Covid Sicilia, 734 i nuovi positivi su oltre 5mila tamponi eseguiti

Sicilia
©Ansa

Le vittime sono 28 nelle ultime 24 ore e portano il totale dei morti nella regione, dall'inizio della pandemia, a 2.468

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 734 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 5.093 tamponi eseguiti, con una percentuale di contagiati pari al 14,4%. Le vittime sono 28 nelle ultime 24 ore e portano il totale dei morti, dall'inizio della pandemia, a 2.468. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:55 - Messina, il comune di Capizzi diventa 'zona rossa'

Il Comune di Capizzi, in provincia di Messina, dalle 14 di domani sarà "zona rossa" per dieci giorni. Lo prevede un'ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Il provvedimento, preso d'intesa con l'assessore alla Salute Ruggero Razza, vista la relazione dell'Asp e sentito il sindaco, serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus. Le misure restrittive resteranno in vigore fino alla mezzanotte di mercoledì 13 gennaio. 

18:44 - Vice procuratori onorari Catania, stop presenza in aula

I vice procuratori onorari in servizio a Catania annunciano la "propria indisponibilità ad accettare le deleghe per la partecipazione alle udienze" dall'11 al 31 gennaio prossimi "per i gravi rischi connessi alla situazione epidemiologica" da Covid-19, riservandosi "ulteriori valutazioni all'esito del predetto periodo di inattività". Lo rendono noto con una comunicazione inviata ai Procuratori Distrettuale e Generale e al ministro della Giustizia. "Resta fermo l'impegno dei sottoscritti - sottolineano i vice procuratori onorari - a proseguire tutte le altre attività d'ufficio a cui sono delegati, perché, non presupponendo il contatto con il pubblico, non presentano le stesse criticità e pericoli di contagio della frequenza delle aule di udienza". Nella comunicazione si ricorda che i magistrati onorari "non godono di alcuna copertura assicurativa, previdenziale, per malattia o infortunio da parte del ministero della Giustizia, datore di lavoro" che "non ha fornito alcun valido sistema di protezione individuale contro i rischi di contagio da Covid 19, tant'è che già alcuni magistrati onorari hanno contratto il virus e sono rimasti privi di qualsiasi tutela durante il periodo di malattia". 

18:13 - Aumento contagi nel Messinese, quasi 400 in 2 giorni

Cinque persone morte per Covid e quasi 400 persone sono risultate positive negli ultimi due giorni tra Messina e provincia. Continuano a crescere i numeri dei contagi in città. E anche se questo aumento dei positivi è dovuto anche ai maggiori test rapidi che vengono eseguiti nell'area dell'ex Gasomentro dall'Asp, tuttavia le istituzioni cittadine sono preoccupate. Allarme anche per un focolaio a Capizzi (Me), dove ieri il sindaco Leonardo Principato Trosso ha lanciato un appello ai suoi concittadini ad essere più responsabili, dopo aver saputo che 58 di loro sono risultati positivi dopo aver partecipato a un party organizzato durante le feste di Natale in un locale di Nicosia, in provincia di Enna. Altre 25 persone, sempre del comune Nebroideo, sono in attesa dei risultati del tampone. Intanto questa mattina, al Policlinico "G. Martino", è partita la campagna di vaccinazione e il rettore dell'Ateneo Salvatore Cuzzocrea, si è sottoposto alla somministrazione. 

17:54 - Razza, pronti a terza ondata, 40 cantieri per terapie intensive

"Dobbiamo stare attenti, l'avere avviato la campagna di vaccinazioni non esclude una terza ondata. Non vorrei che ci dimenticassimo di rispettare regole e divieti. Mi sento di dire che siamo pronti. Abbiamo imparato tante cose e ci sono 40 cantieri aperti per il piano di rafforzamento delle terapie intensive". Lo dice oggi in una intervista a 'la Repubblica - Palermo' l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza. "Sulle terapie intensive, fino a ottobre il piano di rafforzamento era affidato al commissario nazionale Arcuri e non alle Regioni. Dal 7 ottobre - sottolinea Razza - quando ci è stata affidata la gestione, fino al 31 dicembre abbiamo aperto i cantieri in quasi tutte le province. A regime avremo 720 posti di terapia intensiva: quando ci siamo insediati ne abbiamo trovati 360. Entro la metà dell'anno tutti i lavori saranno completati", assicura l'assessore. 

17:44 - Covid: 734 i nuovi positivi in Sicilia, 28 i morti

Sono 734 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 5.093 tamponi eseguiti, con una percentuale di contagiati pari al 14,4%. Le vittime sono 28 nelle ultime 24 ore e portano il totale dei morti, dall'inizio della pandemia, a 2.468. I positivi sono 34.950 con un aumento di 603 attuali positivi. Negli ospedali i ricoverati sono 1276 (27 in meno rispetto a ieri): in regime ordinario 1090, (+17), in terapia intensiva 186 (+10). I guariti sono 103. La distribuzione nelle province vede Catania 271, Palermo 183, Messina 103, Siracusa 90, Enna 40 Trapani 26, Ragusa 17, Caltanissetta 3, Agrigento 1. 

17:24 - Scuola: Barbagallo, scettici su piano Regione per rientro

La ripresa dell'attività scolastica di ogni ordine e grado è prevista per il 7 gennaio. In vista di un appuntamento fondamentale per il riavvio del "sistema scuola" siciliano, il Partito democratico ritiene fondamentale la "programmazione" da parte della Regione siciliana. Secondo il segretario regionale del Pd, Anthony Barbagallo, infatti, "la programmazione e l'organizzazione sono elementi imprescindibili per riportare gli scolari e gli studenti in classe. Vorremmo essere fiduciosi ma il silenzio di Musumeci e del governo regionale sul tema ci fa essere invece fortemente scettici". "Per questa ragione chiediamo che il presidente Musumeci - afferma il deputato regionale Nello Di Pasquale, componente della V commissione dell'Ars - venga in commissione per fornire tutte le delucidazioni del caso affinché le lezioni riprendano in sicurezza garantendo al contempo il diritto allo studio". Secondo Caterina Altamore, responsabile del dipartimento Scuola del Pd Sicilia, "dopo l'intesa raggiunta in conferenza unificata tra regioni, province, comuni e governo, serve urgentemente incentivare le linee di trasporto urbano ed extraurbano, per consentire ad alunni e personale il rientro dopo le vacanze". Ed è inoltre necessario - per garantire un rientro in sicurezza - dimezzare le classi e reperire nuovi spazi: "Di certo - conclude - tutto questo non può essere caricato soltanto sulle spalle dei presidi e dei docenti". Il Pd siciliano, inoltre, organizza "Scuola: riavvio in sicurezza in Sicilia": un appuntamento che si terrà su Zoom, martedì 5 gennaio alle 19:30: una iniziativa aperta a docenti, rappresentanti degli alunni, presidi, insegnanti e rappresentanti dei sindacati con cui confrontarsi per raccogliere indicazioni utili provenienti dagli "operatori" che gravitano nel mondo dell'istruzione siciliana.

14:31 - Già vaccinato 50% personale Centro trapianti Ismett

Proseguono senza sosta le operazioni di vaccinazione del personale sanitario impegnato nel Centro Trapianti. Il 50 per cento delle persone che lavorano presso Ismett riceverà entro oggi il vaccino. Le dosi necessarie per immunizzare gli operatori sanitari di Ismett sono arrivate la mattina del 31 dicembre, l'autorizzazione per procedere con la somministrazione da parte della Pfizer è arrivata nel primo pomeriggio e subito dopo sono iniziate le operazioni di vaccinazione. Le operazioni sono continuate senza sosta così da consentire nell'arco di appena 48 ore di vaccinare metà del personale della struttura. La campagna vaccinale proseguirà anche nei prossimi giorni con l'obiettivo di offrire la vaccinazione a tutto il personale. E' stato un Capodanno di intenso lavoro in Ismett, contemporaneamente alle operazioni di vaccinazione è continuata, infatti, incessantemente anche l'attività clinica. Cinque i pazienti trasferiti con carattere d'urgenza presso la Terapia Intensiva dell'Istituto Mediterraneo, in tutti e quattro i casi si trattava di persone con indicazione a trattamento cardiochirurgico più o meno urgente. I trasferimenti hanno visto coinvolti gli ospedali di Gela, Villa Sofia, Ospedale di Partinico e Policlinico e si sono tutti svolti fra il 31 ed il 1° gennaio. I pazienti sono stati stabilizzati o - nel caso dell'ultimo trasferimento - operati con urgenza. Sempre nel giorno di San Silvestro è stato, infine, eseguito un trapianto di rene da donatore vivente. A donare il rene al marito è stata la moglie. Con quest'ultimo trapianto, Ismett eguaglia anche nell'anno della pandemia il record di trapianti di rene da donatore vivente già raggiunto lo scorso anno. Sono, infatti, 18 i trapianti di rene da vivente eseguiti esattamente lo stesso numero dello scorso anno.

14:16 - Cisl: “Bene vaccini per lavoratori pulizia ospedali”

“Esprimiamo grande apprezzamento per l'avvio della campagna di vaccinazione anti Covid 19 che ha incluso, nelle strutture ospedaliere dell'Asp di Palermo, anche le lavoratrici e i lavoratori dei servizi di pulizia e sanificazione che espletano servizio in ambito sanitario". Lo afferma Mimma Calabrò, segretario generale della Fisascat Cisl Palermo-Trapani. "Ha prevalso il buon senso - aggiunge -. Lasciando fuori il personale che svolge servizi in appalto all'interno delle strutture ospedaliere la campagna di vaccinazione sarebbe stata monca. L'emergenza pandemica sia da monito per tutti coloro che continuano a pensare che ci siano lavoratori di serie a e di serie b".

13:59 - Prosegue la campagna vaccinale anticovid al Cannizzaro di Catania

Prosegue regolarmente la campagna vaccinale anti-Covid dell'azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania, avviata il 31 dicembre poco dopo l'arrivo delle fiale Pfizer-Biontech e rivolta, nella sua fase iniziale, agli operatori sanitari maggiormente esposti al rischio infettivo. Nella prima giornata sono state 30 le dosi somministrate. oggi 60 e domani sarà superata la soglia di cento. Il primo vaccinato del 2021 è stato, questa mattina, il dottore Salvatore Mazza, direttore dell'Unità operativa complessa di Medicina e chirurgia di accettazione e urgenza. Intanto, oggi sono stati consegnati e installati tre congelatori da -80 gradi e due frigoriferi da +2 gradi che completano la piattaforma vaccino in dotazione all'azienda Cannizzaro. Erano presenti il direttore generale Salvatore Giuffrida, la direttrice della Farmacia, Agata La Rosa, e l'ing. Riccardo Papaleo, dirigente del settore Provveditorato che ha curato l'approvvigionamento. I congelatori sono dotati di un avanzato sistema di sicurezza e monitoraggio che prevede l'apertura solo con badge elettronico, effettua il controllo in tempo reale di temperatura e alimentazione e invia segnali di allarme con Sms e mail.

13:36 – A Palermo riaprono le iscrizioni ad asili e scuole infanzia

Dal 4 al 31 gennaio si aprono le iscrizioni agli asili nido e dal 4 al 25 gennaio via alle iscrizioni alle scuole dell'infanzia comunali per l'anno scolastico 2021-2022. Le domande si possono presentare esclusivamente on line. L'istanza può essere inviata accedendo al sito Portale Scuola del Comune https://portalescuola.comune.palermo.it, cliccando sulla sezione 'Servizi on line' dal menù principale e scegliendo l'opzione 'Istruzione Infanzia'. "Nel difficile anno scolastico che stiamo affrontando a causa dell'emergenza sanitaria - dichiara il sindaco Leoluca Orlando - abbiamo messo tutto il nostro impegno per garantire il ritorno in presenza di asili e scuole dell'infanzia comunali. In questa situazione, la scelta di mettere sempre di più innovazione e tecnologia al servizio della comunità educante è risultata lungimirante".

13:04 - Anci Sicilia: “Priorità vaccini anche per i disabili”

L'Anci Sicilia chiede che fra le categorie a rischio da inserire, prioritariamente, nella campagna vaccinale, in corso, contro il Covid-19, siano considerate anche le persone con disabilità e in particolare coloro che hanno problemi psichici, che mostrano, purtroppo, notevoli difficoltà nell'applicare le prescrizioni restrittive, quali distanziamento e uso della mascherina. "A tal proposito - dichiara il presidente dell'Anci Sicilia, Leoluca Orlando - esprimiamo apprezzamento per la sollecita attenzione ricevuta dal Commissario per il contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19, Domenico Arcuri che mi ha assicurato che si sta lavorando per includere tra le priorità alcune categorie critiche tra cui i disabili".

10:26 - Somministrata al Sant'Elia la prima dose del vaccino

Somministrata questa mattina anche all'ospedale Sant'Elia di Caltanisetta la prima dose del vaccino anti-covid. A riceverla è stato Fabio Giammusso, infermiere di 51 anni del reparto di Malattie infettive. "Confido nella scienza - ha affermato - e ho sempre pensato che l'arrivo di un vaccino potesse essere l'unica arma per uscire dalla pandemia". Le dosi - da ogni fiala se ne ottengono 6 - sono state preparate dal responsabile per la preparazione, il farmacista Gianfranco Alaimo insieme alla biologa del laboratorio Covid-19, Valentina Cucchiara. Oggi al Sant'Elia saranno somministrati i primi 90 vaccini. "Ci sentiamo parte della storia - ha detto il dottore Alaimo - sia all'arrivo dei vaccini che nella preparazione delle fiale la nostra è stata una grande emozione. Siamo qui al Sant'Elia dalle 7.30 e questa notte non abbiamo dormito. Le fiale, che sono contenuti all'interno di ultrafreezer a una temperatura di -80 gradi sono state trasportate all'ambulatorio per i vaccini all'interno di una borsa frigo per il trasporto di campioni biologici a temperatura controllata con data logger”.

8:11 - Vaccinati 1.008 sanitari in Asp Palermo

Sono 1.008 gli operatori sanitari vaccinati contro il Covid nei presidi dell'Asp di Palermo. L'attività iniziata due giorni fa è proseguita ieri a Villa delle Ginestre, Ospedale Ingrassia, "Cimino" di Termini Imerese, "Dei Bianchi" di Corleone, "Civico" di Partinico e "Madonna dell'Alto" di Petralia Sottana. Nei dati comunicati alla piattaforma nazionale dall'Azienda sanitaria del capoluogo rientra, pure, l'ospedale Giglio di Cefalù. "L'adesione del personale è massiccia a conferma della sensibilità degli operatori e della ferma convinzione della straordinaria importanza del vaccino per vincere la battaglia contro il Coronavirus - ha sottolineato il direttore generale dell'Asp di Palermo, Daniela Faraoni - nel rispetto di quanto stabilito, sono stati vaccinati medici, infermieri ed operatori socio sanitari impegnati nelle corsie di ospedali o nel territorio nell'assistenza e cura dei pazienti covid-positivi. Sono 8.190 le dosi consegnate ieri all'Asp e custodite nella cella refrigerata di Villa delle Ginestre. Le squadre di vaccinatori, allestite e messe in campo in pochissimo tempo, hanno lavorato intensamente e continueranno a farlo nei prossimi giorni per utilizzare tutte le dosi, in questo primo momento, disponibili. Siamo grati a tutto il personale che ha dato il contributo organizzativo sacrificando anche le giornate dedicate alla festività". 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.