Renato Brunetta a Sky TG24: "Aboliremo la legge Fornero"

Politica

Il capogruppo di Forza Italia alla Camera ospite de L'Intervista di Maria Latella. "Io ministro dell'Economia? Ne ho i titoli" 

"Aboliremo la legge Fornero e la flat tax avrà le sue coperture". Così Renato Brunetta a Sky TG24, ospite de L'Intervista di Maria Latella. "Con la Flat Tax non hanno più senso i bonus, non hanno più senso queste strategie creative di comprarsi il consenso da parte di Renzi, che tanti disastri hanno prodotto, in termini di deficit e debito". "Io ministro dell'Economia? Ne ho i titoli", afferma il capogruppo dei deputati di Forza Italia. (SPECIALE ELEZIONI)

"Basta con i ministri dell'Economia tecnici"

"Avevo stima per Padoan ma poi avendo visto quello che ha fatto, cioè dopo essersi definito un ministro tecnico adesso si è candidato alle elezioni con il Pd, allora vuol dire che era un imbroglio il suo essere tecnico", ha detto Brunetta. "Credo che ci debba essere certamente una componente tecnica, ma deve essere presente anche una componente politica". "Se il prossimo ministro dell'Economia dovessi essere io - ha sottolineato - mi atterrò alla linea programmatica della mia maggioranza, del mio presidente del Consiglio, della mia coalizione, certamente non sarò figlio delle banche, come molti presidenti del Consiglio o ministri dell'Economia sono stati". "Qualora dovessi esserlo - ha concluso -, sarò un ministro dell'Economia italiano, cioè difenderò gli interessi dell'Italia e i programmi del partito e della coalizione che ha vinto le elezioni".

"Napolitano peggior presidente"

Giudizio duro di Brunetta sul presidente emerito Giorgio Napolitano: "Penso che Napolitano sia all'origine delle tragedie democratiche del nostro Paese degli ultimi decenni", ha detto. "C'è stato un colpo di stato nel 2011 e poi un altro colpo di palazzo nel 2014 con lo 'stai sereno Enrico'", ha proseguito il capogruppo di Forza Italia alla Camera, "quando un signore che aveva vinto delle primarie di un partito ha fatto fuori il legittimo presidente del consiglio Enrico Letta. Dietro a tutte e due queste cose c'era un signore, presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che io considero, legittimamente - ovviamente è il mio giudizio - il peggior presidente della Repubblica che l'Italia abbia mai avuto".

"Juncker privo di senso di responsabilità"

Renato Brunetta è intervenuto anche sulle affermazioni di Jean Claude Juncker che nei giorni scorsi, a proposito del voto in Italia, ha parlato di un pericolo di "governo non operativo". "Il Presidente della Commissione europea dovrebbe avere un grande senso di responsabilità. Cosa che non ha avuto Juncker", ha detto Brunetta. "Juncker - ha aggiunto - è noto per non essere sempre lucidissimo nell'arco della giornata. Per la frase di Juncker dell'altro giorno la Borsa di Milano ha perso, in capitalizzazione, 6,5 miliardi di euro, se l'avesse pronunciata qualcun altro sarebbe stato incriminato immediatamente per turbativa del mercato e aggiotaggio. E comunque, la Germania ha votato per le politiche a fine settembre scorso, e non ha ancora un governo, Juncker non ha niente da dire? Insomma, serve responsabilità, bisogna essere rispettosi della democrazia degli altri Paesi, altrimenti la disaffezione nei confronti dell’Europa è destinata ad aumentare". "La democrazia italiana è forte, gli italiani devono votare liberamente per chi vogliono senza pistole puntate da parte di nessuno. Né di Juncker, né dei mercati, né della grandi banche".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24