Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Regionali, De Luca denuncia Rosy Bindi

1' di lettura

Dopo esser stato inserito nella lista degli impresentabili, il governatore della Campania ha sporto querela contro la presidente dell'Antimafia per diffamazione e abuso d'ufficio. Lei risponde: "Atto privo di fondamento"

Vincenzo De Luca, vincitore delle Regionali in Campania, inserito tra gli 'impresentabili' dalla Commissione Antimafia, ha presentato a Salerno denuncia-querela nei confronti della presidente della commissione Rosy Bindi. A annunciarlo, su Twitter, lo stesso neogovernatore. Nella querela si chiede alla Procura di Roma di procedere nei confronti della presidente dell'Antimafia per diffamazione, attentato ai diritti politici costituzionali, abuso d'ufficio.

Bindi: "Denuncia strumentale e priva di fondamento" - A stretto giro la risposta della stessa Bindi che in una nota afferma come "quella di De Luca è una denuncia priva di ogni fondamento, un atto puramente strumentale, che ha scopi diversi da quelli che persegue la giustizia e che pertanto non mi crea alcuna preoccupazione

Bindi: "Pretendo le scuse del mio partito"
- Rosy Bindi, da parte sua, già ieri sera aveva invece affermato di pretendere le scuse del suo partito per le accuse che le sono state rivolte. "Ritengo - ha detto - di avere diritto a un risarcimento, perché sono molti anni che servo questo Paese, e le mie battaglie le ho sempre fatte a viso aperto. Chiedo le scuse da parte del mio partito: non si può arrivare a diffamare così una persona che sta svolgendo il proprio ruolo istituzionale".

Leggi tutto
Prossimo articolo