Meloni al G20 di Bali con la figlia Ginevra: “Ho il diritto di fare la madre come ritengo”

Politica
©Ansa

La leader del governo italiano, che in Indonesia ha fatto il suo esordio tra i Grandi della Terra, ha portato con sé la bambina di 6 anni. Una decisione che ha provocato curiosità e polemiche. Meloni ha riposto con un messaggio sul suo profilo Facebook: “Spero basti per farvi occupare di materie più rilevanti e vagamente di vostra competenza”

ascolta articolo

Ha suscitato molta curiosità, e anche qualche polemica, la scelta di Giorgia Meloni di portare con sé al G20 di Bali la figlia Ginevra, di 6 anni. La leader del governo italiano, che in Indonesia ha fatto il suo esordio tra i Grandi della Terra, ha deciso di rispondere con un messaggio sul suo profilo Facebook. “Ho il diritto di fare la madre come ritengo”, ha scritto (G20: GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

Il messaggio di Meloni su Facebook

vedi anche

G20 Bali, la conferenza stampa di Giorgia Meloni al termine del summit

“Mentre torno a casa dalla due giorni di lavoro incessante per rappresentare al meglio l'Italia al G20 di Bali, mi imbatto in un incredibile dibattito sul fatto che sia stato giusto o meno portare mia figlia con me mentre andavo via per quattro giorni”, si legge nel post di Meloni. E ancora: “La domanda che ho da fare agli animatori di questa appassionante discussione è: quindi ritenete che come debba crescere mia figlia sia materia che vi riguarda? Perché vi do una notizia: non lo è. Ho il diritto di fare la madre come ritengo e ho diritto di fare tutto quello che posso per questa Nazione senza per questo privare Ginevra di una madre”. “Spero che questa risposta basti per farvi occupare di materie più rilevanti e vagamente di vostra competenza”, si conclude il messaggio.

Curiosità e polemiche

vedi anche

G20 Bali, la prima giornata di Meloni fra interventi e incontri. FOTO

Nelle scorse ore in tanti - sui giornali e sui social - hanno commentato la scelta di Meloni di portare con sé la bambina, avuta dal compagno Andrea Giambruno, per i 4 giorni in Indonesia. E, come sempre, le opinioni sono diversissime. C’è chi ha giudicato la scelta di Meloni stonata, visto che la maggior parte delle donne lavoratrici non può portare i figli sui luoghi di lavoro. Chi ha fatto notare come la leader italiana avesse di certo la possibilità - economica e organizzativa - di lasciare la bambina con qualcuno di fidato. Chi ha criticato la presenza di Ginevra in un momento in cui la madre era impegnata in un vertice così importante e senza pause. Dall’altra parte, c’è chi ha apprezzato la scelta di Meloni di portare a Bali la figlia e l’ha visto come un modo per rivendicare il suo essere madre oltre che premier. Altri hanno posto l’accento su quanto un gesto del genere possa aiutare a umanizzare i politici. Altri ancora l’hanno ritenuta una scelta comprensibile, per non stare troppi giorni lontana dalla bambina e godersi qualche momento libero con lei anche nei giorni frenetici del summit.

I precedenti

vedi anche

G20 Bali, Xi Jinping rimprovera il premier canadese Justin Trudeau

Ma Ginevra, che a Bali ha passato il tempo in cui la mamma-premier era impegnata nel G20 insieme alla baby sitter arrivata con loro dall’Italia, non è il primo caso del genere. Anche altri presidenti del Consiglio, in passato, hanno portato i figli in missioni internazionali. Nel 2019, ad esempio, il premier Giuseppe Conte partecipò al G20 di Osaka e in Giappone volò anche il figlio Nicolò di 11 anni. Matteo Renzi, invece, nel 2016 andò al G7 sempre in Giappone con la moglie Agnese e la figlia Ester, che all’epoca aveva 9 anni.

Politica: I più letti