Francesco Boccia, chi è il nuovo Ministro agli Affari regionali

Politica

L’esponente del Pd nella scorsa legislatura era il presidente della Commissione Bilancio della Camera. Parlamentare dal 2008, è stato tra i firmatari della riforma della legge di bilancio e “inventore” della web tax

Docente universitario specializzato in economia aziendale, ma anche appassionato di calcio e attaccante nella squadra dei parlamentari. Francesco Boccia, neoministro agli Affari Regionali nel secondo governo Conte in quota Pd, si è fatto conoscere nella scorsa legislatura nel ruolo di presidente della Commissione Bilancio della Camera. È sposato con l'ex deputata forzista Nunzia De Girolamo, con la quale ha una figlia, Gea. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - TUTTI I MINISTRI DEL CONTE-BIS)

Le prime esperienze politiche

Nato a Bisceglie, in Puglia, nel 1968, Boccia è laureato in Scienze politiche con indirizzo economico-internazionale presso l'Università di Bari e ha ottenuto nel 1994 un MBA presso l'Università Luigi Bocconi di Milano. Dopo gli anni di consigliere economico accanto all'allora ministro dell'Industria Enrico Letta, ha avviato la sua carriera politica a Bari dove è stato assessore all'Economia. Tra i provvedimenti da lui voluti le tasse sulla casa differenziate a seconda delle fasce di reddito e l'accordo con alcune aziende per sperimentare il salario di inserimento per i giovani.

La passione per la tecnologia

Vicino alla corrente Pd che fa capo al governatore della Puglia Michele Emiliano, Boccia è stato anche candidato alle primarie del Partito democratico in Puglia nel 2005 e nel 2010, battuto in entrambi i casi da Nichi Vendola. Dal 2008 è parlamentare, con ruoli sempre di primo piano sulle tematiche economiche. È tra i firmatari della riforma della legge di bilancio e “inventore” della web tax. Boccia è infatti anche grande esperto di digitale e tra i promotori, nella sua Bisceglie, di Digithon, che mette in vetrina con un appuntamento a cadenza annuale le start-up digitali. Il 13 luglio 2019, durante l'assemblea nazionale, il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, lo ha nominato responsabile per l'Economia e la società digitale.

Politica: I più letti