Caccia alla volpe, proposta della Lega per riaprirla in Lombardia

Politica
caccia-volpe-ansa1

Si è votata in Consiglio regionale una modifica che di fatto equipara la volpe al cinghiale, soggetto a contenimento per i danni provocati all'agricoltura. Protestano le opposizioni. Pd: "Nemmeno fossimo in Inghilterra". Contesta anche il M5s

La Lega vuole aprire la caccia alla volpe in Lombardia. Giovedì 15 novembre, durante la riunione della commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Lombardia, si è votato il parere alle modifiche al regolamento di attuazione sulle norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell'equilibrio ambientale e disciplina dell'attività venatoria. La Lega ha presentato una proposta di modifica, attraverso un'osservazione che di fatto equipara la volpe al cinghiale, soggetto a contenimento per i danni provocati all'agricoltura. Protestano le opposizioni.

Pd denuncia: "Nemmeno fossimo in Inghilterra"

"La Lega vuole aprire la caccia alla volpe, nemmeno fossimo in Inghilterra, dove peraltro è stata bandita. Ci chiediamo se intenda invitare anche la nobiltà britannica", dicono Matteo Piloni e Niccolò Carretta, consiglieri regionali del Pd e di Lombardi civici europeisti. In commissione, dicono i due consiglieri, "abbiamo chiesto che la giunta acceleri la definizione e l'approvazione dei piani di gestione, che sono la vera priorità per rendere efficace il contenimento del cinghiale ed è il motivo per cui abbiamo votato a favore del parere.  Ora ci aspettiamo che la giunta si occupi di questo". Una decisione contestata anche dal M5s: "Non solo la Lega, con il nostro voto contrarissimo, ha consentito la caccia indiscriminata alla volpe - afferma Simone Verni, consigliere regionale pentastellato - Ha persino consentito la caccia al cinghiale e alla volpe di sabato, giornata nella quale fin qui non era assolutamente consentita".

Ghiroldi (Lega): "Situazione analoga a quella del cinghiale"

La replica della Lega non si è fatta attendere. "Le critiche sono strumentali e servono soltanto a tener buoni gli umori di un certo ambientalismo militante che non comprende come il contenimento di alcune specie sia importante per l'equilibrio stesso dell'ecosistema", afferma Francesco Ghiroldi, consigliere regionale della Lega. Secondo l'esponente del Carroccio, la volpe "si trova in una situazione analoga a quella del cinghiale, specialmente per ciò che attiene la montagna. Anche questo animale va contenuto con i giusti mezzi e l'attività umana gioca un ruolo fondamentale. Fra l'altro il contenimento tramite caccia è qualcosa che si è sempre fatto con  successo, senza che venissero causati disastri di alcun genere".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24