Italia a 5 Stelle, in 30mila a Roma per celebrare il Movimento

Politica
Il vicepremier Luigi Di Maio conclude la prima giornata di Italia a 5 stelle a Roma (FOTO: Ansa)

Sul palco sono saliti attivisti, parlamentari e Ministri. Di Maio porta il successo per il nuovo decreto fiscale e spiega: "Non ci siamo montati la testa". Fico: "Alle elezioni no ad alleanza con la Lega". Videomessaggio di Di Battista

Applausi per Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, mentre sullo schermo del palco del Circo Massimo, scorrono le loro immagini e stralci degli interventi dello stesso Grillo. Fischi, invece per la vecchia politica, al susseguirsi delle immagini che partono da Bettino Craxi fino a Silvio Berlusconi e Massimo D'Alema. Erano in 30mila a Roma per la kermesse “Italia a 5 stelle”: due giorni del Movimento 5 Stelle. Sul palco è salito anche Davide Casaleggio (CHI È) e si sono alternati attivisti, parlamentari, ministri e rappresentanti delle amministrazioni locali e artisti. Il più atteso, Luigi Di Maio, ha raggiunto il palco poche ore dopo l’intesa raggiunta nell’esecutivo che ha dato il via libera al nuovo decreto Fiscale. “Ce l'abbiamo messa tutta in questi tre giorni e non per combattere qualcuno ma per affermare un principio: l'onestà – ha detto Di Maio - Stiamo al governo e ancora riempiamo le piazze. Continuiamo a inondare le istituzioni di brava gente (GLI AGGIORNAMENTI).

Di Maio: “Dei 20 punti nel programma, 10 in manovra"

"Noi siamo i dipendenti dei cittadini italiani - ha detto Luigi Di Maio dal palco M5s che ha mostrato i 20 punti del contratto per la qualità della vita degli italiani - Voi me l'avete firmato e io sono tenuto a realizzarlo. Dieci di questi punti sono nella manovra del popolo, nelle misure varate". "Qui nessuno si è montato la testa. Quando torno al mio paese e chiedono come mi devono chiamare, la risposta è sempre Luigi” ha detto il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio. “Non perché siamo al Governo abbiamo vinto, il sistema è vivo, lotta contro di noi e prova a riprendersi lo Stato – ha aggiunto - La commissione di inchiesta sulle banche sta per partire e tirerà fuori le follie fatte dalle banche in combutta con la politica”.

Fico: “A elezioni no alleanza con la Lega”

“Tutte le voci devono avere un grande rispetto e noi oggi non ci dobbiamo mai dimenticare chi eravamo ieri; questo è uno dei punti fondamentali perché spesso si arriva nei Palazzi e ci si accomoda" – ha spiegato il presidente della Camera Roberto Fico intervenendo a Italia 5 Stelle poco prima del vicepremier Luigi Di Maio - Oggi le porte di Montecitorio sono aperte a tutti. Alle elezioni ci sarà un'alleanza con la Lega a livello regionale o europeo? No, la nostra identità deve rimanere. Dobbiamo fare una rete nuova con i Movimenti che verranno".

Videomessaggio di Di Battista, applausi in piazza

"Mi piacerebbe tantissimo stare lì, talvolta mi mangio le mani e mi dico che hai fatto? Però sto bene". Così Alessandro Di Battista in videocollegamento dal Sud America saluta il popolo M5s riunito al Circo Massimo. E i 5 stelle lo salutano con una vera ovazione. L'ex deputato M5s plaude alla manovra varata dal governo sostenendo che "garantisce diritti sociali a tanta gente che ne era state privata. Luigi ha dimostrato da quale parte sta - ha detto - dalla parte dell'onestà intellettuale. Vedere che c'è qualcuno che si inc... perché c'è qualcosa che non va? Ma viva la faccia!".

Toninelli: “Nuono ponte di Genova sarà simbolo di rinascita”

“Il nuovo ponte di Genova dovrà essere il simbolo dello Stato, perché sono i privati che lo hanno fatto crollare. Ora torniamo noi, con le progettazioni, i collaudi e tutto sarà fatto da società pubbliche – ha detto il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli a Italia 5 Stelle - il nuovo ponte sarà il simbolo della rinascita dell'Italia".

Sanità, Grillo: “Puntiamo a eliminare super ticket”

"Puntiamo a eliminare del tutto il superticket, vediamo per la prossima legge di Bilancio". Lo ha detto la ministra della Salute, Giulia Grillo, dal palco di Italia a 5 Stelle al Circo  Massimo. Volevamo portare la meritocrazia nella Sanità. E un primo grande passo l'abbiamo già fatto con la nomina di Luca Li Bassi a Direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), scelto da esperti che hanno valutato un centinaio di curriculum senza conoscere il nome ma prendendo in considerazione solo il lavoro fatto".

Palloncini sul palco: bye bye vitalizi

"Abbiamo tagliato i vitalizi, è ufficiale. Con un risparmio di 280 milioni di euro per l'intera legislatura.  Dovevamo farlo, lo avevamo promesso". Lo dice a Italia 5 Stelle la vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni. Sul palco della  kermesse sono saliti anche alcuni  parlamentari del Movimento, che con i palloncini hanno composto la scritta “Bye bye vitalizi”. Nel corso della kermesse sono intervenuti anche i capigruppo di Camera e Senato, Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli, i quali hanno posto l'accento sul ddl di riforma costituzionale incardinato in Parlamento. Con il taglio di 345 parlamentari, hanno scandito, "risparmieremo 500 milioni a legislatura".

Reddito di cittadinanza, Lezzi: “Al sud non ci sono disonesti”

"I soldi finora al sud sono state mance e regalie. Noi vogliamo fare le cose per bene, sfruttare fondi europei in modo efficace. Nel sud manca tutto – ha detto la ministra del sud Barbara Lezzi dal palco di Italia 5 stelle al Circo Massimo - Ma non è vero che al sud sono disonesti che si stanno organizzando per rubare il reddito di cittadinanza. No, vogliono pari dignità, mi chiedono il reddito di cittadinanza per essere reintrodotti al lavoro, e per il lavoro servono gli investimenti". (COS'È IL REDDITO DI CITTADINANZA)

M5s, Raggi: “Orgogliosa di un sogno che si sta realizzando”

"Sono contenta perché questo è un sogno che si sta realizzando – ha detto il sindaco di Roma, Virginia Raggi - è un giorno di festa, di marcia verso il futuro. Ci hanno detto siete dei pazzi, dei visionari, beh io sono orgogliosa di essere una folle in mezzo ai folli. Abbiamo iniziato 9 anni fa a costruire un Italia a 5 Stelle e oggi siamo al Governo. Abbiamo preso degli impegni e li stiamo realizzando. Siamo rimasti sempre fedeli a noi stessi". E ancora: "ci chiamavano barbari e noi barbari, per esempio a Roma, siamo stati in grado di rimettere a posto i bilanci. Noi abbiamo una grande forza, non ci arrendiamo mai".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24