Decreto Covid, Salvini a Sky TG24: "Rinnovare coprifuoco non ha senso ed è devastante"

Politica

Non si placa la polemica dopo la conferma della misura nel Dl Covid approvato nelle scorse ore. Il leader della Lega resta contrario: "Se fortunatamente i dati continuano a migliorare, perché continuare a chiudere e vietare? Penso che le istituzioni debbano restituire agli italiani la fiducia che gli italiani hanno dimostrato loro per oltre un anno". E sulla permanenza della Lega nel governo Salvini spiega: "Sentirò Draghi prestissimo. Dall’interno del governo noi possiamo incidere"

Non si placa la polemica sul tema del coprifuoco alle 22, confermato anche nel Dl Covid approvato nelle scorse ore, nonostante la contrarietà della Lega di Matteo Salvini. E proprio il leader leghista torna a usare parole dure contro il coprifuoco ai microfoni di Sky TG24, evidenziando ancora una volta la spaccatura interna all'esecutivo (DAL 26 APRILE TORNA LA ZONA GIALLA: LA ROAD MAP DELLE RIAPERTURE)

 

Salvini a Sky TG24: "Rinnovare coprifuoco non ha senso ed è devastante"

“Un alleato leale, se ritiene che venga commesso un errore, lo deve dire. Non sono per l’ipocrisia. Tutte le regioni, di destra e sinistra, i Comuni, le associazioni di categoria, i sindacati, i commercianti e gli imprenditori, ritengono che rinnovare il coprifuoco alle 22 addirittura fino a luglio non ha senso scientifico ed è devastante" (Guarda il video)”, ha spiegato a Sky TG24 Matteo Salvini, aggiungendo: “Se fortunatamente i dati continuano a migliorare, perché continuare a chiudere e vietare? Penso che le istituzioni debbano restituire agli italiani la fiducia che gli italiani hanno dimostrato loro per oltre un anno" (Guarda il video con l'intervista a Salvini sul coprifuoco)

Salvini a Sky TG24: "Imbarazzo Giorgetti per astensione dei ministri della Lega? Sono fantasie"

approfondimento

Nuovo decreto Covid, Cdm conferma coprifuoco: tutte le misure

“Quelle degli imbarazzi sono fantasie giornalistiche. Ho appena finito una riunione della segreteria politica con tutti i ministri, i governatori e i sindaci e i responsabili dei dipartimenti della Lega, che hanno convintamente sostenuto la necessità di riaprire, curare e vaccinare, di restituire vita e libertà. Tutti chiedono il ritorno alla normalità”. Così a Sky TG24 il leader della Lega Matteo Salvini, rispondendo a una domanda circa un presunto imbarazzo del ministro Giancarlo Giorgetti per la decisione dei ministri leghisti di astenersi in Cdm sul Dl Covid (VIDEO).

Salvini a Sky TG24: "Sentirò Draghi prestissimo, noi già al lavoro per il prossimo decreto"

approfondimento

Covid, perché il coprifuoco alle 22 non è prolungato fino al 31 luglio

Infine Salvini torna sul rapporto con il premier Mario Draghi, dopo i contrasti sulla linea del governo. “Draghi l’ho sentito cinque, sei o sette volte prima del voto, lo risentirò sicuramente in queste ore perché siamo già al lavoro sul prossimo decreto. Sono convinto che entro la prima metà di maggio dovrà essere affrontato un altro decreto, con più aperture, meno divieti e più vaccini" Poi sul tema vaccini, Salvini aggiunge: "Se i vaccini non arrivano dall’Europa invitiamo il governo a comprarli in giro per il mondo, perché non è possibile perdere tempo, vite e affari perché a Bruxelles dormono”.

Sugli equilibri all'interno dell'esecutivo e sull'appoggio alla linea di Draghi, Salvini spiega: “La scelta della Lega di essere dentro al governo, a differenza di Meloni che ha preferito star fuori a protestare, è data dal fatto che dall’interno del governo noi possiamo incidere, cambiare e migliorare le scelte del governo (Guarda il video). Se avessimo scelto di stare alla finestra a protestare avremmo avuto modo di incidere zero”. 

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24