Covid, in Sicilia 984 nuovi positivi su 7.293 tamponi effettuati

Sicilia
©LaPresse

Sono 984 i nuovi positivi a Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 7.293 tamponi effettuati, mentre sono 12 i decessi che portano il totale a 484. Con i nuovi casi salgono così a 13.654 gli attuali positivi

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 984 i nuovi positivi a Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 7.293 tamponi effettuati, mentre sono 12 i decessi che portano il totale a 484. Con i nuovi casi salgono così a 13.654 gli attuali positivi. Di questi 1.012 sono i ricoverati: 895 in regime ordinario e 117 in terapia intensiva con un incremento di due ricoveri. I guariti sono 153. Su fronte della distribuzione territoriale, a Palermo 276 nuovi positivi, a Catania 269, a Messina 71, a Trapani 63, a Ragusa 90, Siracusa 48, Agrigento 53, Enna 88, Caltanissetta 26.

A un'infermiera non le dicono di essere positiva e lei va al lavoro per 10 giorni. La vicenda è accaduta a Palermo, all'ospedale Cervello. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:58 - 980 tamponi e 50 positivi per il test del 'drive in' di Palermo

Si è concluso con 980 tamponi rapidi eseguiti e 50 positivi asintomatici individuati - che sono già stati isolati - la prima giornata di operazioni di tracciamento, alla Fiera del Mediterraneo, attraverso i test effettuati con il metodo del 'drive in', cioè con gli utenti che entrano a bordo del proprio mezzo, restano nell'abitacolo e i sanitari somministrano il tampone rapido. I primi ad essere convocati dall'assessorato regionale alla salute sono stati dirigenti scolastici, insegnanti, personale di segreteria e personale Ata. A coordinare le operazioni Renato Costa, commissario per l'emergenza Covid a Palermo, presenti anche Enzo Massimo Farinella e Tiziana Maniscalchi, rispettivamente direttore dell'unita' di malattie infettive e responsabile del pronto soccorso Covid dell'ospedale 'Cervello', che fanno parte dello staff del commissario. La procedura prevede l'ingresso delle auto in Fiera, lato Monte Pellegrino, e poi il passaggio davanti alle tende dove il personale dell'Asp Palermo, medici e infermieri, esegue il tampone rapido con l'utente che resta a bordo della propria vettura. Dopo alcuni minuti di attesa arriva l'esito: se negativo viene rilasciato un certificato, in caso di positività l'utente passa in altra tenda per il tampone molecolari che accerta definitivamente l'eventuale positività. I test proseguiranno anche domani dalle 9 alle 16 e domenica dalle 9 alle 14. Si proseguirà la prossima settimana. "Un metodo necessario - sottolinea il sindaco Leoluca Orlando - e a questo punto indispensabile, per far fronte ad un numero di contagi che rischia di essere del tutto fuori controllo, portando al collasso il sistema di tracciamento e forse l'intero sistema sanitario regionale. Abbiamo tutti insieme scelto di dare la priorità al mondo della scuola, nel tentativo di scongiurare il blocco delle attività didattiche. Nei prossimi giorni, con le autorità sanitarie regionali e l'Asp Palermo, decideremo come aprire questo servizio a tutti coloro che vorranno verificare il proprio stato di salute in modo sicuro e veloce".

18:24 - Positivi due agenti del carcere di Augusta

Due agenti di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Augusta sono risultati positivi al Covid-19. Un di loro è stato ricoverato in ospedale, mentre un altro è in quarantena a casa. L'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa ha avviato le verifiche per risalire al contagio.

18:12 - Fp Cgil: “In Sicilia necessario assumere sanitari”

"Occorre agire in fretta per fronteggiare l'emergenza sanitaria legata all'espandersi della pandemia, anche nella nostra regione. E il rafforzamento degli organici, in servizio presso le aziende ospedaliere, rappresenta una priorità assoluta". Fp Cgil Sicilia si mobilita e, attraverso una nota, chiede all'assessore alla Salute, Ruggero Razza, e al dirigente generale del dipartimento Pianificazione strategica, Mario La Rocca, di accelerare le procedure per la definizione delle nuove dotazioni organiche. "Alla luce di quanto sta accadendo, con la pericolosa avanzata della diffusione del contagio - afferma il segretario generale, Gaetano Agliozzo - non possiamo che manifestare la nostra grande preoccupazione, tenuto conto che il personale sanitario, attualmente impegnato, è insufficiente rispetto al crescente numero di richieste giornaliere di intervento. Non c'è tempo da perdere. La Regione faccia presto e bene per assumere nuova forza lavoro da destinare al potenziamento delle attività sanitarie, messe a dura prova dalla diffusione del Covid-19. Chiediamo un urgente incontro allo scopo di accelerare l'iter che sblocchi il piano di assunzioni".

17:52 – In Sicilia 984 nuovi positivi su 7.293 tamponi effettuati

Sono 984 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 7.293 tamponi effettuati. Sono 12 i decessi, che portano il totale a 484.Con i nuovi casi salgono così a 13.654 gli attuali positivi. Di questi 1.012 sono i ricoverati: 895 in regime ordinario e 117 in terapia intensiva con un incremento di due ricoveri. I guariti sono 153. Su fronte della distribuzione territoriale, a Palermo 276 nuovi positivi, a Catania 269, a Messina 71, a Trapani 63, a Ragusa 90, Siracusa 48, Agrigento 53, Enna 88, Caltanissetta 26.

16:42 - Sei positivi, la Vibonese chiede rinvio della gara con il Catania

L'U.S. Vibonese Calcio ha reso nota la positività di sei calciatori della prima squadra riscontrata dopo l'ultima serie di tamponi eseguita dal gruppo squadra dopo la gara contro la Viterbese. La società rossoblù, nell'espletare ogni adempimento previsto dalle disposizioni di legge e dal protocollo federale, ha provveduto all'isolamento dei tesserati contagiati, secondo le disposizioni vigenti. La Vibonese Calcio, "a maggiore tutela dei propri tesserati e della cittadinanza, ha inoltrato alla Lega la richiesta di rinvio della gara contro il Catania prevista per domenica 1 novembre alle ore 15, predisponendo, altresì, una nuova serie di tamponi e test seriologici per l'intero gruppo squadra".

15:48 - Lavoratori dello spettacolo in piazza anche a Palermo

Circa 400 tra attori, musicisti, comici, operatori, costumisti e altri lavoratori del mondo dello spettacolo hanno manifestato stamane davanti al teatro Massimo di Palermo contro l'ultimo Dpcm del governo che sta mettendo in ginocchio il settore per via delle chiusure di cinema e teatri. "Ci vuole metodo e prospettiva per il futuro. Il nostro settore è in emergenza da decenni" ha dichiarato Pamela Villoresi direttrice del Teatro Biondo di Palermo. "La legge per il mondo dello spettacolo e della cultura è ferma in parlamento dal 2017 - ha aggiunto Villoresi- Non è solo il Covid, speriamo che questa sia l'occasione per investire su questo settore che è fondamentale per la crescita e lo sviluppo di un paese".

13:54 - Asp Palermo proroga esenzioni ticket per reddito

L'Asp di Palermo ha deciso di prorogare al prossimo 31 marzo 2021 tutti i certificati di esenzione ticket per reddito (codici esenzione E01, E02, E03, E04) in scadenza domani. Il provvedimento, preso dall'assessorato regionale alla Salute, rientra tra le misure adottate dalla Regione Siciliana nell'ambito dell'emergenza Coronavirus. L'assistito, qualora si siano modificate le sue condizioni reddituali o di stato civile comportanti la perdita del diritto, ha l'obbligo di non avvalersi dell'esenzione. Gli utenti che hanno necessità di attivare l'esenzione ticket per reddito per la prima volta dovranno utilizzare esclusivamente la procedura online

13:53 - Da oggi in Fiera Mediterraneo Palermo tamponi drive-in

Da stamattina, negli spazi della Fiera del mediterraneo di Palermo, sono cominciate le operazioni di tracciamento di eventuali Covid positivi attraverso la somministrazione di tamponi rapidi 'drive-in'. All'ora di pranzo su circa 500 esami eseguiti sono stati individuati 20 positivi. I primi ad essere convocati dall'assessorato regionale alla salute sono stati dirigenti scolastici, insegnanti e personale Ata. A coordinare le operazioni Renato Costa, commissario per l'emergenza Covid a Palermo, presenti anche Enzo Massimo Farinella e Tiziana Maniscalchi, rispettivamente direttore dell'unità di malattie infettive e responsabile del pronto soccorso Covid dell'ospedale 'Cervello', che fanno parte dello staff del commissario. Hanno assistito alle operazioni anche il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza. La procedura prevede l'ìngresso delle auto in Fiera, lato Monte Pellegrino, e poi il passaggio davanti alle tende dove il personale dell'Asp Palermo, medici e infermieri, esegue il tampone rapido con l'utente che resta a bordo della propria vettura. Dopo alcuni minuti di attesa arriva l'esito: se è negativo viene rilasciato un certificato, se l'esito è positivo l'utente passa in altra tenda dove si effettuano i tamponi molecolari per accertare definitivamente l'eventuale positività. I test proseguiranno anche domani e domenica ininterrottamente dalle 9 alle 16, ma anche la prossima settimana. "Dobbiamo verificare se cambiare il target del campionamento, ne parleremo anche con l'assessore", conclude Costa.

13:36 - Inps, in Sicilia 0,37% non ha ancora ricevuto Cig

La direzione regionale dell'Inps ha reso noti i dati riguardanti le integrazioni salariali (Cassa integrazione ordinaria, Cassa integrazione in deroga e Fondo di integrazione salariale) aggiornati alla data del 29 ottobre 2020 erogati in Sicilia. E' stato inoltre trasmesso il report contenente i dati che scaturiscono dall'attività svolta dalle strutture Inps della Sicilia per le medesime integrazioni salariali, nell'arco temporale che va dal febbraio 2020 al corrente mese di ottobre. Da quest'ultima tabella si evince che dei 219.677 beneficiari, il 99,63% degli stessi, pari a 218.859 soggetti, ha già ricevuto uno o più pagamenti. I soggetti beneficiari che alla data del 19 ottobre non avevano ricevuto alcun pagamento erano, in Sicilia, 818 (0,37% del totale). Per loro, sono stati avviati proprio in questi giorni ulteriori controlli e contatti con le aziende e gli intermediari abilitati ed è stato possibile disporre il pagamento, con valuta dal 23 ottobre al 3 novembre, in favore di 530 beneficiari; altre 207 posizioni sono tuttora in fase di istruttoria per la verifica della sussistenza dei requisiti e, infine, 81 soggetti risultano non avere diritto all'integrazione. "Lo scopo - si legge in una nota dell'Inps - è, ovviamente, quello di pervenire in tempi brevissimi al pagamento di tutti i lavoratori in possesso dei requisiti richiesti". Sono stati comunicati anche i i dati riguardanti, nel medesimo periodo, le prestazioni pagate ai beneficiari. Queste ammontano a 856.814 prestazioni, pari al 98,42% del totale (870.540), con un rapporto medio prestazione/beneficiario che, nella regione, si attesta su un valore pari a 3,96. I questo caso le prestazioni non ancora pagate sono 13.726, pari all'1,58% del totale e anche in questo caso le strutture INPS dell'Isola si stanno adoperando per giungere, in tempi brevi, al pagamento dell'intero pacchetto di prestazioni dovute. 

12:18 - Palermo, non le dicono che è positiva: infermiera va al lavoro per 7 giorni

L’infermiera è positiva al Covid-19, ma non lo sa e continua a lavorare in reparto per una settimana. Il motivo? Nessuno l’aveva avvertita dell’esito positivo del tampone. Accade all’Ospedale Cervello di Palermo e lo riporta il sito di Huffington Post. In servizio nel reparto di Ostetricia e ginecologia, la donna si era sottoposta al tampone tra il 19 e il 20 ottobre. Nessuno però si sarebbe preoccupato di escluderla dai turni, così l’operatrice sanitaria aveva continuato a lavorare nel reparto a stretto contatto con i pazienti. La scoperta 10 giorni dopo il primo tampone, quando l’infermiera si è recata ad effettuarne un secondo e ha chiesto di conoscere l’esito del primo. "L’azienda sta procedendo a tutte le verifiche del caso", il commento dell'ospedale. Così il segretario provinciale della Fials-Confsal Vincenzo Munafò: "È un fatto gravissimo. Che senso ha andare a cercare i contagi? Parliamo di una persona che sta a stretto contatto con altre persone che potenzialmente non dovrebbero essere infette".

11:13 - Attivo laboratorio nonostante sospensione, chiuso bar Catania

Il bar di un rifornimento di carburanti lungo la SS 114, all'altezza di Primosole è stato chiuso dalla polizia perché il laboratorio era funzionante nonostante l'attività fosse stata sospesa il 22 settembre scorso. Il titolare è stato denunciato.

9:12 - Percepiscono buono spesa senza avere requisiti, 31 denunciati

I finanzieri di Corleone hanno denunciato 31 persone per indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato e falso in atto pubblico: avevano richiesto e ottenuto il "buono spesa" non avendo i requisiti per farlo, perché percepivano altre forme di sostegno economico. Avviata l'azione amministrativa per il recupero delle somme già erogate, circa 12 mila euro e comminate sanzioni per circa 36 mila euro. 

9:01 - Reparto Medicina ospedale Gela destinato a malati

L'unità operativa di Medicina dell'ospedale Vittorio Emanuele di Gela sarà trasformata in reparto Covid e accoglierà esclusivamente pazienti affetti dal virus Sars-Cov-2 che hanno sviluppato la malattia. Questa è la decisione scaturita ieri sera dall'incontro urgente che il sindaco, Lucio Greco, ha chiesto alla direzione sanitaria dell'Asp di Caltanissetta, alla luce degli ultimi, preoccupanti numeri relativi al contagio da coronavirus in città. I dati epidemiologici di questi giorni, infatti, segnano ancora una costante crescita di casi sia manifesti che asintomatici.

7:31 - Al via servizio screening drive in alla Fiera Palermo

"L'avvio del servizio di screening con il Drive-in alla Fiera del Mediterraneo è un momento importante nel percorso di prevenzione della diffusione del contagio". Lo dichiara il sindaco Leoluca Orlando riferendosi al varo dell'iniziativa decisa insieme all'Asp di Palermo che prenderà il via oggi.

7:27 - Emergenza a Vittoria, 410 casi positivi

Davanti all'ospedale Guzzardi c'è sempre una fila di ambulanze con pazienti Covid che aspettano il proprio turno per essere ricoverati. Il reparto di terapia intensiva è saturo e 14 contagiati sono sistemati nella 'zona grigia' in attesa di essere trasferiti in un reparto dedicato. A Vittoria, 62mila abitanti, si vive una fase acuta dell'emergenza pandemica. Sui quasi 900 positivi della provincia di Ragusa qui c'è la più alta concentrazione di contagiati, quasi la metà dei casi: allo stato sono 410. Il trend di crescita sta mettendo in crisi le strutture sanitarie e il sistema di prevenzione. Ad aggravare il quadro contribuisce anche la campagna elettorale per le amministrative. A Vittoria, comune sciolto per infiltrazioni criminali, si voterà il 22 novembre. La consultazione sembrava destinata a essere rinviata ma è invece confermata. Per la carica di sindaco si presentano quattro candidati uno dei quali, Piero Gurrieri, sostenuto dal movimento 5 Stelle e da una lista civica, ha dovuto sospendere i comizi e gli incontri pubblici. Anche lui è risultato positivo all'esame del tampone. Gli altri candidati - Francesco Aiello del centrosinistra, Salvatore Di Falco espresso da liste civiche e Salvo Sallemi del centrodestra - hanno dovuto ridurre la partecipazione alla campagna elettorale. Dopo Vittoria uno dei picchi della pandemia è a Ragusa con 197 contagiati.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24