Stop al contratto Airbus voluto da Renzi, Trenta: "Nostra rivincita"

Politica
collage-trenta-airbus-renzi-ansa

Il ministro della Difesa annuncia su Facebook la rescissione del contratto di leasing dell’aereo: “Il simbolo dell’arroganza al potere non esiste più”. Lo stop era stato annunciato a luglio dal presidente del Consiglio Conte

“Da oggi, l'aereo simbolo dell'arroganza al potere non esiste più!". Lo scrive su Facebook il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, riferendosi alla rescissione del contratto di leasing dell'aereo Airbus A340-500, voluto dal governo Renzi per i voli di Stato. "I tecnici del ministero della Difesa e della direzione generale di Armaereo, hanno incontrato la controparte di Alitalia per mettere definitivamente un punto all'Airbus 340 di Matteo Renzi”, fa sapere il ministro. “A seguito di una ordinaria procedura amministrativa, proprio oggi questo punto è stato messo”.

Trenta: "Una rivincita"

Lo stop al contratto era stato annunciato a luglio dal presidente del Consiglio Conte, che l’aveva definito “uno spreco e un capriccio”. Oggi, il ministro Trenta esulta: “Una nostra piccola grande rivincita”. E conclude: "Un passo nella giusta direzione, perché questo Paese e i suoi cittadini meritano normalità, ma soprattutto rispetto!".

Toninelli: "A terra l'ego volante di Renzi"

A stretto giro è arrivato anche l’intervento del ministro dei Trasporti Toninelli: “Lo avevamo promesso, lo abbiamo fatto. Abbiamo messo a terra l'ego volante di Renzi”, scrive su Facebook. “Con la risoluzione del contratto di leasing risparmieremo 18 milioni di euro l'anno da qui al 2024”, aggiunge poi il ministro nel suo post.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24