Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Pd, Zingaretti a Torino per la Tav: “Criminale fermare i bandi”

Il presidente della Regione Lazio è stato eletto con oltre il 65% delle preferenze. Nel primo giorno da segretario, l'incontro con il governatore piemontese Chiamparino. IL LIVEBLOG

Leggi tutto
1 nuovo post
Il Pd riparte da Nicola Zingaretti. Il presidente della Regione Lazio è stato eletto nuovo segretario nelle primarie che si sono svolte ieri in tutta Italia. I dati non sono ancora definitivi, ma il neo segretario avrebbe conquistato circa il 65-70% delle preferenze. Molto alta l’affluenza con oltre 1 milione e 700mila votanti. 
 
La nuova avventura di Zingaretti parte da Torino (qui i meme più divertenti sulla sua vittoria). "I bandi non si interrompano: sarebbe criminale pensare di perdere centinaia di milioni di investimenti e migliaia di posti di lavoro", ha detto Zingaretti parlando della Tav al
termine dell'incontro a Torino con il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. 
- di Daniele Troilo
Il liveblog si chiude qui. Per tutti gli aggiornamenti potete seguire la diretta di Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Tav, Zingaretti: "Criminale interrompere i bandi, il governo gioca con i programmi come alle figurine" | Sky TG24 | Sky TG24

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Tav, Zingaretti: "Criminale interrompere i bandi, il governo gioca con i programmi come alle figurine" | Sky TG24 | Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Pd a Di Maio, votino nostra legge già depositata

"Il ministro Di Maio e' sempre sbadato. E' il M5S che se vuole, potra' votare il disegno di legge sul salario minimo che nel maggio scorso ha presentato il nostro collega Mauro Laus. Vista la disattenzione del vicepremier, ne consegnero' subito una copia al capogruppo M5S Patuanelli, affinche' possano decidere di approvare il nostro testo'. Lo dice all'Ansa il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci. Il salario minimo era la prima proposta del Pd in campagna elettorale. 
- di Redazione Sky TG24

M5s a Zingaretti, ora convergenza parlamentare su salario minimo

"Se parliamo di rispetto e dignità allora dobbiamo anche parlare di 'salario minimo'. E' assurdo che in un Paese come l'Italia fino ad oggi nessuno abbia pensato ad introdurre una legge che fissi un limite minimo agli stipendi che devono essere dignitosi per tutti. Per questo motivo abbiamo gia' depositato al Senato una proposta di legge sul salario minimo. Si tratta di una battaglia di civilta' e auspichiamo il massimo sostegno parlamentare. Penso che anche il neo segretario del Pd Nicola Zingaretti, a differenza dei suoi predecessori, sara' d'accordo con noi". Lo afferma Francesco Silvestri, deputato del Movimento 5 Stelle alla Camera. 
- di Redazione Sky TG24

Tav, Zingaretti: criminale fermare i bandi

"I bandi non si interrompano. Sarebbe criminale ipotizzare di perdere centinaia di milioni di investimenti e migliaia posti di lavoro". Cosi' il segretario del PD Nicola Zingaretti che ha incontrato il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino a Torino.
- di Redazione Sky TG24

Zingaretti: Tav è il simbolo di un Paese in ginocchio

L'Italia deve ripartire: abbiamo alle nostre spalle nove mesi di propaganda, di confronti, di selfie, ma questo Paese e' di nuovo in ginocchio. La produzione industriale e' crollata, il fatturato delle aziende e' fermo come lo sono i cantieri del Paese. La Tav e' un simbolo di come non ci si deve comportare rispetto alle aspettative di futuro". Cosi' il vincitore delle primarie del Pd, Nicola Zingaretti, al termine dell'incontro a Torino col presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. "Per nascondere una divergenza politica - aggiunge Zingaretti - ogni settimana se ne ascolta una e intanto il cantiere e' fermo. L'Italia sta pagando il costo della incertezza di una maggioranza parlamentare che non e' unita e questo e' inaccettabile".
- di Redazione Sky TG24

Autonomia, Zingaretti: presto proposta centrosinistra

"Ho iniziato ad ascoltare i presidenti delle giunte regionali del centrosinistra, il prossimo passo sara' mettere in campo una nuova proposta di tutto il centrosinistra sul tema delle autonomie". Cosi il vincitore delle primarie del Pd, Nicola Zingaretti, al termine dell'incontro a Torino con il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.
- di Redazione Sky TG24

Zingaretti: governo gioca con programmi come a figurine

"Il governo giallo-verde gioca con i programmi come con le figurine. L'Italia sta pagando il costo dell'incertezza, di questa fase dell'immobilismo. Il paese e' di nuovo in ginocchio, i cantieri sono fermi, con questo governo l'Italia sembra avere smesso di scommettere sul suo futuro". Così il neo segretario del Pd Nicola Zingaretti, dopo l'incontro, a Torino, con il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino.
- di Redazione Sky TG24

Bindi: non ho votato, nessun candidato ha fatto autocritica

 

"Alle primarie del Pd non ho votato perché non ero convinta da nessuno dei tre candidati. Per costruire il futuro bisogna avere il coraggio di fare l'autocritica di ciò che si è sbagliato. E nessuno l'ha fatto: Giachetti ha difeso il futuro a spada tratta. Martina voleva cambiare senza rinnegare, Zingaretti si è limitato a dire che cambierà senza parlare del passato". Lo ha dichiarato Rosy Bindi, ex presidente del Pd, a Perugia a margine dell'evento Onaosi (Opera Nazionale Assistenza Orfani dei Sanitari Italiani) dedicato ai 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale.

 
"Io invece spero che si abbia il coraggio di dire perché siamo arrivati a questo punto e perché abbiamo consegnato a questa maggioranza pericolosa. Sul non detto non si costruisce l'alternativa", ha proseguito l'ex ministro della Sanità. "Sarei andata a votare se avessi visto che la partecipazione non era eccellente. Ma per fortuna ciò non è avvenuto e ho potuto concedermi il lusso di non votare".
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Veltroni: primarie segnale di luce nel buio

 

"Le primarie del Pd? Un segnale di luce ed io ho paura del buio come della perdita di speranza. Quando si vota c'è sempre democrazia, ed è sempre un fatto positivo sia votare che fare opposizione". Lo ha detto oggi Walter Veltroni a margine della presentazione del suo film "C'è tempo", in sala dal 7 marzo per Videa. A chi gli chiede se intende tornare in politica, Veltroni risponde: "non devo tornare perché in realtà non sono mai andato via, ci sono tanti modi per fare politica".
- di Redazione Sky TG24

Bonifazi: “Conti in equilibrio”

 

"Il nuovo tesoriere del Pd è un uomo  fortunato, perché i conti del Pd sono in equilibrio. Ma è anche  sfortunato, perché fa il tesoriere...". Lo dice Francesco Bonifazi,  tesoriere uscente del Pd. Interpellato dall'Adnkronos sull'ipotesi che a succedergli sia Antonio Misiani, Bonifazi si limita a dire: "Se sarà Misiani il Pd sarà in buone mani". Come prevede lo Statuto del Pd,  all'articolo 31, il tesoriere del partito viene eletto in Assemblea  "su proposta del segretario nazionale" che "lo sceglie". Il cambio del segretario comporta, quindi, come conseguenza automatica il cambio del tesoriere del partito.
- di Redazione Sky TG24
- di Daniele Troilo
- di Daniele Troilo

Guccini: ho votato per Zingaretti

 

"Che ne penso di Zingaretti? Bene, ho votato per lui quindi. Ieri sono andato a Porretta. Bella l'immagine, che ha usato qualcuno per descrivere le primarie: il popolo, i cittadini che si mettono sulle spalle il Partito Democratico". Cosi' Francesco Guccini intervenuto a Radio Radio ha commentato la vittoria di Nicola Zingaretti a segretario del Partito Democratico.
- di Daniele Troilo

Calenda: con “Siamo Europei” Pd può puntare a 30%

 

"Zingaretti può far bene il lavoro di ricomposizione del partito, ma non basta". Lo dice Carlo Calenda, dopo una giornata da volontario al gazebo di Piazza del Popolo: "Bisogna costruire un fronte ampio e largo. La tentazione in cui non cadrei è pensare che, visto che hanno votato tante persone, il Pd può presentarsi da solo alle Europee e avere un buon risultato, cosa secondo me non vera". Un fronte largo che, secondo Calenda, può puntare in alto: "Al 30%. Dobbiamo traguardare i risultati che abbiamo fatto alle elezioni regionali. Se allarghiamo e non ci chiudiamo nella nostra ristretta identità ce la possiamo fare".
- di Daniele Troilo
- di Daniele Troilo

Tav e grandi opere primo dossier su tavolo Zingaretti

 

Il primo dossier sul tavolo del segretario in pectore del Partito Democratico - in attesa della ratifica dell'elezione da parte dell'Assemblea Nazionale - è quello sulla linea alta velocità Torino-Lione. Il governo è alle prese con le posizioni diametralmente opposte dei suoi due maggiori azionisti: la Lega, decisa ad andare avanti con il progetto, e il Movimento 5 Stelle che, al contrario, ha fatto del No Tav una bandiera. Nicola Zingaretti ha da tempo fatto capire quale sia il suo orientamento: la Tav si deve fare, ha più volte ripetuto durante la campagna per le primarie annunciando di volere dare una mano al presidente delle Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. Ecco dunque, a 12 ore dalla chiusura dei gazebo, il viaggio a Torino dove, alle 15, Zingaretti incontrerà proprio il governatore.
- di Daniele Troilo