Covid, in Sicilia 1.698 nuovi casi su 10.774 tamponi

Sicilia
©Fotogramma

Con i nuovi casi salgono a 30.756 gli attuali positivi, Di questi 1.505 sono ricoverati in regime ordinario e 227 in terapia intensiva

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 1.698 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 10.774 tamponi effettuati; 39 i decessi, che portano il totale a 971. Con i nuovi casi salgono a 30.756 gli attuali positivi con un incremento di 991. Di questi 1.732 sono i ricoverati, 1.505 in regime ordinario e 227 in terapia intensiva. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 543, Catania 456, Ragusa 214, Messina 184, Trapani 46, Siracusa 48, Agrigento 81, Caltanissetta 67, Enna 59. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:54 - Palermo, non indossano mascherina: 25 multati

Sono state 25 le persone multate ieri a Palermo per il mancato rispetto delle norme anticovid. Sono i numeri dei controlli effettuati da carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia municipale, coordinati dalla prefettura. Alcune persone sono state trovate senza mascherina, altre non hanno rispettato le norme anti assembramento. Controllate 1959 persone e 401 attività commerciali. Dall'inizio del mese le persone multate sono 502 e 15 denunciate, su oltre 32 mila controlli. Su 5.900 esercizi commerciali, ne sono stati multati 21, cinque quelli chiusi per 5 giorni.

18:43 - Sono 159 finora i positivi ad Aci Catena

Ad oggi ad Aci Catena (Catania) si registrano 159 casi di positività al Coronavirus,(79 donne e 80 uomini) mentre sale a 301 il numero di coloro i quali sono posti in isolamento. Dei contagiati sette sono ricoverati in ospedale (6 uomini ed una donna). I dati sono stati resi noti dal sindaco Nello Oliveri.

18:42 - Un positivo su 1.520 tamponi in scuole Siracusa

Un solo positivo su 1.520 tamponi effettuati a Siracusa nel secondo turno di test anticovid con il sistema drive-in dedicato alle scuole. Una settimana fa i positivi erano stati 9 su 639 tamponi. Lo rende noto il Comune del capoluogo aretuseo, che partecipa all'iniziativa, promossa dalla Regione attraverso l'Asp, con il suo sistema di protezione civile. Presenti sul posto il sindaco Francesco Italia e l'assessore competente Sergio Imbrò. Oggi sono stati testati gli studenti, il personale docente e non docente e i genitori del liceo scientifico "Luigi Einaudi". Negli spazi dell'ex ospedale neuropsichiatrico, nonostante la giornata di pioggia, sono stati montati 4 gazebo dove hanno operato i medici e gli infermieri del Dipartimento prevenzione medico dell'Asp e si sono alternati 40 volontari della Protezione civile comunale, che si avvale anche della consulenza medica dei dottori Angelo Giudice e Gaetano Scifo. Il lavoro è andato avanti fino al pomeriggio inoltrato grazie all'utilizzo delle torri faro delle associazioni di protezione civile oggi impegnate: Avcs, Ross, Croce Rossa, Templari e Cisom.

18:41 - Palermo, tenda guardia di finanza in comodato a ospedale 'Cervello'

La Guardia di Finanza ha concesso in comodato d'uso, all'azienda 'Ospedali Riuniti Villa Sofia- Cervello', una tenda per le emergenze, destinata ad ospitare i pazienti affetti da patologie ematologiche e positivi a Covid19 durante le necessarie terapie infusive o trasfusionali. "È un gesto che apprezziamo molto - afferma Walter Messina, direttore generale dell'azienda - poiché conferma, ancora una volta, oltre che l'estrema sensibilità istituzionale, anche la concreta operatività della Guardia di finanza a supporto delle esigenze assistenziali dei nostri pazienti". "A livello nazionale e locale - evidenzia il generale di divisione Riccardo Rapanotti, comandante regionale Sicilia della guardia di finanza - continuiamo a fornire un contributo importante, anzi essenziale, per far fronte allo stato di emergenza connesso, ormai da mesi, alla diffusione del Covid-19".

18:27 – A Enna in due settimane dimessi 21 pazienti

Nelle ultime due settimane sono 21 i dimessi dall'area Covid dell'ospedale Umberto I di Enna, soltanto oggi sono 6, mentre i pazienti ricoverati in malattie infettive sono 58, 5 in terapia intensiva e 2 in ostetricia Covid. Nell'ospedale 'Ferro Branciforti Capra' di Leonforte proseguono i lavori per la sistemazione dei percorsi e degli ambienti per una capienza stimata di 24 posti letto da dedicare ai pazienti Covid in via di guarigione. Nei prossimi giorni saranno trasferit i pazienti a bassa intensità di cura dalle aree Covid dell'Umberto I. La direzione di Asp Enna ha reso noto che è in atto l'interlocuzione con il governo regionale per l'utilizzo dell'ex Ciss di Pergusa come centro per l'emergenza Covid: si attendono indicazioni operative e gestionali per dedicare la struttura alla cura dei pazienti colpiti da Coronavirus. Entro breve tempo sarà incrementata la dotazione dei medici per le attività chirurgiche e per l'emergenza in atto. Nei giorni scorsi hanno preso servizio, oltre ai 14 medici all''Umberto I di Enna, altri 7 medici per le attività di tracciamento e screening.

17:00 - In Sicilia 1.698 casi su 10.774 tamponi

Sono 1.698 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 10.774 tamponi effettuati; 39 i decessi, che portano il totale a 971. Con i nuovi casi salgono a 30.756 gli attuali positivi con un incremento di 991. Di questi 1.732 sono i ricoverati, 7 in più rispetto a ieri: 1.505 in regime ordinario e 227 in terapia intensiva con un aumento di 3 ricoveri. In isolamento domiciliare sono 29.024. I guariti sono 668. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 543, Catania 456, Ragusa 214, Messina 184, Trapani 46, Siracusa 48, Agrigento 81, Caltanissetta 67, Enna 59.

16:28 – Palermo, 243 tamponi effettuati in una scuola

Sono stati 243 i tamponi effettuati questa mattina dai medici dell'Usca scuola dell'Asp di Palermo all'Istituto scolastico Madre Teresa di Calcutta. Lo screening, con adesione su base volontaria, era rivolto ad insegnanti, personale non docente e studenti. L'attività rientra nell'ambito della campagna di prevenzione dal coronavirus promossa in collaborazione con il comune di Palermo ed i dirigenti scolastici. L' attività rivolta al mondo della scuola si svolge anche alla Fiera del Mediterraneo dove, per il diciannovesimo giorno è stato organizzato uno screening di popolazione. Oggi sono state 1.068 le persone che si sono sottoposte al tampone rapido e 63 i positivi. Complessivamente sono, invece, 23.404 i tamponi fatti in città e provincia dall'Asp di Palermo dall'inizio della campagna e 1.742 i positivi.

14:24 - Palermo, sequestrata rivendita di frittola a Ballarò

Davanti a una bancarella della frittola a Ballarò, mercato storico di Palermo, si erano creati preoccupanti assembramenti in questi mesi dell'emergenza Covid. La foto degli avventori accalcati nei pressi del chioschetto era stata condivisa nei social. Il nucleo attività commerciale su area pubblica della polizia municipale, con l'ausilio di personale della questura di Palermo, ha sequestrato la bancarella con tutto il suo contenuto. Oltre 20 chili tra panini e frattaglie sono state distrutte ed un uomo di 74 anni è stato denunciato per abusivismo commerciale e per aver messo in commercio alimenti senza tracciabilità veterinaria e cattivo stato di conservazione. Sono stati 24 i controlli effettuati dalla polizia municipale nella giornata di sabato scorso all'interno dei locali pubblici per il rispetto delle misure di contenimento al Covid 19. Solo un locale di via Roma angolo via Lattarini è stato trovato in piena attività, con la presenza di avventori che consumavano alimenti e bevande al banco e ai tavoli. Il gestore, che all'atto del controllo era privo della mascherina, è stato segnalato all'autorità giudiziaria per reato continuato e gli è stata inflitta una multa di 5.800 euro con la relativa chiusura dell'attività.

14:22 - Focolaio in casa riposo a Palermo, 42 positivi

Un focolaio di Covid 19 è scoppiato nella casa di riposo per anziani di Palermo, istituto Figlie della Misericordia e della Croce che si trova nella zona di via Evangelista di Blasi. Positivi ai test rapidi 33 dei 51 ospiti, 5 dei 21 operatori e 4 suore, quasi tutti asintomatici. Gli altri operatori e i 12 volontari del servizio civile sono risultati negativi e rimandati a casa in isolamento fiduciario. Domani l'esito dei tamponi molecolari effettuati dall'Asp dopo più di due settimane dal primo caso conclamato. Sono caduti nel vuoto i numerosi appelli lanciati dall'istituto per richiedere rinforzi di personale sanitario. Nella struttura restano in servizio 8 operatori fra cui i cinque contagiati, e le tre suore infermiere, anch'esse colpite dal Covid. Tra gli ospiti anziani con diverse patologie, anche gravi, pure una anziana di 102 anni. E c'è apprensione tra i familiari che sono stati avvisati dei contagi due giorni fa con un sms. Ma già l'ingresso nella casa di riposo era stato interdetto ai parenti da fine ottobre a causa delle restrizioni sanitarie dopo che un'anziana era stata ricoverata in ospedale positiva al Covid. I familiari chiedono maggiori informazioni sui parenti che si trovano nella struttura e che non vedono da un mese.

14:11 - Regione, via libera a raccolta plasma in centri trasfusionali

Tutti i centri trasfusionali della rete sanitaria siciliana possono raccogliere plasma iperimmune ad uso compassionevole da destinare al trattamento di pazienti affetti da Covid-19. Lo ha stabilito l'assessorato regionale alla Salute anche dopo un confronto con il Centro nazionale sangue, considerata la recrudescenza dell'emergenza pandemica su tutto il territorio nazionale. Va ricordato che, alla fine della scorsa primavera, la Regione Siciliana ha aderito al protocollo "Tsunami study" - nato sotto l'egida dell'Iss e dell'Aifa - individuando da subito otto strutture trasfusionali e inserendole nel gruppo nazionale dei trials clinici. Si tratta dei Policlinici di Palermo e Catania, delle Asp di Ragusa, Trapani e Caltanissetta e delle Aziende ospedaliere Garibaldi (Ct), Papardo (Me) e Villa Sofia-Cervello (Pa), già in possesso dei requisiti specifici previsti dalle Linee guida per la produzione del plasma iperimmune anti Sars-Cov2 e collegati alle Unità cliniche di trattamento dei pazienti affetti da Covid-19. Proprio per le caratteristiche di "iperimmunità" del plasma richiesto, non tutti i soggetti già affetti da Covid-19 possono donare. Occorre, infatti, che il plasma abbia una massiccia presenza di anticorpi neutralizzanti. Per donare è necessario inoltre essere guariti dal Covid da almeno 14 giorni e deve essere comprovata la negatività del donatore attraverso un tampone molecolare già effettuato.

12:37 - Armao, fondi per imprese danneggiate da emergenza

Arrivano fondi per le imprese danneggiate dal Covid19. Degli oltre 84 milioni di euro del Fondo Sicilia, Il fondo istituito nel febbraio 2019 grazie all'acquisizione da parte della Regione di risorse del Ministero per l'Industria, un importo significativo è già stato assegnato. "L'impiego del fondo è stato fortemente voluto sin dal suo insediamento dal Governo Musumeci ed ottenuto attraverso una complessa trattativa con il Mise condotta dall'Assessore all'Economia, Gaetano Armao", afferma una nota della Regione. "Dopo circa 18 anni di stallo operativo, nel dicembre dello scorso anno, lo stanziamento di tali risorse a favore delle attività produttive siciliane ha quindi avuto concreto avvio operativo grazie ad una convenzione stipulata tra la Regione Siciliana ed Irfis FinSicilia. A marzo scorso a valere sul Fondo Sicilia è stata inoltre varata dal Governo Musumeci la misura straordinaria di liquidità, uno strumento finalizzato a supportare le esigenze di liquidità delle imprese danneggiate dall'emergenza epidemiologica Covid-19, attraverso l'erogazione di contributi a fondo perduto accordati a fronte di finanziamenti chirografari concessi dal sistema bancario e dai consorzi fidi", prosegue. Della dotazione di 30 milioni di euro prevista per il triennio 2020/2022, per tali finalità, sono 2649 le domande pervenute e 1726 le operazioni già istruite (€ 3,3 milioni di finanziamenti erogati che hanno ottenuto da banche per complessivi € 41 milioni, con una leva finanziaria pari a 12 volte la garanzia). Di quest'ultime, sono 746 le domande già deliberate (€ 1,4 milioni), mentre le restanti 923 operazioni sono in fase di istruttoria e saranno completate entro il 31 dicembre di quest'anno. Tra le domande a valere sul plafond destinato ai settori ristorazione e alberghiero, tra le categorie che più hanno sofferto le conseguenze del lockdown, sono già pervenute oltre 80 istanze di finanziamento. La proiezione dei dati al 31 dicembre 2020, consente di calcolare contributi a fondo perduto per oltre 5 milioni e, sulla base del moltiplicatore calcolato, un ammontare di finanziamenti erogati dal sistema bancario pari a circa 65 milioni di euro. 

11:39 - Tamponi rapidi, in tre giorni oltre 70mila test

Oltre 11mila i tamponi rapidi eseguiti ieri nell'ambito dell'attività per la ricerca del coronavirus promossa dalla Regione Siciliana. Nei drive-in allestiti nelle principali città dell'Isola sono stati individuati 480 soggetti positivi (il 4,12%), poi sottoposti al tampone molecolare, così come stabilito dai protocolli ministeriali. Per tutti sono quindi scattate le misure previste per il contenimento del contagio. Nelle giornate di sabato, domenica e lunedì, pertanto, sono stati complessivamente effettuati 71.723 test su altrettanti cittadini che volontariamente hanno aderito alla campagna: 1.900 i positivi asintomatici (pari al 2,65%) individuati nella tre giorni. Lo screening continua anche oggi in alcune città (Palermo, Siracusa, Vittoria e Chiaramonte Gulfi) ed è riservato alla popolazione scolastica (personale docente, non docente, studenti e propri nuclei familiari). In ogni sito sono previsti dei percorsi dedicati in cui si procede al prelievo del campione che, in caso di positività, viene immediatamente ripetuto attraverso il tampone molecolare per la necessaria conferma così come previsto dai protocolli sanitari vigenti. Da questa settimana, inoltre, c'è la possibilità di prenotarsi mediante la piattaforma on-line (www.siciliacoronavirus.it). Basta cliccare sul bottone "tampone rapido Covid19" e compilare il modulo di registrazione scegliendo la data disponibile tra i drive-in proposti. La piattaforma provvede a indicare la fascia oraria, che viene generata automaticamente in base al numero di prenotazioni già acquisite. L'appuntamento registrato viene quindi indicato e comunicato al cittadino che può così raggiungere il drive-in prescelto.

10:31 - Servizio pronto farmaco a Calatabiano

A seguito della recrudescenza della pandemia e del numero crescente di casi positivi registrati sul territorio, l'amministrazione comunale di Calatabiano (Ct), in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, comitato di Fiumefreddo di Sicilia, ha deciso di riattivare il servizio "Pronto Farmaco" in favore di cittadini anziani, disabili o in stato di difficoltà. I volontari - dice il Comune - forniranno assistenza per l'acquisto di farmaci con le seguenti modalità: si occuperanno di ritirare le prescrizioni presso i medici aderenti all'iniziativa (sarà cura del medico tutelare la privacy dell'assistito attraverso gli accorgimenti più idonei, ad esempio inserendo le ricette in buste chiuse); si recheranno presso una delle farmacie già convenzionate con la Croce rossa; provvederanno alla consegna a domicilio dei farmaci senza alcun costo aggiuntivo per l'utente, se non quello degli stessi farmaci (verificabile attraverso gli scontrini emessi dalla farmacia). A consegna avvenuta, l'assistito provvederà a firmare un apposito modulo attestante l'avvenuta consegna. La farmacia confermerà il pagamento della cifra dovuta con apposito modulo. "Abbiamo voluto ripristinare questo importante servizio - dice il sindaco, Giuseppe Intelisano - per aiutare tutti i cittadini che hanno bisogno di assistenza o che sono impossibilitati a recarsi in farmacia. Ringrazio i volontari della Croce Rossa di Fiumefreddo di Sicilia ed il referente del servizio Pronto Farmaco, Iacopo Andò, che sono vicini alla comunità di Calatabiano in questo momento di difficoltà, dando ancora una volta il loro supporto nella gestione dell'emergenza sanitaria". 

7:30 - A Gela chiudono scuole e mercatini

A Gela chiudono scuole e mercati e nel fine settimana piazze, vie e villette diventeranno off limits. "Si è cercato in tutti i modi di non chiudere la città perché siamo consapevoli delle gravi ripercussioni che potrebbero esserci. Dopo le scene di assembramenti viste ieri sul lungomare e considerato il raddoppio di contagi nelle scuole e in città, abbiamo emanato una ordinanza di chiusura di concerto con Asp, dirigenti scolastici e prefettura, per ridurre al minimo gli spostamenti, chiedere la sanificazione delle scuole, fare in modo che l'Asp completi lo screening, allinei i dati di contagi e classi in quarantena", spiega l'amministrazione comunale. Oltre allo stop alle attività didattiche, si fermano anche il mercato del martedì e quello rionale di via Madonna del Rosario. In alcune zone non sarà permesso stazionare, da questa sera e per 10 giorni.

7:24 - 6.766 tamponi rapidi a studenti etnei, 352 positivi

Nella terza giornata dello screening per Covid-19 rivolto agli studenti delle scuole medie della provincia di Catania, organizzati dall'Asp, sono stati effettuati 6.766 tamponi rapidi. Sono stati 352 i casi positivi emersi. Questi i dati emersi, Catania: 2.003 tamponi, 136 positivi; Acireale: 1.168 tamponi, 53 positivi; Adrano: 464 tamponi, 51 positivi; Caltagirone: 306 tamponi, 1positivo; Mascalucia: 1.365 tamponi, 42 positivi; Misterbianco: 510 tamponi, 26 positivi; Paternò: 950 tamponi, 43 positivi. Complessivamente, in tre giorni di screening, sono stati somministrati 21.342 tamponi, di cui 1.077 con esito positivo, per i quali si è proceduto ad effettuare il tampone molecolare.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24