartiere periferico della Romanina 

È iniziata questa mattina, al Tribunale di Roma, l’udienza nei confronti di Antonio Casamonica, una delle 4 persone imputate per il raid al Roxy Bar, in un quartiere periferico della Romanina, il primo aprile scorso. A essere ascoltata come testimone e a porte chiuse è stata la donna con disabilità picchiata all’interno del locale.

L'aggressione

Il pestaggio era avvenuto nel giorno di Pasqua in via Salvatore Barzilai alla Romanina. Due uomini, appena entrati nel Roxy bar, avevano preteso di essere serviti subito. Quando questo non era successo, avevano aggredito prima una giovane disabile, che li aveva ripresi per il loro comportamento, e poi il barista, titolare del locale, un 39enne di origine romena. Secondo la ricostruzione della Procura, Casamonica, Alfredo e Vincenzo furono gli autori materiali del pestaggio, mentre il nonno aveva cercato di intimidire le vittime a denuncia avvenuta, prima offendo loro denaro e poi con azioni minatorie.

Roma: I più letti