Veltroni a Sky TG24: “Regolamento dei conti a sinistra porta macerie”

Politica

L’ex sindaco di Roma ha parlato della rottura tra il Pd e Mdp di Bersani: “Prendo atto, ma la divisione è un demone”, ha detto. Sulla scarsa affluenza alle ultime tornate elettorali: "Grave distacco"

"Se il problema è regolare i conti a sinistra resteranno le macerie". L’ex segretario del Partito democratico, Walter Vetroni, in un’intervista a Sky TG24, ha commentato così la rottura tra i dem e Articolo 1 Mdp in vista delle elezioni del 2018.

“Dividersi? Un demone”

"La divisione è un demone della sinistra”, ha detto l’ex sindaco di Roma. “Il Pd per la prima volta nella storia della sinistra è nato per fusione e non per scissione", ha continuato Veltroni. E sulla volontà di Pier Luigi Bersani e dei suoi di non voler fare un accordo e di tentare la strada di una lista unica con chi sta a sinistra dei dem, Veltroni dice: "Prendo atto, bisogna rispettare le posizioni degli altri. La risposta di ieri, dopo tanti appelli, è secca e netta. Non vedo cosa possa portare di positivo alla sinistra italiana. Se per effetto di questa divisione dovesse vincere il centrodestra, ci sarebbero da fare considerazioni amare", ha detto riferendosi agli ex compagni di partito.

Alleanza a sinistra e il nodo-Renzi

Alla base del mancato accordo tra Pd e Mdp, pare ci sia la figura di Matteo Renzi: "Se è solo questo il problema è sbagliato. È stato il segretario del loro partito fino a qualche mese fa, adesso è diventato il problema? Certo”,  prosegue Veltroni, “Renzi deve essere capace di includere e aprire, ma che a sinistra il nemico sia la sinistra è grave".

Ostia: “Recuperare la speranza”

All’indomani del risultato del ballottaggio nel municipio di Ostia, in cui ha vinto la candidata del Movimento 5 Stelle, Giuliana Di Pillo, Veltroni, da ex sindaco di Roma, dice la sua sulla scarsa partecipazione al voto: "Ormai è un trend consolidato, chi ha vinto a Ostia ha vinto con il 16% di chi ha diritto al voto, va a votare un terzo degli elettori e la cosa non preoccupa nessuno. C'è un distacco grave". A Ostia, il Pd non è andato oltre il primo turno con il candidato Athos De Luca. Un risultato negativo, forse al di sotto delle aspettative. Per Veltroni, dopo il ko sul Litorale, la ricetta è una sola: "Recuperare la speranza. E con essa l'impegno. Oggi è prevalente la paura che induce l'arroccamento", ha concluso l’ex segretario dei dem.

Politica: I più letti