Ballottaggio Ostia, crolla l'affluenza: al voto uno su tre

Politica
Composit_Ostia_Ansa

Nel primo Municipio di Roma commissariato per mafia vince il M5S. L’affluenza finale si è fermata al 36,30%: quasi 3 punti percentuali in meno rispetto al primo turno

A Ostia vincono i cinque stelle. Il crollo dell'affluenza non danneggia la candidata M5S Giuliana Di Pillo, che in base ai dati definitivi ottiene la presidenza del Municipio Decimo di Roma. Ottiene il 59,6% contro il 33,6% di Monica Picca del centrodestra. Un risultato che consegna ai cinquestelle uno dei pochi territori della capitale che ancora non governavano e spazza via per il momento le nubi sulla giunta di Virginia Raggi, per la quale l'elezione costituiva una prima verifica indiretta.

Pillo vince con il 60%

"I romani sono con noi per il cambiamento", esulta su twitter la sindaca. E' la vittoria di tutti i cittadini e della voglia di rinascita. Grazie di cuore!", twitta Di Pillo a caldo. Per il candidato premier M5S Luigi Di Maio l'effetto Raggi esiste ed è positivo". Ma la sconfitta del centrodestra ripropone la feroce polemica delle ultime settimane. La Picca sostiene che ai Cinquestelle sono andati i voti degli Spada e di CasaPound. 

Affluenza in calo

L’affluenza finale per il ballottaggio di Ostia si è fermata al 36,30%: quasi 3 punti percentuali in meno rispetto al primo turno. Il Municipio X di Roma è tornato al voto dopo essere stato commissariato per infiltrazioni mafiose per oltre due anni. Due elettori su tre hanno disertato le urne. 

Nei seggi anche agenti in borghese

Nei 183 seggi di Ostia c’erano anche gli agenti in borghese. Una misura decisa dopo alcuni episodi che hanno inasprito il clima nel X Municipio della Capitale: l'aggressione ad un giornalista, che ha portato all'arresto di Roberto Spada, e l'intimidazione al circolo Pd di Ostia con il portone bruciato da ignoti.

 

Com’è andata al primo turno

Al primo turno del 5 novembre per eleggere il sindaco di Ostia ha votato il 36,15% degli aventi diritto. Giuliana Di Pillo, la candidata del Movimento 5 Stelle, è risultata la più votata con il 30,21% delle preferenze. A seguire Monica Picca, in corsa per il centrodestra, che ha raggiunto il 26,68%. Il Pd si era fermato al 13,6% delle preferenze, seguito da Casapound che toccò un sorprendente 9%.

 

Politica: I più letti