Covid, in Sicilia 1.189 nuovi positivi su 8.777 tamponi processati

Sicilia
©Ansa

Sono 43 i decessi. In isolamento domiciliare sono 38.116 persone. I guariti sono 347

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi

Sono 1.189 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Sicilia a fronte di 8.777 tamponi eseguiti in 24 ore.

"La Sicilia da domenica sarà gialla? Ne prendiamo atto con soddisfazione e continueremo a lavorare con lo stesso impegno messo in campo dall'inizio della pandemia. Nelle prossime ore, insieme all'assessore alla Salute Ruggero Razza, incontrerò il Comitato tecnico scientifico per valutare le misure da adottare alla luce della nuova classificazione. Sia chiaro: non è un liberi tutti", ha affermato il presidente della Regione, Nello Musumeci, commentando la nuova ordinanza del ministro della Salute che ha annunciato il passaggio della Sicilia a zona gialla. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE DEL CONTAGIO)

19:45 - Palermo, Orlando: "Zona gialla non faccia abbassare la guardia"

"L'esser diventati "zona gialla" non deve assolutamente far abbassare la guardia, anzi è un richiamo alla responsabilità di tutti". Lo dice il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. "Valuteremo nei prossimi giorni se questa scelta, che come quella iniziale di dichiarare la Sicilia zona arancione è basata su diversi parametri a carattere scientifico, sia stata quella giusta, ma intanto è indispensabile che tutti, dai semplici cittadini alle istituzioni facciano la propria parte - aggiunge -. I cittadini devono continuare a mantenere il massimo rispetto delle prescrizioni contro il contagio, devono continuare a rispettare i divieti senza pensare che ci sia un liberi tutti". "Anche se qualche attività economica avrà meno limitazioni, resta infatti una gravissima situazione di crisi che colpisce le famiglie e le imprese", aggiunge.

19:34 - Musumeci: "Sicilia 'zona gialla' non è un liberi tutti"

"Il passaggio della Sicilia alla 'zona gialla' non è un liberi tutti. È, semmai, il richiamo a una maggiore responsabilità, sia per noi che la governiamo e sia per la comunità isolana tutta". Lo dichiara il presidente della Regione Nello Musumeci, che oggi ha firmato l'ordinanza per adeguare le attuali restrizioni alla nuova classificazione. "Dobbiamo approfittare di questa piccola apertura - prosegue - per dimostrare di sapere mantenere una condotta improntata a cautela e prudenza. Del resto, abbiamo davanti a noi il mese di dicembre che possiamo e dobbiamo vivere con serenità, se sapremo essere presenti a noi stessi, ai nostri compiti, rispettosi delle regole che questa maledetta epidemia impone a ciascuno di noi".

19:04 - Misilmeri, viola zona rossa: multato a Palermo

Un uomo di Misilmeri di 58 anni è stato bloccato questo pomeriggio Mondello dalle pattuglie impegnate nei controlli Covid della polizia municipale di Palermo. L'uomo P.F. ha violato la zona rossa di Misilmeri. Inutili i tentativi dell'uomo di giustificarsi per la " fuga sanitaria" che gli costerà una denuncia ed una multa di oltre 500 euro.

18:05 - Tre casi di positività nel Calcio Catania

Il Calcio Catania ha reso noto che, in seguito dei test molecolari effettuati ieri, è emersa la positività al Covid-19 del portiere Miguel Angel Martinez, di un componente dello staff sanitario e di un magazziniere. I tre, asintomatici, sono stati immediatamente posti in isolamento domiciliare. La squadra rossazzurra è invece partita per la Campania in vista della sfida in trasferta contro l'Avellino, in programma domani allo stadio stadio Partenio-Lombardi e valevole per la tredicesima giornata del girone C del campionato di Serie C. Il calcio d'inizio del match, originariamente fissato per le 15, è stato posticipato alle 17.30. Nel rispetto della normativa vigente e del protocollo, prima della gara con gli irpini tutti i componenti del gruppo squadra rossazzurro si sottoporranno a un nuovo ciclo di tamponi.

17:00 - In Sicilia 1.189 positivi su 8.777 tamponi

Sono 1.189 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 8.777 tamponi effettuati. Sono 43 i decessi di persone positive, che portano il totale a 1.461. Con i nuovi casi salgono a 39.882 gli attuali positivi con un incremento di 799. Di questi 1766 sono i ricoverati, 23 in meno rispetto a ieri: 1.519 pazienti in regime ordinario e 247 in terapia intensiva, 3 in meno rispetto a ieri. In isolamento domiciliare sono 38.116 persone. I guariti sono 347. Sul fronte della distribuzione fra province: Palermo 414, Catania 315, Messina 159, Ragusa 82, Trapani 67, Siracusa 76, Agrigento 2, Caltanissetta 25, Enna 49.

16:55 - Due positivi su 400 tamponi tra Leonforte e Barrafranca 

Eseguiti oggi nell'Ennese, tra Leonforte e Barrafranca, 400 tamponi, soltanto due i positivi. Il personale medico e infermieristico del dipartimento prevenzione dell'Asp di Enna ha fatto a Leonforte 275 tamponi, tutti negativi all'esito. A Barrafranca, sono stati riscontrati 2 positivi a fronte di 125 tamponi rapidi eseguiti. Prosegue la campagna voluta dall'assessorato regionale della aalute della Regione Siciliana, in collaborazione con Anci Sicilia e comuni attraverso l'impiego dei tamponi rapidi nelle modalità drive-in.

16:57 - Nuova ordinanza Musumeci dopo zona gialla

Restano confermati la didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori, la chiusura di teatri, cinema, musei, parchi, palestre e piscine e il divieto di circolazione dalle 22 alle 5. Lo prevede la nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appena firmata, per limitare il contagio del Coronavirus nell'Isola. Il provvedimento, in vigore da domani (domenica 29 novembre) a giovedì 3 dicembre, modifica alcune delle attuali restrizioni, adattandole alla nuova classificazione in "area gialla" per la Sicilia. Permane, inoltre, a bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, il limite del 50 per cento di riempimento rispetto alla capienza, oltre alla chiusura dei centri commerciali nelle giornate domenicali. Eccezione solo per farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole. Potranno riaprire (dalle 5 alle 18), invece, i bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e pizzerie. Consentita, fino alle 22 la vendita di cibo solo per asporto, mentre nessun limite per il domicilio. Sarà possibile muoversi all'interno del proprio Comune, e fuori, dalle 5 alle 22. Negli altri orari spostamenti possibili solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute.

14:53 - A Caltanissetta prima donazione di plasma iperimmune

Prima donazione di plasma iperimmune al centro trasfusionale dell'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta diretto da Nunzio Marletta. La donatrice è una giovane nissena di 28 anni guarita da oltre 14 giorni dal coronavirus che, una volta contattata dall'Asp di Caltanissetta, ha subito dato la sua disponibilità. "La donazione della durata di circa 45 minuti - spiega il dirigente medico di direzione sanitaria e coordinatore Usca della provincia di Caltanissetta, Benedetto Trobia - è assolutamente sicura. L'utilizzo precoce del plasma iperimmune ha dimostrato di avere un ruolo importante nei pazienti positivi riducendo la durata della degenza e aumentando la sopravvivenza". "E' una delle terapie proposte nell'ambito della cura del Covid-19 - spiega - e Caltanissetta è tra gli 8 centri individuati dalla Regione. Il plasma può essere donato da uomini e donne (queste ultime non devono avere avuto gravidanze) tra 18 e 60 anni. I donatori devono pesare almeno 50 chili ed essere risultati negativi al tampone da almeno 14 giorni”.

14:46 - Negativi tamponi ai 27 musicisti del Massimo

Sono tutti negativi i tamponi per la ricerca del Covid- fatti ai 27 musicisti dell'orchestra del Teatro Massimo di Palermo, dopo che erano stati riscontrati 17 positivi tra i cantanti del coro. La Fondazione ha avviato uno screening su tutto il personale, grazie anche alla convenzione sottoscritta mesi fa con l'azienda ospedaliera 'Villa Sofia-Cervello'. "La Fondazione - dice il sovrintendente Francesco Giambrone - è in stretto contatto con le strutture dell'Asp di Palermo che sta collaborando in maniera molto fattiva per gestire la situazione nel migliore dei modi ed in massima sicurezza".

14:05 - Lunedì incontro tra Regione, Asp e Cts

Il presidente della Regione Nello Musumeci e l'assessore alla Salute Ruggero Razza parteciperanno lunedì prossimo al consueto incontro con i vertici delle 18 Asp della Sicilia e con i componenti del Comitato tecnico scientifico per un esame degli ultimi dati sull'emergenza Covid, che hanno determinato il passaggio della Sicilia dall'area arancione a quella gialla e in previsione del nuovo Dpcm del governo.

13:57 - Vertice Regione dopo passaggio a zona gialla 

Un vertice è in corso alla Regione per valutare le nuove misure da adottare in Sicilia dopo il passaggio dall'area arancione a quella gialla in base all'ordinanza firmata ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza che entrerà in vigore dalla mezzanotte di oggi. All'incontro partecipano il Governatore Nello Musumeci, l'assessore alla Salute Ruggero Razza e il capo della segreteria tecnica del Presidente Giacomo Gargano. Secondo alcune indiscrezioni verrebbe confermata la didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori, la chiusura di teatri, cinema, parchi, palestre e piscina e il divieto di circolazione attualmente in vigore dalle 22 alle 5 del mattino. Dovrebbe permanere anche il limite del 50% di riempimento nel trasporto pubblico e la chiusura dei centri commerciali nei festivi e prefestivi. È possibile invece, già a partire da domani, la riapertura dei negozi e la possibilità di somministrazione fino alle 18 di bar, ristoranti e pizzerie ai quali era stata imposta la vendita di cibo solo per asporto.

11:10 - Al via lavori per 5,2 milioni in due ospedali del Catanese

Al via negli ospedali di Acireale e Caltagirone, in provincia di Catania, i cantieri finanziati nell'ambito del Piano regionale per l'emergenza Covid presentato al Ministero della Salute dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, commissario delegato per l'emergenza Covid.Gli interventi, per un importo complessivo di 5,2 milioni di euro, - 1,5 per l'Ospedale di Acireale e 3,7 per l'Ospedale di Caltagirone - sono stati approvati (nella progettazione esecutiva) e appaltati. Nell'ospedale di Acireale riguardano la realizzazione di una nuova struttura a supporto dei reparti Covid, con la previsione di un'area triage e un servizio di radiologia con TAC, che sarà connessa ai reparti Covid tramite un ascensore/monta lettighe. Sono inoltre in programma la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione dei locali al primo piano dell'ala sud-ovest e la loro riconversione in terapia sub-intensiva. Nell'ospedale di Caltagirone i lavori riguardano la ristrutturazione del primo piano dell'edificio principale, per mettervi un nuovo Pronto Soccorso con la separazione dei percorsi Covid e no-Covid; la ristrutturazione dei locali attualmente occupati dal Pronto Soccorso e dall'MCAU per sistemare 16 posti letto di Terapia semintensiva; l'ampliamento della Terapia intensiva con la realizzazione di cinque box.

9:12 – Musumeci: “Bene Sicilia in zona gialla ma non è liberi tutti”

"La Sicilia da domenica sarà gialla? Ne prendiamo atto con soddisfazione e continueremo a lavorare con lo stesso impegno messo in campo dall'inizio della pandemia. Nelle prossime ore, insieme all'assessore alla Salute Ruggero Razza, incontrerò il Comitato tecnico scientifico per valutare le misure da adottare alla luce della nuova classificazione. Sia chiaro: non è un liberi tutti". Lo afferma il presidente della Regione Nello Musumeci, commentando le dichiarazioni del ministro della Salute che ha annunciato il passaggio della Sicilia ad area gialla.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.