Elezioni, Meloni a Salvini: "Scostamento di bilancio non è la soluzione"

Politica

La leader di Fratelli d’Italia: "Il punto di arrivo è il disaccoppiamento dei costi di gas ed energia, che è una misura strutturale". Salvini insiste: "È un'emergenza nazionale. Qui 1.350 panifici sono a rischio di chiusura"

ascolta articolo

"Lo scostamento del pareggio di bilancio non è la soluzione. È un pozzo senza fondo, sono soldi che regaliamo alla speculazione. Il punto di arrivo è il disaccoppiamento dei costi di gas ed energia, che è una misura strutturale". Lo ha detto Giorgia Meloni a Rtl 102,5, replicando a stretto giro a Matteo Salvini che, in contemporanea, intervendo a Radio24, reclamava lo scostamento del pareggio di bilancio per far fronte all'emergenza bollette (ELEZIONI: IL LIVEBLOG).

Le parole di Salvini

approfondimento

Elezioni del 25 settembre, come si vota: la guida facile

"Pare che ci si possa riconvocare anche dopo le elezioni perché questo governo fino a fine ottobre resta in carica. Mi rifiuto di pensare che un economista attento come Draghi non colga i segnali di sofferenza che arrivano dalle fabbriche, dai negozi, dagli artigiani", ha detto il leader della Lega. Salvini ha poi aggiunto: "Secondo me chi dice che possiamo aspettare due, tre mesi sbaglia. Questo vale per Fdi e per il Pd. È una emergenza nazionale. Qui 1.350 panifici sono a rischio di chiusura. Qui non rischiano solo le grandi imprese, rischiano tutti. Parlarne fra due mesi significa mettere oggettivamente a rischio il sistema produttivo".

Politica: I più letti