Addio a David Sassoli, Draghi: "Voce attenta e autorevole. Protagonista in Ue"

Politica

Il presidente del Parlamento europeo si è spento in ospedale l'11 gennaio. Tanti i messaggi di cordoglio di colleghi e amici. Dalla presidente della Commissione europea che ricorda "il caro amico", al presidente del Consiglio Ue Charles Michel: "Europeo sincero e appassionato". Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "La sua morte apre un vuoto nelle file di coloro che hanno creduto e costruito un'Europa di pace". Il premier: "Protagonista in Ue"

Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli (CHI ERAè morto nella notte dell'11 gennaio: era ricoverato in ospedale per una grave complicanza dovuta a una disfunzione del sistema immunitario. In tanti lo stanno ricordando come amico e personalità di primo piano per l'Ue. Sugli edifici delle istituzioni europee sventolano bandiere a mezz’asta in segno di lutto. Il premier Mario Draghi ha ricordato Sassoli in aula alla Camera come "una voce attenta e autorevole". Anche la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e il commissario per gli affari Ue Paolo Gentiloni hanno ricordato il politico oltre che l'uomo e l'amico che è stato per chi lo ha conosciuto. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "La sua morte apre un vuoto nelle file di coloro che hanno creduto e costruito un'Europa di pace". "Il suo calore umano, la sua generosità, la sua convivialità e il suo sorriso ci mancano già", ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Ue Charles Michel.

Draghi ricordando Sassoli: "Garbo, umanità, altruismo"

approfondimento

Sassoli, l'ultimo video per Natale: "Disuguaglianza non tollerabile"

"I primi ricordi che vengono in mente di David Sassoli sono il garbo, l'umanità, l'altruismo. La passione per la professione giornalistica, che lo ha reso uno dei volti più noti e amati fra tutti gli Italiani. Lo spirito civico e la capacità di ascolto, che lo hanno guidato nel suo percorso politico, e lo hanno fatto rispettare tanto dai compagni di partito quanto dagli avversari", ha detto il premier Mario Draghi in Aula alla Camera. "Voglio ricordare Sassoli soprattutto come uomo a servizio dell'Europa, delle sue istituzioni, dei suoi cittadini", ha aggiunto il premier, "Da Presidente del Parlamento Europeo, la sua rara capacità di combinare idealismo e mediazione lo ha reso protagonista di uno dei periodi più difficili della storia recente. Una voce attenta e autorevole, a difesa dei valori europei e dei diritti dei più deboli". "Nei suoi discorsi Sassoli ha disegnato la sua Europa: rappresentativa, efficace, solidale. È in Parlamento, che l'Europa cresce e si rafforza". 

Von Der Leyen: "Un grande europeo e italiano"

leggi anche

È morto David Sassoli, il presidente del Parlamento europeo

"Sono profondamente rattristata dalla morte di un grande europeo e italiano. David Sassoli è stato un giornalista appassionato, uno straordinario Presidente del Parlamento europeo e soprattutto un caro amico", ha detto in un tweet in italiano la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "I miei pensieri vanno alla sua famiglia. Riposa in pace, caro David".

Mattarella: "Profondo dolore per il popolo italiano e europeo"

"La scomparsa inattesa e prematura di David Sassoli mi addolora profondamente. La sua morte apre un vuoto - sono le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella - nelle file di coloro che hanno creduto e costruito un'Europa di pace al servizio dei cittadini e rappresenta un motivo di dolore profondo per il popolo italiano e per il popolo europeo. Il suo impegno limpido, costante, appassionato, ha contribuito a rendere l'assemblea di Strasburgo protagonista del dibattito politico in una fase delicatissima, dando voce alle attese dei cittadini europei". "Sassoli, con gli altri leader europei, ha saputo accompagnare - ha affermato il Capo dello Stato - una svolta decisiva per il futuro dell'Europa: dai diritti civili e sociali, al dialogo con gli altri Paesi, a partire dal Mediterraneo. Anche con l'impegno per la Conferenza sul futuro dell'Unione".

Gentiloni: "Leader democratico ed europeista"

vedi anche

David Sassoli, dal giornalismo alla guida dell’Europarlamento: chi era

"David Sassoli ci ha lasciato. Una notizia terribile per tutti noi in Italia e in Europa. Ricorderemo la tua figura di leader democratico ed europeista. Eri un uomo limpido, generoso, allegro, popolare. Un abbraccio alla famiglia. Riposa in pace", è il ricordo del commissario Ue agli Affari Economici Paolo Gentiloni, al quale si associa il presidente dell'Eurogruppo Pascal Donohoe: "Sono molto scioccato e triste dalla notizia della morte del presidente del Parlamento Ue David Sassoli. Le mie più profonde condoglianze alla famiglia, agli amici e ai colleghi del Parlamento europeo".

Charles Michel: "Triste e commosso"

leggi anche

Sassoli: "Ue di libertà e diritti" nel discorso di insediamento al Pe

Messaggi di stima e affetto sono arrivati da tutta l'Unione Europea. La prima vicepresidente del Parlamento europeo e deputata del Partito popolare europeo (Ppe), Roberta Metsola, si è detta "affranta" per la scomparsa di Sassoli. "L'Europa ha perso un leader, io ho perso un amico, la democrazia ha perso un campione. David Sassoli ha dedicato la sua vita a rendere il mondo un posto migliore e più giusto. Il suo Parlamento si unisce ad Alessandra, Giulio e Livia nel lutto per la loro perdita. Tutti i miei pensieri sono con loro", ha scritto su Twitter. Sullo stesso social c'è anche il messaggio del presidente del Consiglio Ue Charles Michel: "Triste e commosso per l'annuncio della morte di David Sassoli. Condoglianze sincere alla sua famiglia e alle persone a lui vicine".

Il cordoglio dell'Unione Europa

"È con grande dolore che annunciamo la scomparsa del Presidente David Sassoli. Le nostre più sentite condoglianze vanno alla sua famiglia e a tutti coloro che hanno avuto il piacere di lavorare con lui e di conoscerlo", è il messaggio pubblicato su twitter del portavoce del Parlamento europeo, Jaume Duch. "Sono profondamente rattristata dalla scomparsa del Presidente David Sassoli. David era devoto all’Europa - ha scritto su Twitter Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea - e ha sempre messo le persone al primo posto. Il mio pensiero va alla famiglia, agli amici e ai colleghi mentre piangiamo questa grande perdita”. "La morte del collega e amico David mi lascia sgomento e profondamente costernato. Con lui se ne va un Grande Presidente sia sotto il profilo politico che umano. Esprimo con affetto vicinanza alla sua famiglia. Riposa in pace David", così il vicepresidente del Partito popolare europeo, Antonio Tajani. "Sono profondamente addolorato per la scomparsa del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Abbiamo perso un devoto e convinto europeo. Sono stato onorato di lavorare con lui e il suo team sul bilancio Ue e il Next Generation Eu, dove i suoi ideali e principi sono molto presenti. Le mie più sincere condoglianze alla famiglia", sono le parole su Twitter del commissario europeo al Bilancio, Johannes Hahn. "Siamo estremamente tristi e scioccati per la scomparsa del presidente David Sassoli. Siamo senza parole. Era un vero ambasciatore europeo appassionato di un'Europa più unita e sociale". Così via Twitter il capogruppo del Partito popolare europeo all'Eurocamera, Manfred Weber.

Lo staff di Sassoli: "Ha combattuto e lavorato fino all'ultimo"

"Si può vivere e morire in tanti modi. David Sassoli ha combattuto e lavorato fino all'ultimo possibile istante, informandosi, partecipando attivamente alla causa del bene comune con curiosità e passione indomabili nonostante lo stato di salute sempre più precario, dopo la temporanea ripresa di qualche tempo fa". È quanto si legge in un post sulla pagina Facebook di David Sassoli pubblicato dal suo entourage, che evidenzia come "per il Presidente del Parlamento europeo, per il politico Sassoli, per l'uomo David nella sua dimensione privata, alla base di ogni azione, di ogni comportamento, di ogni scelta erano, assai ben saldi, i valori umani di riferimento: lealtà, coerenza, educazione, rispetto". "In questo momento così triste per tante e tanti cittadini italiani ed europei resta, intatta, la forza dei suoi insegnamenti e delle sue indicazioni: mai fingere, mai alimentare polemiche, spirali, pregiudizi, pettegolezzi, meschinità - scrivono i suoi collaboratori più stretti, che accompagnano le parole a una foto sorridente di Sassoli con una bandiera europea alle spalle -. Principi personali così profondi da plasmarne, con tratto inconfondibile, anche la pratica e probabilmente la stessa teoria dell'agire politico. Principi semplici quanto assolutamente inderogabili, da cui non deflettere in alcun caso. Per nessun motivo. Anche quando, recentemente, di fronte ai suoi gravi problemi di salute, si erano diffuse in rete deliranti malevolenze su Covid e affini, persino in quel momento la scelta di non replicare, di non inasprire i toni, gli era sembrata l'unica possibile. Paradigma di stile, riservatezza, sobrietà. E di una merce rara, nella temperie della politica contemporanea: l'autorevolezza. Politica e morale". "La fiducia che tante e tanti di voi riponevate in lui, se può esser di conforto, era ben riposta. La stima nei suoi confronti, altrettanto - ha evidenziato il suo staff -. Con David Sassoli l'Europa e l'Italia perdono un uomo delle istituzioni di primario livello, che credeva nella politica nella sua accezione più nobile, in un'Europa baluardo dei diritti e delle opportunità, nell'impegno a favore delle persone più deboli e indifese, nella lotta contro ogni forma di ingiustizia e prevaricazione, sempre con il sorriso". "Proprio vedersi salutare con un sorriso, così come con questa lieta immagine lui saluta noi, è la cosa che forse maggiormente potrebbe fargli piacere - hanno concluso i collaboratori -. Bello fossero tantissimi sorrisi... Addio, David. Grazie"

Il ricordo della politica italiana, Letta: "Uomo di visioni e principi"

"Le parole che non avrei mai voluto pronunciare. Per un amico unico, persona di straordinaria generosità, appassionato europeista. Per un uomo di visione e principi, teorizzati e praticati. Che cercheremo di portare avanti. Sapendo che non saremo all'altezza. #AddioDavid #Sassoli", ha scritto su twitter il segretario del Pd Enrico Letta. "È un giorno di grande tristezza per la perdita del Presidente Sassoli. Il pensiero e la preghiera sono con la sua famiglia e i suoi cari. Abbiamo avuto in lui un grande presidente, che con la sua testimonianza ha dato voce salda e accorata ai valori più alti che ci costituiscono insieme italiani ed europei. La sua voce, il suo impegno, restano ad accompagnarci e a ricordarci la strada, che è quella dell'Europa che ha amato e servito: un'Europa dei popoli, giusta e umana, un'Europa che fa vivere la speranza", sono le parole in un post su Facebook della ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti. "Un uomo brillante, altruista, al servizio delle Istituzioni. Amava il suo Paese e credeva fortemente nei valori europei. La morte del presidente David Sassoli ci addolora profondamente. Un grande abbraccio alla sua famiglia", è il post su Facebook del ministro degli esteri Luigi Di Maio. "È mancato, nella notte, il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Una gran brava persona, un avversario leale, un uomo onesto. A nome del partito dei Conservatori e Riformisti europei e di Fratelli d'Italia esprimo sincere condoglianze alla sua famiglia e alla sua comunità politica", ha dichiarato la presidente dei Conservatori europei (ECR Party) e di FdI, Giorgia Meloni.

Il ricordo dei leader del mondo

"Che triste notizia la scomparsa del presidente Sassoli", ha scritto su Twitter il premier spagnolo, Pedro Sánchez, ricordando il politico e giornalista italiano come "un amico progressista" e "un grande difensore dei valori europei". "Tutto il mio affetto per la famiglia e gli amici di David", ha concluso in italiano. "Profondamente rattristato per la morte di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo. Un combattente dell'Europa, un difensore sincero e coraggioso della democrazia e dei valori della nostra Unione", sono le parole del segretario di Stato francese agli affari europei, Clément Beaune. Il segretario generale dell'Alleanza transatlantica, Jens Stoltenberg: ”Addolorato di apprendere della morte del Presidente del parlamento europeo, David Sassoli, una voce forte per la democrazia e la cooperazione Ue-Nato. Le mie più sentite condoglianze ai suoi cari, al Parlamento europeo e all'intera famiglia dell'Ue".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24