Lotta ai "furbetti", controllo delle presenze con impronte digitali

Politica
(Ansa)
giulia-bongiorno-ansa

Il ministro della Pubblica Amministrazione Bongiorno ha annunciato che il Cdm passerà in via definitiva il cosiddetto “decreto concretezza”. Tra le misure, anche l’istituzione di un “Nucleo della concretezza” e il via libera all’80% delle assunzioni previste

Da domani i controlli con "identificazione facciale, impronta digitale o iride” contro i furbetti del cartellino saranno legge. Lo ha annunciato il ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, dicendo che “in Consiglio dei Ministri passerà, in via definitiva, il mio provvedimento che prevede che ci siano controlli biometrici nella Pubblica Amministrazione”. Bongiorno si riferisce al cosiddetto “decreto concretezza”, presentato lo scorso settembre.  

Le novità del ddl

"Voglio evitare che ci siano Comuni in cui la gente non va a lavorare”, ha detto il ministro a margine dell’assemblea nazionale dell’Anci. Oltre ai controlli biometrici, i sei articoli del disegno di legge includono anche l’istituzione del "Nucleo della concretezza" che potrà fare sopralluoghi, affiancare le amministrazioni e proporre eventuali misure correttive. Inoltre, è incluso il via libera all'80% delle assunzioni previste, con l'obiettivo di arrivare all’assunzione, anche via concorsi in deroga, del 100% del personale cessato dal servizio nell'anno precedente. Prevista anche la sostituzione delle convenzioni Consip sui buoni pasto.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24