Covid, in Sicilia 999 nuovi contagi su 9.534 tamponi

Sicilia

In terapia intensiva ci sono 197 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 1.280. In isolamento domiciliare 34.933 persone

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 999 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 9.534 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 197 pazienti.

"Il cittadino che vuole rientrare in Sicilia lo può fare purché porti l'attestazione di essersi sottoposto a tampone molecolare e di essere risultato negativo, in alternativa può partecipare al Drive In e sottoporsi al tampone rapido", ha detto il governatore, Nello Musumeci. 

Oggi una ragazza è arrivata a Palermo per andare a trovare i nonni con i quali trascorrere le festività natalizie, ma grazie ai controlli in vigore da questa mattina nelle 15 postazioni attivate all'aeroporto Falcone e Borsellino, è stata riscontrata positiva al tampone rapido, prima che potesse raggiungere i familiari. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:26 - Aeroporto Catania, screening a chi arriva dal 14 dicembre

All'aeroporto di Catania da lunedì saranno attivi gli screening per i passeggeri in arrivo, come disposto dall'ordinanza del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. Il piano di intervento è stato messo a punto dal commissario straordinario per l'emergenza, Pino Liberti, su disposizione della Regione, per contenere la diffusione del contagio da Covid 19 in occasione delle festività natalizie. Lo rende note la Sac precisando che la 'Covid area' è nel Terminal C, dove sono state allestite una ventina di postazioni per i tamponi che saranno effettuati dall'Asp. Saranno in tutto 80 i medici dedicati agli screening in aeroporto, suddivisi per turni e distribuiti in base ai voli in arrivo. Chi deciderà di sottoporsi al tampone nello scalo potrà recarsi nel Terminal C munito di carta d'imbarco. I passeggeri che risulteranno positivi al test antigenico, come previsto dal protocollo sanitario, saranno isolati in un'apposita stanza e sottoposti a tampone molecolare, il cui esito sarà comunicato nel giro di poco tempo. In caso di positività confermata, il passeggero sarà preso in carico dall'Asp. Per eseguire il test in aeroporto non è necessaria alcuna prenotazione, né modulo da compilare. La Sac ricorda che tutti i passeggeri in arrivo all'aeroporto di Catania hanno l'obbligo di registrarsi al portale della regione www.siciliacoronavirus.it e che chi avrà fatto il tampone nelle 48 ore precedenti all'arrivo basterà mostrare il risultato del test al personale della protezione civile presente agli arrivi. "Era nostro dovere, come lo è sempre stato, mettersi a disposizione delle autorità sanitarie e dare il nostro contributo per affrontare al meglio la gestione dell'emergenza sanitaria - affermano il presidente e l'amministratore delegato di Sac, Sandro Gambuzza e Nico Torrisi - il nostro personale sarà, ovviamente, a disposizione per offrire tutto il supporto necessario. Cogliamo l'occasione per ribadire l'importanza del distanziamento e dell'uso dei dispositivi di protezione individuale"

18:11 – A Palermo ripristinato il divieto stazionamento in strada

"Come preannunciato, non appena conosciuta l'ordinanza del presidente della Regione in materia di contrasto al Covid 19, ho chiesto la convocazione del Comitato ordine e sicurezza in Prefettura e lì ho sottoposto un'ipotesi di ordinanza che ha trovato il consenso e che provvederò a firmare nelle prossime ore. Tale ordinanza prevede un ripristino del divieto di stazionamento nelle zone già individuate del centro storico e dei quartieri Politeama e Libertà, dalle 11 alle 22 di tutti i giorni, e ciò per cercare di ridurre al massimo i pericoli di assembramento". Lo dice il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che rivolge un invito forte alla collaborazione da parte dei cittadini e degli operatori economici, ricordando loro le prescrizioni e le norme sulla sicurezza e al tempo stesso di garantire all'interno dei locali il rispetto di queste norme. "Ho anche sospeso ogni decisione sugli orari di lavoro delle attività commerciali, rinviando ogni provvedimento in merito dopo l'incontro fissato per lunedì pomeriggio proprio con le categorie produttive, in modo da potere eventualmente rimodulare gli orari di accesso agli esercizi commerciali per evitare la ressa in alcune ore di punta", conclude Orlando.

18:07 - Arriva a Palermo per vedere i nonni ma è positiva

E' arrivata a Palermo per andare a trovare i nonni con i quali trascorrere le festività natalizie, ma grazie ai controlli in vigore da questa mattina nelle 15 postazioni attivate all'aeroporto Falcone e Borsellino, è stata riscontrata positiva al tampone rapido, prima che potesse raggiungere i familiari. E' una giovanissima donna la quale si è sottoposta allo screening, che da oggi impegna nello scalo palermitano 60 medici, in tre turni, dell'Asp di Palermo. Positiva al tampone antigenico rapido, è stata subito sottoposta al test molecolare. In attesa del riscontro diagnostico è stata trasferita con un'ambulanza per il biocontenimento al Covid Hotel San Paolo di Palermo, struttura dotata di 180 posti letto, riservata ai pazienti paucisintomatici. Grazie ai controlli voluti dal presidente della Regione abbiamo evitato che una giovane positiva di rientro in città per le festività venisse a contatto con i familiari, tra cui gli anziani nonni - spiega il commissario per l'emergenza Covid a Palermo Renato Costa - è il primo concreto risultato di un intervento che si pone l'obiettivo di intercettare ed individuare subito dopo l'arrivo, i passeggeri che possono provocare il diffondersi del contagio. La donna è stata trasferita, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza, al Covid hotel dove sarà assistita dai medici dell'Usca, in attesa a breve dell'esito del tampone molecolare". "Soddisfazione per l'efficacia dei controlli" è stata espressa dal direttore generale dell'Asp di Palermo, Daniela Faraoni. Da domani saranno attivate 7 postazioni anche nei porti: 6 in città ed uno a Termini Imerese. Per i viaggiatori in arrivo a Palermo con mezzi propri è a disposizione, invece, il drive in della Fiera del Mediterraneo che, sempre da domani, sarà aperto dalle 6 alle 20.

17:00 - In Sicilia 999 nuovi casi su 9.534 tamponi

Sono 999 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 9.534 tamponi effettuati. I decessi sono 28, che portano il totale a 1.923. Con i nuovi casi sono 36.410 gli attuali positivi, con un decremento di 559 casi rispetto a ieri. Di questi 1.477 sono i ricoverati (62 in meno rispetto a ieri): 1.280 pazienti in regime ordinario (-62) e 197 (0) in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 34.933 persone. I guariti sono 1.530. La distribuzione dei nuovi contagi per province vede Catania con 450 casi, Palermo con 274, Messina con 118, Ragusa con 18, Trapani con 25, Siracusa con 53, Agrigento con 18, Caltanissetta con 21e Enna con 22.

15:41 - Canicattì, chiusi per tre giorni locali polizia municipale

Il Comando della polizia locale rimarrà chiuso per tre giorni a Canicattì (Ag), a causa di alcuni casi Covid-2019 e sospetti contagi da Coronavirus tra il personale. La decisione è stata assunta dal sindaco dopo la notizia che alcuni appartenenti al Corpo sono risultati positivi ai test istantanei eseguiti questa mattina durante lo screening volontario. I medici hanno riscontrato alcuni casi di positività e sospetta positività tra il personale e subito sono scattate le procedure del caso con la messa in isolamento dei soggetti positivi. In via precauzionale tutti gli uffici del comando della polizia locale, in via Tenente Antonino Di Dino, sono stati chiusi da oggi al 13 dicembre per consentire di effettuare le operazioni di sanificazione.

13:59 - Sospese attività in un asilo nido a Palermo

Da questa mattina sono sospese le attività al nido La Malfa per un caso Covid tra il personale ed è stata avviata la procedura di sanificazione dei locali. Le famiglie di bambine e bambini che frequentano la struttura nella zona del quartiere Acqua dei corsari sono state avvisate dell'interruzione del servizio educativo e contemporaneamente si è provveduto a dare comunicazione al Dipartimento prevenzione dell'Azienda sanitaria provinciale come previsto dai Protocolli anti-Covid. Lo rende noto il comune di Palermo.

12:26 - Nello Musumeci: "Rientri in Sicilia? Permessi ma con tamponi"

"Visti i rientri previsti in Sicilia ci stiamo impegnando come in precedenza per impedire i contagi e allo stesso tempo consentire a chi torna in Sicilia di poter trascorrere le festività con i propri cari, non è giusto penalizzarli ulteriormente". Cosi il presidente della Regione Nello Musumeci, parlando dell'ultima ordinanza a margine di un incontro a Messina sulla zona Falcata. "Il cittadino che vuole rientrare in Sicilia- aggiunge- , lo può fare purché porti l'attestazione di essersi sottoposto a tampone molecolare e di essere risultato negativo, in alternativa può partecipare al Drive In e sottoporsi al tampone rapido oppure può andare in un laboratorio privato fare il tampone a spese sue e sottoporlo all'Asp di competenza".

10:45 - Sequestrate 14 mila mascherine senza marchio a Palermo

I Finanzieri del comando Provinciale, hanno sequestrato a un commerciante cinese Z.L., 35 anni, in via Lincoln a Palermo, oltre 14 mila mascherine, per prevenire il contagio del Covid- 19, prive di certificazione sanitaria e del marchio di fabbrica. Il negoziante è stato denunciato per frode in commercio e ricettazione. 

7:24 - Ordinanza di Musumeci, cosa cambia per feste natalizie

Nuove disposizioni per chi arriverà in Sicilia durante le festività natalizie. Le prevede l'ordinanza appena firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, dopo un confronto con il comitato tecnico scientifico, i medici di base e il presidente dell'Anci Sicilia. Ecco le novità, in vigore da lunedì 14 dicembre a giovedì 7 gennaio, per limitare il contagio da Coronavirus. Chiunque arrivi in Sicilia dovrà registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it ed essere in possesso dell'esito negativo del tampone molecolare rino-faringeo effettuato nelle ultime 48 ore. Sono esclusi i pendolari e coloro che si siano allontanati dall'Isola, nei giorni immediatamente antecedenti, per recarsi nel territorio nazionale per un periodo inferiore a quattro giorni. Qualora la persona che fa rientro non abbia potuto sottoporsi al tampone molecolare ha diverse opzioni. Può recarsi presso un drive-in appositamente dedicato per sottoporsi al tampone rapido antigenico. In caso di esito positivo, si seguono le procedure previste per i soggetti Covid-19 positivi, con ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale. Se negativo, potrà recarsi al domicilio, con la raccomandazione di mantenere i dispositivi di protezione individuale, evitare i contatti con soggetti terzi e sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo cinque giorni. In alternativa, si può andare presso un laboratorio autorizzato e sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese, con l'obbligo per la struttura stessa di darne comunicazione al dipartimento di Prevenzione dell'Asp. Chi non segue nessuna delle precedenti procedure, come ultima ipotesi, ha l'obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio, dandone comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero all'Asp di pertinenza. Previste ulteriori misure limitative e finalizzate alla verifica del rispetto delle misure contenitive del contagio da Covid-19. Durante l'orario di apertura degli esercizi pubblici, con particolare riferimento al settore commerciale, fermo restando l'obbligo di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro, il ricambio d'aria nonché la ventilazione dei locali, i titolari degli esercizi sono tenuti a comunicare all'Asp il numero massimo dei clienti ospitabili, secondo le Linee guida nazionali vigenti, esponendo il cartello con tale limitazione all'esterno del locale. I Centri commerciali pluri-negozio dovranno munirsi di strumenti "contapersone" agli ingressi, limitando e scaglionando gli accessi dei clienti. I titolari di ristoranti e pizzerie hanno anche l'obbligo di conservare l'elenco dei clienti serviti ai tavoli per un periodo di almeno due settimane, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei dati personali, così da garantirne la disponibilità per le autorità sanitarie. I sindaci potranno consentire agli esercizi pubblici l'orario continuato e adottare, altresì, misure limitative di accesso alle aree comunali (come zone pedonali e luoghi pubblici di aggregazione) per evitare assembramenti e stazionamenti prolungati, anche mediante l'utilizzo di transennamenti o regolatori di flusso di entrata e uscita. Per questi compiti potranno attivare anche personale delle associazioni di volontariato. Previsto anche il coinvolgimento dei medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, che supporteranno le Asp per tutta la durata del periodo emergenziale, nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali, effettuando i tamponi antigenici rapidi o di altro test.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.