Green Pass, Giorgetti: "Estenderlo aumenta la libertà. Con Salvini d'amore e d'accordo"

Politica
©LaPresse

Il ministro dello Sviluppo economico elogia il certificato verde: "L'alternativa era rischiare di tornare indietro a situazioni che non vorremmo più rivedere". E nega divisioni nel Carroccio. Il segretario dem Letta all'attacco del segretario leghista: "È irrilevante sull'agenda del governo"

“Le decisioni difficili assunte dal governo, come l'obbligo del green pass sui luoghi di lavoro, sono volte non a limitare la libertà, ma ad aumentare la libertà e l'incontro". Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, elogia il certificato verde ma nega l'esistenza di frizioni nella Lega sul punto. E assicura: "Con Salvini andiamo d'amore e d'accordo". Ma il leader leghista ribadisce le sue perplessità e spiega: "Vogliamo garantire a chi ha fatto un'altra scelta la possibilità di vivere senza spendere 500 euro in tamponi". Intanto Salvini viene attaccato dal segretario Pd Enrico Letta: “È irrilevante sull'agenda del governo, quello che dice non si fa, per questo le cose vanno bene” (COVID, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

Giorgetti: “Fondamentale tornare a essere liberi”

leggi anche

Green pass, Landini (Cgil): "Obbligo vaccinale strada migliore"

"È fondamentale tornare a essere liberi, naturalmente con qualche regola da osservare", ha poi aggiunto Giorgetti. "Questo è il motivo per cui il governo ha deciso che dobbiamo aprire tutto, ma rispettando ulteriori regole. L'alternativa era rischiare di tornare indietro a situazioni che non vorremmo più rivedere".

L’attacco di Letta

Letta ha proseguito così il suo attacco a Salvini: “Sta al governo ed è una parte della maggioranza che è opposizione continua. Meno male - rileva il segretario del Pd - che la parte principale della Lega ha deciso di non seguire Salvini e appoggiare invece la linea secondo me di responsabilità del governo: è la nostra linea, noi la portiamo avanti. Il Pd in questo momento - conclude Letta - è il partito della responsabilità, che sta sostenendo il governo nelle scelte più importanti e complesse". 

Il botta e risposta Letta-Salvini

La polemica tra Letta e Salvini è proseguita sul piano del consenso, con il segretario dem che ha parlato di un centrodestra ormai diviso: "C'è il segno di una consapevolezza degli elettori che il centrodestra e le destre si stanno sfasciando". E cita i sondaggi degli ultimi giorni: "A Milano non arrivano nemmeno alla fine del voto, a Roma lo stesso". La replica di Salvini: "Più sedie vuote che cittadini stamattina per Letta e il Pd a Cosenza. Non spingete! Nello stesso momento, centinaia di persone insieme a me a Bovolone (Verona). Ecco il sondaggio vero", ha twittatp il leader della Lega postando due foto messe a confronto di parecchie sedie vuote che sarebbero quelle dei partecipanti dell'incontro organizzato dal Pd a Cosenza e delle persone in piedi a Bovolone, in provincia di Verona, per un'iniziativa del Carroccio. Poco dopo è arrivata la risposta di Letta, sempre su Twitter. "Non ne azzecca una Salvini in questo periodo. Posto la foto per amor di verità. A Cosenza 33 gradi e le persone cercavano l'ombra in piedi alle 12. C'erano centinaia di persone a Cosenza come a Bovolone (20 gradi). E allora? Hanno senso queste penose polemiche costruite sul falso?", scrive Letta condividendo delle immagini dei suoi comizi di oggi.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24