Covid Sicilia, oggi 851 casi. Dal 10 maggio due nuove zone rosse

Sicilia
©Ansa

Restrizioni a Maniace, in provincia di Catania, e Riesi, nel Nisseno. Lo ha disposto il presidente della Regione Nello Musumeci con un'ordinanza che avrà efficacia da lunedì 10 a mercoledì 19 maggio

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Due nuove zone rosse in Sicilia. L'aumento dei positivi farà scattare le restrizioni a Maniace, in provincia di Catania, e Riesi, nel Nisseno.

Sono 851 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 25.434 tamponi effettuati.

Ieri record di vaccinazioni a Catania: per la prima volta ne sono stati somministrati quasi settemila vaccini, mentre la cifra complessiva di oltre 35mila in Sicilia. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:15 - Due nuove zone rosse a Maniace e Riesi

Due nuove zone rosse in Sicilia. L'aumento dei positivi farà scattare le restrizioni a Maniace, in provincia di Catania, e Riesi, nel Nisseno. Lo ha disposto il presidente della Regione Nello Musumeci - su richiesta delle amministrazioni comunali e a seguito delle relazioni delle Asp - con un'ordinanza che avrà efficacia da lunedì 10 a mercoledì 19 maggio. Diventano, quindi, 24 le "zone rosse" nell'Isola.

17:30 - In Sicilia 851 nuovi casi su 25.434 tamponi

Sono 851 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia, su 25.434 tamponi processati, con una incidenza del 3,3%, in aumento rispetto a ieri. La Regione è sesta per numero di contagi giornalieri. Le vittime sono state 19 e portano il totale a 5.546. Il numero degli attuali positivi è di 22.630 con decremento di 700 casi. I guariti oggi sono 1.532. Negli ospedali i ricoverati sono 1.135, 28 in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 140, due in meno rispetto a ieri. La distribuzione tra le province vede Palermo con 236 casi, Catania 199, Messina 81, Siracusa 73, Trapani 41, Ragusa 71, Caltanissetta 65, Agrigento 69, Enna 16. 

17:28 - Vaccini, a Lampedusa dose anche a 18enne

Ha 18 anni il più giovane tra i primi a vaccinarsi oggi a Lampedusa nel primo giorno della campagna vaccinale aperta a tutti nelle isole Pelagie. Dopo aver compilato i moduli per il consenso informato ed aver risposto alle domande dei medici per l'anamnesi, ha ricevuto la prima dose di Pfizer. Nelle 5 postazioni allestite nei locali del poliambulatorio di contrada Grecale, gestito dall'Asp di Palermo, l'afflusso è stato continuo ed ordinato sin dalle prime ore del mattino. Sono stati oltre 400 i cittadini che hanno risposto all'appello nel primo giorno dedicato alla vaccinazione di massa a Lampedusa. L'attività proseguirà domani e nei prossimi giorni, mattina e pomeriggio. Rimangono 3.400 over 18 da vaccinare, che si aggiungono ai 2.400 cittadini che hanno già ricevuto almeno una dose di vaccino. L'Asp di Palermo ha programmato altre 1.000 vaccinazioni fino a martedì nel rispetto della preregistrazione curata dalla locale amministrazione comunale. "Da martedì scorso i nostri operatori sono impegnati a Lampedusa e Linosa per vaccinare i cittadini della prima terra di confine d'Europa -sottolinea il direttore generale dell'Asp di Palermo Daniela Faraoni - il bilancio della prima fase riservata alla popolazione target è sicuramente positivo. Adesso ci aspettiamo una risposta convinta e massiccia anche dalla campagna aperta a tutti. Le oltre 400 vaccinazioni di oggi e l'ulteriore aumento di somministrazioni previsto per domani rappresentano un segnale chiaro sulla voglia di mettere fine all'emergenza pandemica. Un sentito ringraziamento va al personale sanitario impegnato a Lampedusa, oltre che ad Esercito e Croce Rossa per il prezioso supporto".

14:14 - Vaccini: Asp Catania, 7.000 dosi, metà a fasce età 50-69 anni

Quasi la metà delle 7.000 persone che ieri hanno ricevuto una dose di vaccino a Catania e provincia appartiene alle fasce d'età 50-59 e 60-69, con patologie. "È un dato significativo - sottolinea dell'Asp di Catania, Maurizio Lanza nel renderlo noto - che dà ragione alla scelta del Governo Musumeci e che conferma la voglia dei cittadini di ritornare ben presto alla normalità. Ci avviciniamo a grandi passi al target di vaccinazioni giornaliere fissato per la provincia di Catania che, sono sicuro - aggiunge - vedrà una forte accelerazione con la prossima apertura dei nuovi 4 Hub di Acireale, Caltagirone, Misterbianco e Sant'Agata Li Battiati". Per gli over 50 (senza patologie) le vaccinazioni anti-Covid con AstraZeneca partiranno il prossimo 13 maggio, ma sono già complete le agende dei primi giorni. «Condividiamo l'auspicio che questo trend sia in ascesa e che venga confermato nelle prossime settimane - afferma Antonino Rapisarda, direttore sanitario dell'Asp di Catania -. Da parte nostra mettiamo in campo un grande sforzo organizzativo, mobilitando, tutta la rete assistenziale territoriale, nella quale hanno un ruolo nodale i medici di medicina generale, che sempre ringrazio. In questa campagna sono scesi al nostro fianco anche i sindaci, un vero valore aggiunto". Continua anche oggi l'iniziativa "Porte aperte" per la vaccinazione senza prenotazione aperta ai cittadini con più di 50 anni con patologie di fragilità, con più di 60 anni, di d'età pari o superiore a 80 anni, di ogni età appartenenti alla categoria prioritaria ad 'elevata fragilità'. 

12:38 - I carabinieri interrompono pranzo di matrimonio in locale 

Un matrimonio con 23 invitati è stato interrotto dall'arrivo dei carabinieri ad Acireale, nel Catanese. Il locale che ospitava il ricevimento nonostante i divieti imposti dalla norme anti Covid è stato chiuso per cinque giorni. I presenti sono stati tutti sanzionati amministrativamente.

12:32 - Polizia scioglie assembramento in piazza a Catania 

Intorno alle 22.30 di ieri, pattuglie della polizia municipale e della polizia, in servizio di presidio nell'area del centro storico, sono intervenute in via Gemmellaro per l'assembramento di alcune decine di persone che incuranti delle disposizioni dettate dalla vigente normativa per il contenimento della pandemia, si stavano intrattenendo- e alcune di loro anche ballando - senza rispettare la prescritta distanza interpersonale e, soprattutto, violando l'orario di coprifuoco. All'arrivo delle pattuglie, i presenti si sono dati alla fuga per evitare la loro l'identificazione e la sanzione amministrativa. La strada è stata poi presidiata per un'altra ora al fine di prevenire la nuova formazione di assembramenti. Da oggi, e per tutto il fine settimana, in diverse aree del centro storico, di Catania, compresa via Gemmellaro, entra in vigore ill divieto di permanenza e stazionamento dalle 18 alle 5 del giorno seguente, nonché l'obbligo di chiusura alle 20 di tutti gli esercizi di vicinato, così come disposto da due ordinanze del sindaco, Salvo Pogliese.

11:10 - Vaccini, record somministrazioni a Catania: quasi settemila dosi 

Ieri record di vaccinazioni a Catania: per la prima volta ne sono stati somministrati quasi settemila vaccini, mentre la cifra complessiva di oltre 35mila in Sicilia. "Confidiamo che il trend venga confermato", commenta il commissario ad acta emergenza Covid, Pino Liberti rilanciando la campagna vaccinale destinata in particolare alla fascia di soggetti che va dai 50 ai 59 anni e che da giovedì 13 maggio potranno immunizzarsi con AstraZeneca. Ieri al secondo giorno la piattaforma di Poste Italiane aveva fatto registrare quasi 30mila prenotazioni per tutta la Sicilia. "Sintomo - dice il commissario - che c'è una rinnovata fiducia e una evidente esigenza di riappropriarsi della normalità". "Visto che le persone non si avvicinano ai vaccini - aggiunge - abbiamo pensato di avvicinare i vaccini alle persone grazie ai sindaci che ieri abbiamo chiamato in call e a cui abbiamo chiesto di individuare degli spazi dove i medici di medicina generale, che non finirò mai di ringraziare, possano vaccinare i propri pazienti in loco evitando loro spostamenti per ricevere la somministrazione del siero".

9:49 – Vaccini, a Salina 300 somministrazioni nel primo giorno

A Salina sono stati 300 i vaccinati, ieri, nel primo giorno della campagna per la immunizzazione di tutti gli abitanti delle isole minori siciliane. Si proseguirà oggi e domani e poi da lunedì in tutte le altre isole delle Eolie: l'equipe medica diretta dal Giuseppe Zampagna si sposterà ad Alicudi e Filicudi, martedì a Panarea, mercoledì a Stromboli e Ginostra, giovedì e, presumibilmente, anche venerdì a Vulcano; sabato sarà la volta di Lipari, al palacongressi. A Salina, seconda isola delle Eolie, si punta ad arrivare a 1200-1300 persone fino a domani. Nelle isole dell'arcipelago, 14 mila residenti, saranno vaccinati tutti in 15 giorni, ma 3 mila, tra personale scolastico e sanitario, sono già stati vaccinati".

8:07 - In Sicilia 603 casi su quasi 26mila tamponi

Sono 603 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia, su 25.740 tamponi processati, con una incidenza del 2,3%. Le vittime sono state 11 e portano il totale a 5.527. Il numero degli attuali positivi è di 23.330 con decremento di 548 casi. I guariti sono 1.140. Negli ospedali i ricoverati sono 1.163, quelli nelle terapie intensive sono 142. La distribuzione tra le province vede Palermo con 121 casi, Catania 207, Messina 52, Siracusa 56, Trapani 18, Ragusa 54, Caltanissetta 35, Agrigento 44 e Enna 16.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.