Berlusconi: "Tema premiership non mi appassiona. Senato? Non ho bisogno di ricompense"

Politica

Così il leader di Forza Italia in un’intervista al Corriere: “Non mi sembra che a sinistra abbiano indicato alcun candidato. Agli italiani interessano le nostre proposte per uscire dalla crisi”. E sulla presunta offerta della presidenza di Palazzo Madama: “Non sono in alcun modo interessato a quel ruolo”

ascolta articolo

Quello del candidato premier è "un tema che non mi appassiona. Non mi sembra che a sinistra abbiano indicato alcun candidato". Lo dice Silvio Berlusconi al Corriere della Sera, spiegando: "Io non riesco ad appassionarmi a questo problema, e non credo appassioni gli italiani. Agli italiani interessano le nostre proposte per uscire dalla crisi, per dare speranze ai giovani e sicurezza agli anziani, per ridurre le tasse e creare occupazione, per tagliare la burocrazia, per difendere l’ambiente". (VERSO IL VOTO, AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE)

"Presidenza Senato? Non ho bisogno di nessuna ricompensa"

approfondimento

Forza Italia, chi sono i fuoriusciti dal partito

Il leader di FI risponde sul fatto che gli sarebbe stata offerta la presidenza del Senato come “ricompensa” per la caduta del governo Draghi: "Ricompensa? Vuole scherzare? Io non ho bisogno di alcuna ricompensa", replica aggiungendo: "Naturalmente chi ha voluto indicarmi per la seconda carica dello Stato ha compiuto un atto di riguardo e di amicizia nei miei confronti che apprezzo particolarmente. Devo però aggiungere che non sono in alcun modo interessato a quel ruolo". Berlusconi, tra l'altro, spiega: "Giorgia Meloni sarebbe un premier autorevole, con credenziali democratiche ineccepibili, di un governo credibile in Europa e leale con l’Occidente. Allo stesso modo lo sarebbero Matteo Salvini, o un esponente di Forza Italia". 

Politica: I più letti