Covid, in Sicilia 682 nuovi casi su oltre 5mila tamponi

Sicilia
©LaPresse

I ricoverati nel territorio regionale con sintomi sono 1.027, quelli in terapia intensiva sono 174

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

In Sicilia sono 682 i nuovi casi positivi registrati oggi su 5.630 tamponi effettuati. I ricoverati con sintomi sono 1.027, quelli in terapia intensiva sono 174.

Sull'isola il primo a sottoporsi al vaccino è stato Massimo Geraci, 52 anni, primario del pronto soccorso del Civico: "La sfida dell'uomo contro natura che a volte si manifesta nella sua ferocia. Oggi. un giorno importante ed è importante andare oltre quel 70% che rappresenta la certezza dell'immunità di gregge”. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:02 - Palermo, 125 multati per mancato rispetto norme anti-covid

Sono 125 le persone multate a Palermo per il mancato rispetto delle norme anti-Covid dal 24 al 26 dicembre. Tre i palermitani denunciati e due i commercianti multati. Sono i dati dei controlli delle forze dell'ordine coordinate dalla prefettura di Palermo. In questi giorni sono state controllate circa 7250 persone e circa 800 attività commerciali. Le persone multate da novembre ad oggi sono circa 7.475 e 23 quelle denunciate, su oltre 84 mila controlli. Su 22.500 esercizi commerciali ne sono stati multati 50, 17 quelli chiusi per 5 giorni. 

17:34 - Palermo, vaccinati in 30 tra degenti e operatori Rsa

Sono state complessivamente 30 - così come programmato - le dosi di vaccino anti-Covid somministrate oggi pomeriggio su altrettante persone che operano o sono ospitate nella Rsa 'Buon Pastore' di Palermo. L'iniziativa rientra nell'ambito del V-Day, celebrato oggi in tutta Europa e in Sicilia nel capoluogo della regione. Nello specifico, il farmaco è stato inoculato a 25 ospiti e 5 operatori. La più anziana tra i neo vaccinati è stata una donna di 93 anni: la nonnina ha reagito benissimo, felice di essere tra le prime siciliane a ricevere il vaccino. Oltre ai sanitari della Rsa sono intervenuti gli operatori del dipartimento di Prevenzione dell'Asp di Palermo. Il vaccino è giunto nella Residenza sanitaria scortato dai carabinieri del Nas.

17:10 – In Sicilia 682 nuovi casi su oltre 5mila tamponi

Sono 682 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 5.630 tamponi processati. Le vittime sono 15 nelle ultime 24 ore che portano i morti a 2.298 dall'inizio della pandemia. I positivi sono 33.167 con un decremento di 123 nuovi positivi. Negli ospedali i ricoveri sono 1201, 17 in più rispetto a ieri, 1027 (+13) e 174 (+4) in terapia intensiva. I guariti sono 790. La distribuzione nelle province vede Catania 92, Palermo 197, Messina 195, Ragusa 14, Trapani 29, Siracusa 55, Agrigento 28, Caltanissetta 10, Enna 62.

15:56 - Musumeci visita drive-in alla Fiera Mediterraneo di Palermo

Sopralluogo del presidente della Regione Nello Musumeci al drive-in della Fiera del Mediterraneo di Palermo, dove prosegue lo screening della popolazione con tamponi rapidi e molecolari. Il governatore, accompagnato dall'assessore per la Salute Ruggero Razza, ha incontrato e ringraziato gli operatori che lavorano all'interno del padiglione, e sotto ai gazebo dove vengono effettuati i test agli automobilisti. L'attività del drive-in della Fiera è stata avviata lo scorso 30 ottobre e sono ancora oggi centinaia le persone che quotidianamente vi fanno ricorso. Prima di lasciare l'area, il presidente ha salutato alcuni automobilisti in attesa di effettuare il tampone, assicurando il massimo e costante impegno da parte della Regione affinché tale opera di screening sia sempre più efficiente e veloce.

14:45 - Il primo vaccinato in Sicilia: “Oggi giorno importante”

Massimo Geraci, 52 anni, primario del pronto soccorso dell'ospedale Civico di Palermo, è stato il primo medico a sottoporsi al vaccino in Sicilia in occasione del Vax Day, nel padiglione 24 dello stesso ospedale, dopo la firma del consenso informato da parte del medico. Per Geraci il vaccino rappresenta “la sfida dell'uomo contro natura che a volte si manifesta nella sua ferocia, nella sua spietata selezione dell'uomo fragile e questo l'operatore sanitario che ha visto con i propri occhi, ma anche sulla propria pelle gli effetti di questa malattia straordinaria non può non considerare quanto sia importante oggi questo giorno e quanto sia importante andare oltre quel 70% che rappresenta la certezza dell'immunità di gregge”. Presenti alle operazioni il presidente regionale, Nello Musumeci, e l'assessore alla Salute, Ruggero Razza. In totale oggi riceveranno il vaccino altri 55 sanitari e 30 anziani delle Rsa.

14:04 - Amato: “Si riparte ma indispensabile rivedere Piano”

"Voltiamo pagina anche in Sicilia. In questa primissima fase saranno vaccinati contro il coronavirus solo 685 persone tra medici, infermieri e anziani delle Rsa, ma simbolicamente oggi è la giornata della ripartenza, in Italia come in tutta Europa". Così il presidente dell'Ordine dei medici di Palermo Toti Amato, componente del direttivo della Federazione nazionale (Fnomceo), in rappresentanza dei nove presidenti degli Omceo siciliani invitati dal presidente della Regione Musumeci al padiglione 24 dell'ospedale Civico di Palermo per ricevere le prime dosi del vaccino Pfizer-BioNTech in occasione dell'apertura della campagna vaccinale contro il Covid-19. "Ci saranno ancora mesi difficili - aggiunge -, ma siamo più che ottimisti. Quando tutti potranno vaccinarsi secondo le cadenze fissate e se l'approccio al vaccino di tutta la popolazione sarà di grande unità, questa brutta pandemia sarà debellata". "Se l'obiettivo del piano nazionale è immunizzare entro il 2021 il 90% degli italiani - rimarca Amato - non si possono escludere dalla protezione vaccinale in via prioritaria i colleghi che non operano nel pubblico ma esercitano da liberi professionisti. Invitiamo perciò il presidente Musumeci e l'assessore Razza a sollecitare il governo nazionale perché riveda le priorità di distribuzione del vaccino, inserendo tra i soggetti più a rischio anche i liberi professionisti iscritti agli Ordini in attività. Soprattutto gli odontoiatri, il cui contatto strettissimo con i pazienti li rende particolarmente vulnerabili al contagio. Il loro ruolo sociale è determinate e parte integrante di una catena assistenziale indispensabile per la salute pubblica".

13:08 - Razza: "Nei prossimi giorni fase organizzativa vera"

"Siamo ottimisti perché il numero dei cittadini da sottoporre alla vaccinazione nella prima fase è significativo, oltre i 141mila che è la somma degli operatori sanitari e del personale ospite delle Rsa, dovrà partire la vaccinazione degli over 80 che in Sicilia ammontano a quasi 151mila unità. Sarà importante anche il messaggio che arriva dal personale sanitario. Tanti più saranno medici, infermieri e operatori che si vaccinano, tanto più forte sarà la capacità di convincimento su tutti i cittadini". L'ha detto l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, durante il Vax day all'ospedale Civico di Palermo. "Nei prossimi giorni - ha aggiunto Razza - inizierà la fase organizzativa vera. È già impegnata la nostra struttura in tutte e nove le province. Su come verranno contattati gli over 80 sta lavorando il commissario Arcuri. Si sta cercando un metodo di lavoro analogo e noi collaboriamo con le istituzioni nazionali".

12:59 - Musumeci: "Mi vaccinerò quando sarà il mio turno"

"Io mi vaccinerò. Certo, quando sarà il mio turno: lo decideranno i medici. Se ci liberiamo da questo mostro senza volto, riusciremo a ricostruire il nostro futuro con tutte le potenzialità che abbiamo a disposizione. Noi non ci siamo fermati". Lo ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci oggi durante il Vax day all'ospedale Civico di Palermo. "Il richiamo è diviso in due fasi - ha aggiunto il Governatore -, la seconda fase dovrebbe cominciare ad aprile, ma già la prossima settimana avremo una sufficiente quantità per avviare la campagna di vaccinazione vera e propria. Speriamo di poter concludere entro l'estate e quindi avvicinare tutti al vaccino senza rinunce, perché non credo ci sia una sola ragione per poter rinunciare alla vaccinazione". Musumeci ha ribadito di essere pronto a vaccinarsi: "sarei disposto a farlo anche adesso ma mancherei di rispetto verso il piano predisposto dai sanitari che prevede una serie di fasce e categorie professionali e anagrafiche". "Si deve cominciare - ha concluso il Governatore - dagli over 80 fino ad arrivare alla popolazione anziana e ai giovani, che spero vogliano condividere con noi questa preziosa opportunità. Secondo il piano nazionale da noi chiaramente condiviso dovremmo già a settembre avere vaccinato tutti. Speriamo sia questo il calendario rispettato senza imprevisti e senza intoppi".

12:05 - Nello Musumeci: "Entro settembre vaccinati tutti siciliani"

"Entro la metà di settembre 2021 saremo in grado di vaccinare tutti i siciliani di età superiore ai 16 anni". Lo ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci, nel corso delle operazioni all'Ospedale Civico di Palermo per il Vax Day.

11:48 - Primario del Pronto Soccorso primo vaccinato Sicilia

Il primario del pronto soccorso dell'ospedale Civico di Palermo Massimo Geraci, 52 anni, è stato il primo medico vaccinato in Sicilia in occasione del Vax Day. La somministrazione del vaccino Biontech Pfizer è avvenuta nel padiglione 24 dello stesso ospedale, dopo la firma del consenso informato da parte del medico. Subito dopo il dottore Geraci saranno sottoposti al vaccino altri 55 sanitari e 30 anziani delle Rsa, così come prevede il Piano nazionale messo a punto con la Regione. 

10:32 - Primo medico vaccinato in Sicilia: "Non bisogna temere la scienza"

"Chi ha vissuto sulla propria pelle e ha visto con i propri occhi la drammatica straordinarietà di questa malattia non può e non deve temere il prodotto della scienza". Così il responsabile del pronto soccorso del Civico di Palermo, Massimo Geraci, 52 anni, il primo medico a essere vaccinato oggi in Sicilia nel V-Day, commenta sulla prima pagina del quotidiano La Sicilia la partenza della campagna vaccinale contro il virus.

8:38 - Vaccino Covid, atterrato a Palermo aereo militare con 685 dosi

Scattata in Sicilia l'operazione Eos Vaccine day. Ieri alle 23:22 è atterrato all'aeroporto "Falcone Borsellino" di Palermo un C27J dell'Aeronautica militare proveniente dall'aeroporto hub di Pratica di Mare, dopo una tappa a Cagliari, con a bordo le prime 685 dosi di vaccino anti Covid della Pfizer. Il prezioso carico è stato sbarcato con l'assistenza dell'handler GH. Oggi saranno somministrate nell'ospedale Civico del capoluogo le prime dosi a medici e infermieri delle strutture sanitarie siciliane.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.